Raduno Eremiti d'Italia a Castelpetroso. Il Molise al centro dell'insolito summit

Raduno Eremiti d’Italia a Castelpetroso. Il Molise al centro dell’insolito summit

Notizie Locali

Raduno Eremiti d’Italia Da oggi 16 settembre fino a sabato 18. Nel Santuario di Castelpetroso si svolgerà il primo convegno degli eremiti d’Italia organizzato dalla Diocesi guidata dal vescovo Bregantini e suor Margherita, eremita a Sant’Egidio, nel Matese.

Raduno Eremiti d’Italia iniziato oggi 16 settembre con un fraterno dialogo sulla propria esperienza. Ogni eremita avrà la possibilità di parlare delle proprie scelte e dei propri perché.  A seguire dei Vespri solenni in Basilica alle 17.00, si rifletterà e si ripercorrerà le domande che nasceranno dall’iniziale racconto di vita.

Raduno Eremiti d’Italia: venerdì 17 settembre

La seconda giornata inizierà con la messa mattutina delle 07.00, poi, festa della santa suor Ildegarda di Bingen, tedesca del VII secolo che ha posto attenzione sull’impiego delle erbe locali. Seguiranno riflessioni bibliche tenute dal vescovo Bergantini e da suor Margherita. Nel pomeriggio sarà l’eremita Mirella Muià, venuta da Gerace in Calabria, sede del vescovo Giancarlo che l’ha consacrata eremita.

Sabato 18 settembre

Nella mattina del 18 settembre il biblista Don Michele Tartaglia insieme alla eremita Lidia Curcio parleranno della figura profetessa Anna. Domenica mattina il raduno chiuderà con un triplice messaggio: agli eremiti d’Italia, alle Chiese italiane ed alla società tutta.

Voci dalla Curia

“Per noi, – afferma la Curia- in diocesi e in Molise è un evento di grande portata pastorale e culturale. Ci aiuta anche nella riflessione sulle aree interne. Gli eremiti, infatti, compiono il segno opposto alla fragile cultura odierna che tende a abbandonare i nostri borghi, creando custodia e valorizzazione di quelle terre abbandonate. Per rendere, tutti insieme, un vero giardino di grazia e di speranza.” Perché “L’Eremita è lontano da tutti, per poi essere vicino a tutti. Sta da solo, perché nessuno resti solo.”

Leggi altro

Eliza Kiemiesz

Eliza Kiemiesz, studentessa di Lettere e Beni Culturali all'università del Molise. Madrelingua polacca e poliglotta. Amo particolarmente gli animali ed il contatto con la natura; acque dolci o salate sono il mio ambiente preferito. La mia passione è la scrittura e, di conseguenza, la lettura. Innamorata dell'arte e di tutto ciò che mi fa meravigliare; adoro particolarmente il femminile.