Mitoraj in Sicilia: guerrieri e dei per lanciare un messaggio di speranza

Mitoraj in Sicilia: guerrieri e dei per lanciare un messaggio di speranza

Attualità Cultura

Mitoraj in Sicilia per una mostra itinerante che sarà allestita in tre città diverse: Noto, Villa Romana del Casale e la città storica di Piazza Armerina

Mitoraj in Sicilia nelle città dichiarate Patrimonio dell’Umanità Unesco. La mostra ha come obiettivo quello di esprimere un messaggio di speranza e di rigenerazione dopo l’emergenza sanitaria che colpito il mondo. La Sicilia, da sempre luogo d’incontro delle civiltà mediterranee, è terreno fertile per accogliere e valorizzare la poetica e l’espressività artistica di Mitoraj.

Mitoraj in Sicilia

Dal 24 luglio fino al 31 ottobre alcune delle più importanti opere del grande artista Igor Mitoraj – famoso in tutto il mondo per i suoi “giganti feriti” – saranno esposte per la prima volta contemporaneamente in tre luoghi straordinari dell’arte e della cultura: Noto, Villa Romana del Casale e la città storica di Piazza Armerina. I comuni di questi siti hanno deciso di allestire questa mostra per esprimere un messaggio di speranza e di rigenerazione, dopo l’emergenza sanitaria che ha rimesso in discussione le condizioni e gli stili di vita a livello mondiale.

L’Abbraccio come messaggio di speranza

“L’Abbraccio” è il filo conduttore della mostra. L’intento è quello di mettere in risalto l’interrelazione tra gli individui, le diverse culture e le radici storiche. I 15 capolavori di Mitoraj sono esposti in sintonia con la cultura antica – che rafforza il senso di appartenenza ai territori – e segna una nuova consapevolezza per il futuro.

Mitoraj in Sicilia: le sculture del maestro

Le sculture di Mitoraj richiamano gli eroi e gli dèi classici. L’artista li ha riportati alla dimensione contemporanea della sofferenza dell’uomo. Vi sono teste mozzate, busti ed antichi guerrieri. Tutti con lo scopo di rievocare e sottolineare la loro umanità; e l’abbraccio con la civiltà.  In Villa Romana del Casale, nell’area archeologica di epoca tardo imperiale, si potrà ammirare l’opera “Luci di Nara II”: una scultura che rientra nel filone orientale del percorso artistico di Mitoraj.

Luci di Nara: un’esposizione inedita

L’opera “Luci di Nara” è molto cara all’artista che l’ha esposta al British Museum nella mostra “Time Machine”. Ma le nuove dimensione e l’uso del marmo la rendono un’opera del tutto inedita.

Mitoraj in Sicilia: i luoghi della mostra

La mostra espone nei tre meravigliosi siti le seguenti opere:

VILLA ROMANA DEL CASALE:

Luci di Nara II (2014) – Coppia per l’eternità (2012) – Herms Tivoli (2005) – Gorgona Mosaico (1992) – Ikaro (1998) – Ikaria (1996)

PIAZZA ARMERINA:

Ikaria Colonna (1987) – Tindaro (1997), Torso Croce (2013)

NOTO:

Dedalo (2010) – Gambe Alate (2002) – Eros Bendato (1999) – Ikaria (1996) – Ikaro Alato (2000) – Eros Alato Screpolato (2013)

Leggi altro

Eliza Kiemiesz

Eliza Kiemiesz, studentessa di Lettere e Beni Culturali all'università del Molise. Madrelingua polacca e poliglotta. Amo particolarmente gli animali ed il contatto con la natura; acque dolci o salate sono il mio ambiente preferito. La mia passione è la scrittura e, di conseguenza, la lettura. Innamorata dell'arte e di tutto ciò che mi fa meravigliare; adoro particolarmente il femminile.