Chiesa sotto le stelle. La messa all'aperto per rispondere alla Pandemia Covid

Chiesa sotto le Stelle. Messa così è una figata!

Notizie Nazionali

Chiesa sotto le Stelle, esponente di Forza Italia ci tiene ad invitare i fedeli a riprendere in mano la propria vita dopo la pandemia soprattutto tornare a Messa

Chiesa sotto le Stelle, Roberto Mezzaroma, parlamentare italiano al parlamento europeo e fondatore del MEDIC, il Movimento per la Difesa del Crocefisso, ci tiene ad invitare i fedeli a riprendere in mano la propria vita e le proprie abitudini dopo la pandemia, soprattutto la liberta di tornare a Messa. In una lettera dichiara: – “Sono convinto, come ho scritto anche nei mesi scorsi, che l’uragano della pandemia da Coronavirus possa e debba rappresentare anche un’occasione importante per ripartire in modo migliore e riscoprire l’importanza di molte opportunità di cui ci siamo privati in questi mesi. Tra queste il ‘ritorno’ della libertà di andare a Messa, non già una semplice abitudine da riprendere, ma una viva occasione di incontro e di confronto da ‘aprire’ il più possibile ai giovani, all’esterno ed al dialogo”.

Chiesa sotto le Stelle, Si spera nella piena apertura delle chiese al mondo

“Coltivo da sempre l’idea di una Chiesa che si apra finalmente e pienamente al mondo esterno. Non solo metaforicamente ma soprattutto concretamente. Scendendo nelle strade, nei vicoli, nei parchi e perché no andando anche sulle spiagge. Sarebbe un passo fondamentale anche e soprattutto per avvicinare finalmente i giovani non tanto semplicemente ad una fede, ma soprattutto al confronto con un sistema valoriale spesso trascurato perché immaginato esclusivamente come un dogma. E che in realtà corrisponde a quei valori del diritto universale (dall’onestà all’uguaglianza, dalla solidarietà alla tolleranza) che oggi sarebbero fondamentali per ricostruire, innanzitutto nelle sue fondamenta civiche e culturali, un Paese decisamente provato da un punto di vista economico, sociale e morale”.

L’idea della Santa Messa all’aria aperta

“Ecco allora l’idea della Santa Messa per aprire una serata all’aria aperta con un bicchiere di vino ed un piatto di spaghetti ma senza musica ‘a palla’ per avere la possibilità di tornare a parlarsi ed ascoltarsi anche tra generazioni diverse. Forse sarà l’occasione per qualche ragazzo che considera ‘da sfigati’ andare la domenica mattina a Messa di pensare che anche una Messa possa far parte di una serata ‘figa’. Un obiettivo che spiega anche lo ‘slogan’ volutamente provocatorio dell’iniziativa che trovate nei dettagli nell’invito in allegato e sulla mia pagina Facebook al seguente link”.

Leggi altro

Redazione Umdi Francesca

20 anni, diploma di Perito in Sistemi Informativi Aziendali. Impegnata come volontaria nel Servizio Civile Universale. Ho seguito il corso "Giornalista sul Campo" della Scuola di Giornalismo UMDI Un Mondo d'Italiani. Sono solare e ho fiducia nella vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *