Assistenza Italiani nel mondo - banconote

Assistenza Italiani nel mondo, 5 milioni dal Parlamento Italiano. Coinvolgere Comites e Cgie

Italiani Nel Mondo

Assistenza Italiani nel mondo: 5 milioni dal Parlamento Italiano con il decreto Cura Italia. Merlo, Sottosegretario della Farnesina: necessaria la collaborazione di Comites e Cgie

Assistenza Italiani nel mondo: con il decreto Cura Italia il Parlamento Italiano ha stanziato 5 milioni di euro. Come ripartirli? Si chiede la collaborazione di Comites e Cgie. Gli Italiani nel mondo e gli Italiani in patria hanno la stessa importanza agli occhi del governo nazionale. Lo scorso 24 aprile, infatti, con l’approvazione del decreto Cura Italia il governo ha autorizzato l’integrazione per l’assistenza ai connazionali all’estero, in condizioni di indigenza o necessità. “Si tratta di uno sforzo considerevole a sostegno delle collettività all’estero” – fa sapere Riccardo Merlo, Sottosegretario al Ministero degli Esteri. Dopo aver ribadito le precarie condizioni in cui si trova il Paese, in seguito all’emergenza socio-economica-sanitaria Coronavirus, continua: Ritengo importante confermare a accrescere all’estero il rapporto di collaborazione tra le sedi istituzionali e gli organi rappresentativi delle nostre collettività”

“COS’È IL CGIE? LO SPIEGHIAMO NOI” – LEGGI QUI L’APPROFONDIMENTO 

Assistenza Italiani nel mondo, l’intervento di Comites e Cgie

Per ripartire i fondi, però, è necessario l’aiuto di coloro che sono a diretto contatto con gli Italiani nel mondo e conoscono le situazioni che hanno maggior bisogno di assistenza. Per questo, Merlo, nella lettera che ha indirizzato agli Ambasciatori italiani nel mondo e riportata dall’Aise, ha sottolineato l’importanza di coinvolgere in tali decisioni i Comites e il Cgie. “Sentito il Direttore Generale per gli Italiani all’Estero, Min. Plen. Luigi Vignali – continua il Sottosegretario della Farnesina – auspico quindi che nella procedura avviata per individuare gli interventi da finanziare con i fondi addizionali che ciascuna Rappresentanza diplomatica-consolare potrà richiedere, vogliate raccogliere le valutazioni ed i suggerimenti degli organismi rappresentativi (Comites e Consiglieri CGIE) in occasione dei vostri regolari contatti e scambi su altri temi”.

Leggi di più

Pamela Cioffi

Ciao a tutti! Sono Pamela, ho 25 anni e frequento il corso di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali all'Università degli Studi del Molise. Ho scelto di dedicare quest'anno all'Italia, come volontaria del Servizio Civile Universale e ho aderito con entusiasmo al progetto Molise Noblesse. Prendervi parte mi ha permesso, tra tante cose, di essere stagista per il quotidiano internazionale UMDI. Grazie alla maturità scientifica, mi sono appassionata alla conoscenza del mondo, adoro l'Arte, la Cultura e la Scienza. La curiosità mi spinge a conoscere sempre nuove cose. Sono amante della lettura e dei viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *