Referendum riduzione parlamentari a settembre

Referendum riduzione parlamentari a settembre

Notizie Regioni

 

Referendum riduzione parlamentari fissato a settembre dopo essere stato revocato il 5 marzo 2020 a causa della pandemia da Coronavirus. A Campobasso la convocazione dei comizi per le elezioni comunali 

Referendum riduzione parlamentari fissato a settembre.  Il Comitato Regionale per le Comunicazioni del Molise ricorda che con il decreto del Presidente della Repubblica del 28 gennaio 2020, è stato indetto il referendum popolare costituzionale confermativo della legge costituzionale sulla riduzione nel numero dei parlamentari. Con successivo DPR del 5/3/2020 è stata disposta la revoca del referendum per i motivi legati alla pandemia del Coronavirus. Avendo il D.L. del 17 maggio 2020, n.18, stabilito che il referendum avesse luogo entro il duecentoquarantesimo giorno dalla comunicazione dell’ordinanza che lo ha ammesso, il Presidente della Repubblica, 17 luglio scorso, con proprio decreto, ha fissato per il 21 e 22 settembre 2020, la data dello svolgimento del citato referendum popolare confermativo.

Nelle medesime giornate avranno luogo anche le elezioni amministrative di Sindaci e Consigli comunali di 11 comuni in provincia di Campobasso e 9 in provincia di Isernia.  La data dell’eventuale ballottaggio è stata fissata per il 4 e 5 ottobre 2020.

Campobasso, Convocazione dei comizi per le elezioni comunali

In conseguenza, i Prefetti di Campobasso hanno provveduto ad emanare il 20 luglio scorso decreti per la convocazione dei comizi per le elezioni comunali. Pertanto, a partire dal 21 luglio 2020, e fino al 22 settembre 2020, per le attività di informazione e comunicazione politica delle emittenti radiotelevisive locali, sono in vigore le disposizioni in materia di par condicio previste: dalla legge 22 gennaio 2000 n. 28;  dal Codice di autoregolamentazione delle emittenti radiofoniche e televisive;  dalle disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e parità di accesso ai mezzi di informazione approvate con delibera Agcom n.322/20/CONS del 20 luglio 2020 per il referendum e Del. 324/20/CONS del 20 luglio 2020 per le elezioni comunali.

Il Co.Re.Com Molise, inoltre, richiama, per le emittenti radiotelevisive locali che intendano trasmettere programmi di comunicazione politica, del Codice di Autoregolamentazione di cui al decreto del Ministero delle comunicazioni dell’8 aprile 2004, le disposizioni delle predette delibere Agcom, con particolare riferimento agli artt.10 e 2.

Referendum riduzione parlamentari se ne parlerà sui media

Il Comitato, ricorda che, considerata la rilevanza politica e istituzionale del referendum confermativo, quale strumento di democrazia partecipativa, l’Agcom ha rivolto un atto di indirizzo a tutti i fornitori di servizi di media audiovisivi e radiofonici. Tutto ciò affinché riservino uno spazio adeguato ai temi inerenti al referendum popolare confermativo del testo della legge costituzionale in materia di riduzione del numero dei parlamentari, garantendo una corretta, imparziale e completa rappresentazione delle posizioni favorevoli e contrari. Per la RAI, concessionaria del servizio pubblico televisivo, è emanato il regolamento attuativo da parte della Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi nella seduta dell’11 febbraio 2020.

Referendum riduzione parlamentari, i media e i messaggi autogestiti

Per quanto concerne i Messaggi autogestiti gratuiti (MAG), il Co.Re.Com sottolinea che le emittenti radio-televisive locali che intendano trasmetterli, dovranno attenersi alle disposizioni previste dalle delibere Agcom n. 322/20 CONS e 324/20 CONS, inviando apposita comunicazione al medesimo Co.Re.Com Molise, utilizzando preferibilmente i moduli MAG/1/RN e MAG/2/RN (per il referendum) e MAG/1/EC E MAG/2/EC, con osservanza la disciplina prevista dall’art. 3 L.28/2000, entro il termine del quinto giorno di entrata in vigore delle predette delibere Agcom, ossia, entro il 25/07/2020, all’indirizzo PEC: I soggetti politici interessati a trasmettere i suddetti MAG, invece, dovranno inviare alle emittenti ed al Co.Re.Com Molise, apposita comunicazione tramite PEC, preferibilmente sul modulo MAG/3/RN e MAG/3/EC.

Per i messaggi autogestiti a pagamento, il Co.Re.Com richiama le disposizioni delle predette delibere dell’Agcom. Il Comitato, in aggiunta, avverte che la collocazione dei MAG all’interno di appositi contenitori previsti per il primo giorno, avverrà con sorteggio presso la propria sede nella data e nell’ora che verranno successivamente decise e pubblicate sul proprio sito internet istituzionale e sugli organi di informazione che si renderanno disponibili.

Co.Re.Com Molise, vietate le attività di comunicazione

Il Co.Re.Com Molise, infine, avverte altresì che in periodo di par condicio le attività di comunicazione delle pubbliche amministrazioni sono espressamente vietate dall’art.9, comma 1 della legge 28/2000. Ad eccezione di quelle fatte in forma impersonale ed indispensabili per l’efficace assolvimento delle proprie funzioni. Tutte le eventuali comunicazioni ed informazioni inerenti i suddetti procedimenti, potranno essere richieste, avvalendosi esclusivamente della PEC, o per telefono al n. 0874/424211 – Corecom Molise ufficio Radio Tv e Monitoraggio.

Leggi altro

Fabiana Carbone

20 anni, diplomata al Liceo delle Scienze Umane- economico sociale. Impegnata come volontaria nel Servizio Civile Universale, progetto Molise Noblesse. Ho seguito un corso da giornalista presso la Scuola di Giornalismo UMDI. Amo gli animali. Ho un cane e un gatto. Sono molto paziente, sempre allegra e positiva. E mi cimento con curiosità nella scrittura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *