8-marzo-archivio-di

8 MARZO. L’ARCHIVIO DI STATO DI ROMA OSPITA LA PRESENTAZIONE DE ‘LE CRONACHE DI SANTA CECILIA’ RACCONTATE DALLE SUORE BENEDETTINE DEL CONVENTO

Articoli Old

LE CRONACHE DI SANTA CECILIA. UN MONASTERO FEMMINILE A ROMA IN ETÀ MODERNA, EDITO DA VIELLA, A CURA DI ALESSIA LIROSI. LA VITA QUOTIDIANA SCANDITA DAI MOMENTI LITURGICI, GLI EVENTI MIRACOLOSI, LA PESTE DEL 1656, LA VISITA DELLA REGINA CRISTINA DI SVEZIA. COLLANA LA MEMORIA RESTITUITA. FONTI PER LA STORIA DELLE DONNE, DIRETTA DA MARINA CAFFIERO E MANOLA IDA VENZO, CHE CURA, PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA CON UN’INIZIATIVA CONGIUNTA TRA ARCHIVIO DI STATO DI ROMA E L’UNIVERSITÀ LA SAPIENZA. FONTI PER LA STORIA DI GENERE E NON SOLO.

Presentazione del volume a cura di

Alessia Lirosi

Le cronache di Santa Cecilia

Un monastero femminile a Roma in età moderna

Archivio di Stato di Roma

Sala Alessandrina

Corso del Rinascimento, 40 – Roma

8 marzo 2010 – ore 16,30

In occasione della “festa della donna” l’ Archivio di Stato di Roma ospita nella Sala Alessandrina il giorno 8 marzo 2010 alle ore 16,30 la presentazione del volume a cura di Alessia Lirosi Le cronache di Santa Cecilia. Un monastero femminile a Roma in età moderna, edito da ViellaDopo l’introduzione del Direttore dell’Archivio di Stato, Eugenio Lo Sardo, parleranno Gilles Bertrand, docente dell’Università di Grenoble, Pia Bidolli, dirigente nella Direzione Generale degli Archivi e Sara Cabibbo, docente dell’Università degli Studi Roma Tre. Sarà presente l’Autrice.

La Cronaca del venerabile monastero di santa Cecilia, scritta dalle suore benedettineche vi abitarono a partire dal XVI secolo, costituisce una fonte rara e preziosa che permette di conoscere la vita all’interno del prestigioso convento romano, di comprendere quali erano i rapporti delle monache con il mondo esterno e di accostarci alla loro cultura. Al racconto della che progettò di ritirarsi a vivere nel monastero.

Il volume fa parte della collana La memoria restituita. Fonti per la storia delle donne, diretta da Marina Caffiero e Manola Ida Venzo, che cura, per la prima volta in Italia con un’iniziativa congiunta tra Archivio di Stato di Roma e l’Università La Sapienza, la pubblicazione di testi prodotti da donne dal tardo medioevo all’età contemporanea, portando alla luce importanti fonti non solo per la storia di genere, ma anche per altri ambiti di ricerca che da essa hanno avuto impulso, nuove domande e rinnovata linfa: la storia dell’istruzione e dell’alfabetizzazione, quella economica e popolare, la storia della famiglia, della socialità e dei rapporti affettivi

Redazione Umdi Luana

sono di San Polo Matese ed ho 28 anni. Nella vita sono mamma a tempo pieno di un bambino di 3 anni e mezzo! Sono diplomata in Scienze Sociali, e iscritta al terzo anno di Lettere e Beni Culturali. Amo la natura, e il periodo primaverile è il mio preferito. Ho molti hobby, di fatti lavoro ad uncinetto, punto croce e pannolenci! Sono appassionata di arte, e ammiro in particolar modo Canova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *