bavarese-vegana

Bavarese vegana al cammello

Cucina

Bavarese vegana per un dessert semplice e gustoso, un dolce al cucchiaio fresco perfetto per concludere una piacevole cena estiva.

Ingredienti

 Bavarese vegana

  • 350 ml di panna di soia
  • 380 ml di latte di nocciole
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 60 g di zucchero di canna integrale
  • 50 g di malto di mais
  • 50 g di nocciole
  • 40 g di crema di mandorle
  • 1 cucchiaino e 1/2 di agar agar

Bavarese vegana, per il caramello

  • 100 g di zucchero di canna integrale

Per decorare

  • granella di nocciole

Si cucina!

Per prima cosa sciogliete il cioccolato in un tegamino con il malto di mais e 100 ml di latte di nocciole a fuoco basso. Per non rischiare di bruciare il cioccolato potete scegliere di sciogliere gli ingredienti a bagnomaria.

In un altro pentolino sciogliete l’agar-agar nel latte di nocciole rimasto (280 ml) e continuando a mescolare aggiungete la panna, lo zucchero e la crema di mandorle. Fate sobbollire per circa 3 minuti.

Ora dividete il composto di panna, zucchero e crema in due parti uguali e versate la prima negli stampini per farla subito raffreddare a temperatura ambiente, mentre la seconda mescolatela al cioccolato fuso con il malto.

Quando il composto versato negli stampini avrà formato una pellicola sulla superficie, versatevi lentamente la miscela di cioccolato fondente. Lasciate raffreddare il tutto a temperatura ambiente e in seguito in frigorifero per almeno 3 ore.

Prima di servire preparate il caramello: sciogliete lo zucchero di canna con 3 cucchiai di acqua in una padella antiaderente a fuoco medio. Quando il caramello avrà raggiunto la consistenza desiderata, tenetelo da parte, estraete dagli stampi le bavaresi e decoratele con granella di nocciole e con gocce di caramello.

Leggi altro

Miriana Meffe

19 anni, diplomata al liceo delle Scienze Umane-Economico Sociale. Attualmente impegnata come volontaria nel servizio civile universale. Amo la natura e la libertà. Mi sono appassionata alla scrittura grazie all’esperienza nella redazione del quotidiano internazionale Un Mondo d’Italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *