riapertura-scuola-a-settembre

Riapertura scuola a settembre, prendete le aule delle paritarie!

Scuola/Università/Sanità

Riapertura scuola a settembre pone problemi di spazi e logistici. Dal mondo cattolico arriva la proposta per il Ministro Azzolina. Offriamo aule, spazi, teatri, auditorium, palestre, biblioteche delle scuole private per i 7 milioni di studenti delle scuole statali

Riapertura scuola a settembre, secondo la Ministra Azzolina la scuola permette di elevarti. La scuola deve tornare ad essere un ascensore sociale. La garanzia del diritto dei genitori a scegliere dove educare i figli, fra buona scuola pubblica statale e buona scuola pubblica paritaria, a costo zero, trova il consenso di tutti, anche della Ministra Azzolina, secondo la Ministra se non riparte la scuola, si consegnano i ragazzi alla criminalità organizzata. Le 12.000 scuole paritarie hanno spazi, teatri, auditorium, palestre, biblioteche, aule di scienze, non solo per i 900 mila allievi che le frequentano ma anche per una buona percentuale dei 7 milioni di studenti delle scuole statali. Per far fronte all’ emergenza del coronavirus, le scuole avranno bisogno di garantire un sufficiente distanziamento sociale. La riapertura delle scuole a settembre segnerà l’effettiva rinascita del nostro Paese, dopo questo inverno sociale, economico e culturale.

Riapertura scuola a settembre dividere in due la società, scuole pubbliche statali, scuole pubbliche paritarie

Al Governo non è chiaro quante delle 12 mila sedi scolastiche paritarie potranno riaprire a settembre. Sanno bene, infatti, questi dirigenti, che le scuole statali e le scuole paritarie servono, insieme, al bene dei giovani, della società, della nazione. C’è da dividere in due la società, scuole pubbliche statali sempre più al collasso, scuole pubbliche paritarie costrette, per sopravvivere, ad alzare le rette. I ricchi avranno la possibilità di scegliere, i poveri no. Due provvedimenti sono necessari: fondo straordinario alle scuole paritarie per scontare la retta pagata in tempi di Covid-19 e esonero dal pagamento dei tributi locali per il 2020.

Leggi altro

Miriana Meffe

19 anni, diplomata al liceo delle Scienze Umane-Economico Sociale. Attualmente impegnata come volontaria nel servizio civile universale. Amo la natura e la libertà. Mi sono appassionata alla scrittura grazie all’esperienza nella redazione del quotidiano internazionale Un Mondo d’Italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *