olemica test sierologici a Voltaggio

Polemica test sierologici, positivi lasciati senza tamponi

Scienza

Polemica test sierologici, a Voltaggio, in Piemonte, persone risultate positive agli anticorpi IgM ma lasciati senza tamponi faringei

Polemica test sierologici a Voltaggio, in Piemonte, dove alcuni soggetti risultano positivi agli anticorpi IgM ma non vengono presi in considerazione dal Servizio di Igiene e Sanità pubblica (Sips) e sono lasciati senza tampone faringeo. I test sierologici chiariscono la presenza di anticorpi e svelano chi è entrato a contatto con il Covid-19. Il caos è scoppiato quando dopo aver riscontrato la positività agli anticorpi IgM, e dopo averlo segnalato alla Asl non vengono prese in carico da chi di dovere.

Ecco cosa sono gli anticorpi IgM e IgG

Gli anticorpi   prodotti per primi in caso di infezione sono gli IgM, mentre gli IgG si evidenziano quando l’infezione si è verificata da diverso tempo e quindi l’individuo ha già creato gli anticorpi. A Voltaggio, alcuni dei cittadini che hanno effettuato il test sierologico risulterebbero positivi agli IgM e negativi agli IgG, quindi potenziali positivi al coronavirus che non vengono sottoposti al tampone faringeo. Dopo essere stati segnalati sulla piattaforma del Sisp dal medico territoriale i soggetti non hanno ricevuto alcun supporto. Secondo l’Asl, “il sierologico  non ha validità scientifica ma solo epidemiologica”.

Polemica test sierologici. I medici non hanno facoltà di intervenire

Stando a quanto spiegato dal dottor Carlo Massa, questi test hanno messo in difficoltà il lavoro dei medici che non sanno come gestire queste situazioni.  L’unica cosa è poter segnalare i casi al Servizio di Igiene che deve decidere l’iter da attivare. L’Asl spiega che deve essere il medico a valutare la situazione del paziente e richiedere eventualmente il tampone. Ma nonostante la segnalazione del medico sul portale, la risposta è comunque negativa. Quindi i pazienti risultati positivi a quel tipo di anticorpo sono giustamente preoccupati, ma i medici non hanno facoltà di intervenire.

Leggi altro 

Fabiana Carbone

20 anni, diplomata al Liceo delle Scienze Umane- economico sociale. Impegnata come volontaria nel Servizio Civile Universale, progetto Molise Noblesse. Ho seguito un corso da giornalista presso la Scuola di Giornalismo UMDI. Amo gli animali. Ho un cane e un gatto. Sono molto paziente, sempre allegra e positiva. E mi cimento con curiosità nella scrittura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *