60 rom Covid Molise in poche ore tra i partecipanti al funerale di Campobasso

60 rom Covid Molise in poche ore tra i partecipanti al funerale di Campobasso. Cittadini arrabbiati

Notizie Nazionali Notizie Regioni

60 rom Covid Molise, altri 10 positivi, tutti della comunità rom di Campobasso che hanno partecipato al funerale. Forse alcuni rom erano arrivati persino da Isernia. 4 sono ricoverati all’ospedale Cardarelli, reparto Malattie Infettive. Gli altri isolati nei quartieri. I cittadini chiedono  sicurezza. L’AGGIORNAMENTO

60 rom Covid Molise solo nella comunità rom, altri 10 contagiati oggi e un ulteriore ricovero. Tutti rom, tutti in dispregio delle norme, tutti partecipanti o familiari di partecipanti, al tristemente famoso funerale. La cerimonia funebre (tumulazione) ha innescato il nuovo cluster strettamente collegato alla comunità Rom di Campobasso. “Sarebbe ora di finirla con questa disuguaglianza nell’applicazione delle leggi – il commento di una signora di Campobasso – nei confronti di persone che non sono integrate, visto che usufruiscono di case, reddito di cittadinanza, aiuti economici, ma non rispettano le leggi, strappano le contravvenzioni, minacciano i cittadini. Non sto parlando dei rom che ormai sono parte della collettività, ma dei tanti che non ci rispettano. Noi siamo stufi. E adesso che succederà?”

60 rom Covid Molise: come contenere il contagio

60 rom Covid Molise, un affaire che fa tremare. Ha affrontato  subito di petto la situazione il sindaco di Campobasso, Gravina, che ha richiesto ufficialmente al Prefetto, già da ieri sera, la convocazione urgente del Comitato al fine di poter esaminare e concordare modalità operative integrate che portino al rafforzamento, da parte delle forze dell’ordine, delle attività di controllo e vigilanza per scongiurare l’inosservanza dei provvedimenti imposti dalla normativa emergenziale per i soggetti sottoposti alle restrizioni domiciliari in quanto risultati positivi al virus o perché in attesa di essere sottoposti al test di controllo”

Sono 300, giovani e forti, ma a rischio contagio

300 tamponi solo per i componenti della comunità Rom. Oltre a quelli per gli abitanti delle palazzine dove vivono i 60 positivi e, naturalmente, tutti coloro che in qualche modo sono venuti a contatto con i primi. Una rete estesa, da ricostruire in poche ore. Più il tempo passa e più sarà difficile contenere il contagio. Verosimilmente dobbiamo aspettarci un aumento dei positivi man mano che saranno effettuati tutti i test. Ricordiamo ai lettori di lavarsi spesso le mani e usare un disinfettante (LEGGI QUI COME FARE IL DISINFETTANTE) nonchè l’uso di mascherina e guanti. 

60 rom Covid Molise per una tumulazione fuori controllo

60 rom Covid Molise. I fatti: tra le 30 e le 40 persone hanno accompagnato al cimitero di Campobasso, in Contrada San Giovanni, la salma di una donna di etnia rom morta il 30 aprile. Il dpcm di Conte ha vietato i funerali. Nel Nord Italia nessuno ha potuto dare l’ultimo saluto ai propri cari. Ma qui i DPCM non ha vigenza nei fatti per la comunità Rom, a dispetto dei controlli, che ovviamente non possono essere in ogni luogo e in ogni momento. Lo dimostra il video del funerale (GUARDA QUI IL VIDEO PIU’ AVANTI), con una massa di gente accorsa per l’ultimo saluto, sotto casa della defunta. Il video è divenuto virale sui social. Oltretutto possiamo immaginare cosa possa essere accaduto a casa, per le condoglianze,  senza video dimostrativi. Oltretutto pare che il papà della prima ragazza ricoverata al Cardarelli, di 25 anni, abbia portato il virus dall’ospedale Sacco di Milano da dove era arrivato. Anche in questo caso, nessuna quarantena.


Leggi altro

Mina Cappussi

Sono nata il 14 luglio, che è tutto dire! Docente a contratto per l’UNIVERSITA’ ROMA TRE, Facoltà di Lettere, dipartimento di Linguistica, Corso di “Metacomunicazione sul Web e New Media” Laureata con Lode in Scienze Politiche, Master in Management Sanitario Professionale di II livello Master in Diritto del Minore Roma Sapienza, Master in Didattica professione Docente, Perfezionamento in Mediazione Familiare e consulente di coppia Università Suor Orsola Benincasa Napoli, Diploma di Counselor, Master sull’Immigrazione e le Migrazioni Italiane Università Venezia, Master in studi su Emigrazione Forzata e dei Rifugiati - University of Oxford, Master Class in Giornalismo Musicale, Diploma DSA, Diploma Tecnologo per l'Archeologia Sperimentale. Scrittrice, saggista, giornalista, artista, iscritta all’Ordine dei Giornalisti, International Press Card Federation of Journalists, Direttore e Publisher dal 2008 del quotidiano internazionale UN MONDO D’ITALIANI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *