Molise per l’emigrazione: ospite ad Agnone l’antropologo Prof Douglass

di Romina Nocera -

Orgoglio per la città di Agnone nell’incontrare lo studioso di antropologia William A. Douglass autore di “L’Emigrazione in un Paese dell’Italia Meridionale” oggetto di studio nelle principali Università Americane. “E’ importante custodire il filo tra l’emigrazione storica molisana avvenuta dal 1860 al 1970, la nuova emigrazione regionale partita dagli inizi del 1990 ed il fenomeno della fuga dei giovani laureati e dei talenti”

(UMDI-UNMONDODITALIANI) Lo studioso di antropologia Prof. William A. Douglass, sarà presente ad Agnone per intervenire alla presentazione dell’edizione ristampata della sua ricercaL’Emigrazione in un Paese dell’Italia Meridionale” oggetto di studio nelle principali Università Americane oltre che costituire uno dei migliori testi scientifici sui flussi migratori assunti a modello per metodo e per merito a livello internazionale. Il Prof. Douglass soggiornò ad Agnone dal 1972 al 1974 per approfondire sul piano economico, culturale, sociale, antropologico e demografico l’evoluzione migratoria dal 1806 al 1970 di una delle città più popolate del Molise che, oltre ad un tessuto produttivo agro – pastorale, vedeva affermata una fiorente attività industriale, artigianale e commerciale legata a varie lavorazioni. I 12 mila abitanti del 1870 si ridussero a 6 mila nel 1970 a causa dei mutamenti intervenuti che spinsero nel tempo migliaia di agnonesi ad emigrare in Argentina, Brasile, Stati Uniti, Canada, Australia e in diversi Paesi del Nord – Europa. William A. Douglass, a cui la Società Antropologica Europea ha intitolato un premio annuale alla miglior pubblicazione in materia, nel 2014 ha avuto la cittadinanza onoraria di Agnone, e la sua ricerca rappresenta una pietra miliare per qualsiasi sociologo, scrittore o studioso che intende occuparsi o avvicinarsi al mondo dell’emigrazione. Qualche settimana fa come l’Associazione Tedeschi ha incontrato Michela IZZO, la ricercatrice di Campobasso, laureata all’Università degli Studi del Molise, che per la sua attività scientifica ed umanitaria nella Repubblica Dominicana condotta da 13 anni con una ONG che opera sotto la supervisione della FAO e dell’ONU ha ricevuto il riconoscimento di “Donne che Cambiano il Mondo 2018”. Oggi abbiamo incontrato in Associazione un’altra giovane laureata di Campobasso, Francesca Ricciardi, che da 6 anni opera in Spagna nell’accoglienza umanitaria di profughi, rifugiati e richiedenti asilo, tenendo conferenze internazionali, iniziative pubbliche e confronti sui principali mass – media spagnoli. Francesca rappresenta uno dei migliori esempi di emigrazione per scelta, seguendo una propria vocazione umanitaria, ed è riuscita ad affermarsi con successo in uno dei mondi più difficili del nostro tempo, quello dell’accoglienza umanitaria, ricevendo attestati di stima e riconoscimenti a livello internazionale per competenza, passione e determinazione. Per l’Associazione “Padre Giuseppe Tedeschi” è importante custodire il filo tra l’emigrazione storica molisana avvenuta dal 1860 al 1970, la nuova emigrazione regionale partita dagli inizi del 1990 ed il fenomeno della fuga dei giovani laureati e dei talenti come Michela Izzo, Francesca Ricciardi e tanti altri che oggi operano con successo nei principali studi di architettura, banche d’affari, cliniche specialistiche o grandi istituzioni internazionali a Berlino, San Paolo, Sydney, New York, Londra, Ginevra, Bruxelles, Parigi, Toronto o Amsterdam. Non bisogna smarrire i contatti con chi va via. Al contrario è indispensabile che li manteniamo, nel limite del possibile, collegati alla propria terra d’origine.

12 / 09 / 2018

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10