Mascherine non servono: il nanopatologo Montanari più deciso che mai

Mascherine favoriscono tumori: il nanopatologo Montanari

Scuola/Università/Sanità

Mascherine favoriscono tumori:  nel respirare, espelliamo anidrite carbonica, che è lo scarto del nostro metabolismo e non avendo una respirazione libera, causa mascherine, l’anidride carbonica rientra in circolo nel sangue e va a finire nelle cellule, questo a lungo andare può causare molti danni alla nostra salute

Mascherine favoriscono tumori: Qual’è la verità sulle tanto e discusse mascherine? Sono necessarie, sono dannose o sono totalmente inutili? In Italia una delle persone che si è più esposta sull’argomento mascherina è stata il nanopatologo Stefano Montanari. Fin da inizio lockdown ha sempre affermato che, oltre che inutili, fossero addirittura dannose. Sul canale YouTube di Byoblu era stata pubblicata una sua intervista intitolata: Così diventeremo immunodepressi per legge, intervista che aveva totalizzato 2 milioni di visualizzazioni prima che Google l’oscurasse. Nel video eliminato da YouTube, il nanopatologo aveva affermato che la mascherina non è in grado di fermare nulla. “Se una persona è malata – afferma Stefano Montanari –  e con le goccioline di saliva butta fuori i virus che si trovano all’interno della gocciolina, allora la mascherina qualcosa fa”.

Mascherine favoriscono tumori: intervista a Montanari

Claudio Messora ha intervistato nuovamente Stefano Montanari.  “Quando respiriamo – afferma il nanopatologo –  emettiamo del vapore con cui bagniamo la mascherina che diventa un terreno di coltura gradevole per virus, batteri, funghi e parassiti che stanno nell’aria. Questi si appiccicano alla mascherina, quindi noi li respiriamo per tutto il giorno”. Ma non è tutto, ci ha spiegato infatti come nel respirare, espelliamo anidrite carbonica, che è lo scarto del nostro metabolismo e non avendo una respirazione libera, causa mascherine, l’anidride carbonica rientra in circolo nel sangue e va a finire nelle cellule. In pratica andiamo a fornire alle nostre cellule lo scarto di cui hanno cercato di liberarsi. Cosa comporta questo? “Ipercapnia – spiega Montanari – cioè un accumulo di anidrite carbonica nel sangue con conseguente acidosi.” “Una condizione di questo tipo – aggiunge infine il nanopatologico – è l’ideale per certe malattie, come quasi tutti i tipi di cancro”. Ovviamente se si usa la mascherina ogni tanto non succede niente, ma quando si porta per uno, due, tre mesi e tutti i giorni la situazione inizia a cambiare.

Ed è subito fake news. Montanari vince uno spazio su Report

Ma a quanto pare non è il solo a pensarla così. L’immunologo Fauci ha dichiarato che le mascherine sono importanti per evitare che le persone infette infettino qualcun altro. “Quando sei nel mezzo di un’epidemia, indossare una mascherina può far sentire le persone un po’ meglio e potrebbe eventualmente bloccare le goccioline — ha aggiunto Fauci — ma non fornisce la protezione perfetta che la gente immagina e spesso può causare conseguenze indesiderate”. Anche Walter Ricciardi ha affermato che le mascherine alla persone sane non servono a niente. Servono per proteggere le persone malate e il personale sanitario.

Leggi altro

Ilaria Sabbatino

Studentessa di Informatica all'Università del Molise, 22 anni, maturità tecnico economica (ragioneria). Attualmente presto Servizio per l'Italia come volontaria del Servizio Civile Universale progetto Molise Noblesse e sono stagista per il Corso di Giornalismo della Scuola di Giornalismo UMDI. Amo gli animali, in particolare i cani, mi piace l'estate e il mare. Adoro la danza Classica, attività che ho svolto per nove anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *