100 parole in più nella pandemia, lo studio Treccani

100 parole in più nella Pandemia Covid. Studio dell’Istituto Treccani

Cultura

100 parole in più nella Pandemia Covid. Abbiamo rispolverato i vocabolari, lo studio dell’Istituto Treccani lo rende noto. Mascherine, guanti, disinfettanti, distanziamento, droplet, vecchie e nuove parole del lessico quotidiano. E aggiungiamo che “il coronavirus non esiste più”

100 parole in più nella Pandemia Covid! Epidemia, mascherine, smartworking, termoscanner cosa hanno in comune, a parte il riferimento al Coronavirus? L’Istituto Treccani le ha inserite tra le 100 parole più utilizzate del periodo. A queste si aggiunge una frase dell’ultima ora “il virus non esiste più. (LEGGI LE DICHIARAZIONI E GUARDA IL VIDEO DEL DIRETTORE DEL SAN RAFFAELE) Ad inizio emergenza, Treccani, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, aveva selezionato alcune parole per comprendere meglio il virus Sars-CoV-2. Ora questi vocaboli fanno parte delle voci più in uso. Definite da D’Annunzio “cose profonde, in cui per l’uomo d’intelletto son nascoste inesauribili ricchezze”, i vocaboli sono il mezzo principale dell’espressione dell’interiorità. L’Istituto ha pensato di offrire un apporto alla comunità come meglio poteva.

100 parole in più, lo studio Treccani

Vocaboli come batterio, virus, epidemia, mascherine, guanti, respiratori, sono diventate di uso quotidiano. Conosciamo la differenza tra epidemia (manifestazione collettiva di una malattia (colera, tifo, vaiolo, influenza, ecc.) che rapidamente si diffonde, per contagio diretto o indiretto, fino a colpire un gran numero di persone in un territorio più o meno vasto, e si estingue dopo una durata più o meno lunga) e pandemia (epidemia con tendenza a diffondersi ovunque, cioè a invadere rapidamente vastissimi territorî e continenti). Sappiamo chi è un paziente zero (il primo paziente individuato, studiato e sottoposto a terapie all’interno del campione della popolazione di un’indagine epidemiologica) e cos’è il droplet (emissione di secrezioni respiratorie e salivari in forma di goccioline, espulse quando si starnutisce e si tossisce, che rimangono sospese nell’aria).

Chi sono i congiunti?

L’interrogativo lessicale che ci si è posti di più, dopo il decreto emanato il 26 aprile scorso, entrato in vigore il 4 maggio, è: chi sono i congiunti? Letteralmente è sinonimo di unito, burocraticamente: chi è legato ad altri da un vincolo di parentela ≈ affine, consanguineo, familiare, parente. Abbiamo rispolverato i vocabolari, lo dimostra Treccani!

Leggi di più

Pamela Cioffi

Ciao a tutti! Sono Pamela, ho 25 anni e frequento il corso di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali all'Università degli Studi del Molise. Ho scelto di dedicare quest'anno all'Italia, come volontaria del Servizio Civile Universale e ho aderito con entusiasmo al progetto Molise Noblesse. Prendervi parte mi ha permesso, tra tante cose, di essere stagista per il quotidiano internazionale UMDI. Grazie alla maturità scientifica, mi sono appassionata alla conoscenza del mondo, adoro l'Arte, la Cultura e la Scienza. La curiosità mi spinge a conoscere sempre nuove cose. Sono amante della lettura e dei viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *