Instagram combatte il cyberbullismo. Tutte le novità

di Andrea De Marco -

Il nuovo capo di Instagram, Adam Mosseri, ha deciso di introdurre una serie di provvedimenti allo scopo di combattere il cyberbullismo sul social network. Il fenomeno può verificarsi anche attraverso immagini, non solamente tramite testi di WhatsApp o Facebook.

(UMDI-UNMONDODITALIANI) Chi ha figli adolescenti conosce, almeno per sommi capi, il problema del bullismo e della sua trasposizione digitale, il cyberbullismo. E saprà anche che i giovanissimi usano molto Instagram, il “social network delle immagini”, come spesso è identificato. Forse non tutti hanno collegato le due cose e compreso che gli atti di cyberbullismo possono anche essere perpetrati per immagini, non solo sotto forma di testi in WhatsApp o Facebook. È qui che entra in gioco una notizia interessante legata a una decisione del nuovo capo di Instagram, Adam Mosseri, che ha voluto l’introduzione di una serie di provvedimenti per combattere il cyberbullismo sul suo social newtork.

Algoritmo di Instagram

Come? È piuttosto semplice, se non si entra troppo nei dettagli tecnici. Su molti siti, fra cui Instagram, sono già presenti filtri anti bullismo per i testi, fatti per individuare e nascondere i commenti potenzialmente lesivi per le persone. Su Instagram è stato ora implementato anche un algoritmo capace di individuare e filtrare contenuti offensivi presenti in fotografie e didascalie. Il programma sfrutta la tecnologia dell’apprendimento automatico, esegue una scansione ottica delle foto pubblicate nell’app ed è capace di rilevare riferimenti al bullismo. Le foto che il programma identifica come sospette vengono poi dirottate su un gruppo di esperti umani e, se c’è la conferma della natura offensiva, vengono rimosse. Attualmente l’aggiornamento si concentra solo sulle foto ma, secondo alcune fonti, Instagram sta lavorando anche a soluzioni per la protezione dei video.

Contenuti delle foto

Che cosa devono contenere le foto che vengono rimosse? “Attacchi all’aspetto o al modo di essere di una persona, nonché minacce al benessere o alla salute di una persona“. Per capire bene di che cosa parliamo vale la pena riprendere il profilo giuridico del cyber bullismo, come spiegato dall’Avvocato Dott. Giuseppe Messina ai tempi dell’approvazione della legge 29 maggio 2017 n. 71. Il fenomeno infatti non si limita all’uso di strumenti informatici per inviare messaggi offensivi, denigratori e oltraggiosi, perché il cyberbullismo è in realtà un grande contenitore che racchiude diversi fenomeni. Fra questi il “sexting”, ossia la pubblicazione di fotografie sessualmente esplicite, il “bodyshaming”, cioè la pratica di spingere un altro soggetto a provare vergogna del proprio corpo, e foto e video di violenza fisica praticata sulla vittima, ripresa tramite cellulare e resa virale all’interno di una comunità online. In sostanza, se il bullismo identifica comportamenti violenti di un gruppo ai danni di una vittima, tramite Internet si declina in molteplici forme che possono sì passare per insulti scritti, ma anche e a maggior ragione per immagini. Con la differenza che un’immagine può valere più di mille parole, sia in accezione positiva, sia negativa. Da qui l’esigenza di tutelare i minori, anche impedendo la diffusione di immagini che possono essere usate come strumenti di pressione, aggressione, molestie, ricatto, denigrazione o diffamazione. L’idea di Instagram è lodevole e auspichiamo che sia efficace, ma ricordiamo che uno strumento informatico, per quanto efficiente, non può rimpiazzare la sorveglianza a cui sono chiamati i genitori di figli minorenni. Ai minori ricordiamo poi che sono a disposizione molti strumenti di denuncia, usateli!

10 / 10 / 2018

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10