Disability Pride Network Italia

Disability Pride Network Italia, adesioni internazionali

Attualità

Disability Pride Network Italia, valorizzare e promuovere i diritti civili delle persone con disabilità. Rispettare il valore delle differenze tra gli individui, educare ad una cultura che non contempli la discriminazione, alcuni dei principi che hanno ispirato i fondatori del network. Adesioni arrivate da tutto il mondo, Disability Pride Italia in contemporanea con New York

Disability Pride Network Italia, nasce il primo organismo in Italia volto a valorizzare e promuovere i diritti civili delle persone con disabilità. Sensibilizzare sull’inclusione sociale delle persone affette da disabilità è obbligatorio. L’obiettivo dei promotori del network è far conoscere e sfruttare le possibilità che i diversamente abili hanno da offrire. Ci si concentra troppo sulla disabilità, su quello che gli invalidi non possono fare o hanno difficoltà a riguardo. Lo scopo è porre l’attenzione sulle potenzialità per apportare un contributo alla società. Il network è utile per raccogliere diverse realtà italiane, metterle in contatto e stabilire quindi una rete internazionale che condivida gli stessi interessi e abbia gli stessi obiettivi.

Disability Pride Network Italia, i principi del network

Prerogativa dei ragazzi è incidere a livello culturale e migliorare realmente le cose. “Accogliere condizioni, situazioni ed esigenze differenti significa scardinare le coordinate che ancora oggi conducono all’esclusione delle persone considerate non conformi ai criteri di presunta normalità e facilmente esposte a situazioni di possibile multi-discriminazione in ragione delle loro condizioni biologiche, sociali e culturali” – commentano così gli ideatori all’Ansa. Rendere realmente fruibile il patrimonio materiale e immateriale dell’umanità senza discriminazione alcuna nei confronti delle diverse forme di disabilità, rispettare e promuovere il valore delle differenze tra gli individui, educare a una cultura che non contempli la discriminazione: questi solo alcuni dei principi che hanno spinto i giovani a fondare il nuovo network.

Disability Pride, adesioni dal mondo

Adesioni all’iniziativa sono arrivate da tutto il mondo. Senegal, Venezuela, Libano, New York, Dakar. Proprio con NY, rende noto il giornalista Martino Iannone dell’Ansa, si svolge una parata in contemporanea, la Disability Pride Italia. La manifestazione si svolge ogni anno nel periodo estivo, ma per le eccezionali condizioni sanitarie del 2020, si sta pensando ad un modo per recuperare l’evento online.

Leggi di più

Pamela Cioffi

Ciao a tutti! Sono Pamela, ho 25 anni e frequento il corso di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali all'Università degli Studi del Molise. Ho scelto di dedicare quest'anno all'Italia, come volontaria del Servizio Civile Universale e ho aderito con entusiasmo al progetto Molise Noblesse. Prendervi parte mi ha permesso, tra tante cose, di essere stagista per il quotidiano internazionale UMDI. Grazie alla maturità scientifica, mi sono appassionata alla conoscenza del mondo, adoro l'Arte, la Cultura e la Scienza. La curiosità mi spinge a conoscere sempre nuove cose. Sono amante della lettura e dei viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *