Festival Risuonanze incontri di nuove musiche. 5 eventi di livello fra Pasian di Prato, Udine e Trieste

di Ilenia Perrella-

Cinque gli eventi concertistici in programma (fra il 31 maggio, l'1, il 2 e il 10 giugno, in diverse sedi), durante i quali saranno presentate, come sempre in prima esecuzione assoluta o in prima italiana, opere di ben 48 compositori internazionali: la maggior parte di esse sono commissionate direttamente dall’organizzazione mentre 15 sono state selezionate nel corso di una "Call for Scores" internazionale, che ha raccolto quasi 400 adesioni da ogni parte del mondo.

(UMDI UNMONDODITALIANI) Al via "Risuonanze 2019 - Incontri di nuove musiche", intelligente e prezioso festival internazionale, promosso dall’Associazione culturale TKE di Tricesimo, improntato a una mission ben precisa: reagire con forza alla sempre maggior ingerenza delle dinamiche tipiche del mercato di massa nei rapporti fra le opere dell’ingegno e dell'espressività umana non destinate a quel fine. Giunta alla settima edizione, la rassegna può contare sul coinvolgimento di un gran numero di compositori, musicologi e intellettuali, accomunati dal desiderio di segnare una svolta rispetto ai citati processi di massificazione nel settore della musica. L'articolata programmazione consentirà al pubblico di ascoltare creazioni di compositori molto noti così come di giovani autori emergenti, con un ampio spettro di età, nazionalità, stili e linguaggi. Da segnalare, nel lungo elenco, le new entry Roberto Andreoni, Kalevi Aho (finlandese), Paolo Marchettini e alcuni nomi già presentati in passato, Sonia Bo, Gilberto Bosco, Giorcio Colombo Taccani, Fabrizio De Rossi Re, Carla Rebora e Gabrio Taglietti. Come di consueto, il programma di sala includerà una raccolta di saggi inediti, offerti da compositori e musicologi: nell’edizione 2019 i contributi arrivano dai musicologi Paolo Emilio Carapezza ed Enrico Fubini e dai compositori Gilberto Bosco, Jacobo Durán Loriga, Carlo Galante e Andrea Talmelli. Tutti i concerti, la cui esecuzione è affidata a interpreti specializzati nella musica contemporanea, saranno accompagnati e impreziositi di momenti di dialogo, anche informale, tra compositori, musicisti e pubblico. "Risuonanze 2019 – incontri di nuove musiche" gode della collaborazione di Progetto Cultura Nuova (Comuni di Campoformido, Martignacco, Pagnacco e Pasian di Prato), Comuni di Udine e Tricesimo, Casa della Musica/Scuola di musica 55 di Trieste e Associazione Culturale Progetto Quattro Stagioni. Patrocinano l'evento la S.I.M.C. - Società Italiana Musica Contemporanea e il Club Unesco di Udine mentre la Camera dei Deputati ha offerto il proprio patrocinio alla serata conclusiva, in programma per il 10 giugno. L’edizione di quest'anno del festival consolida la media-partnership di Radio Capodistria e TV Capodistria: la prima trasmetterà in differita tutti i concerti.

IL PROGRAMMA DI RISUONANZE 2019 - INCONTRI DI NUOVE MUSICHE.

"Risuonanze 2019 - Incontri di nuove musiche" si aprirà venerdì 31 maggio, alle 20.45, nell'Auditorium comunale Elio Venier di Pasian di Prato: Rocco Rescigno (trombone) eseguirà musiche di Andreina Costantini, Stefano Procaccioli, Kalevi Aho, Rossano Pinelli, Massimo Varchione, Joao Pedro Oliveira, Gianluca Deserti, Antonio Agostini e Daniele Bertoldin.

Seconda e terza tappa della rassegna sabato 1 giugno, a Udine, nella cornice di Casa Cavazzini: alle ore 18 Ghenadie Rotari (fisarmonica) interpreterà brani di Paolo Marchettini, Idin Samimi Mofakham, Martyna Kosecka, Biagio Putignano, Haris Kittos, Sara Carvalho, Hugo Vasco Reis, Arshia Samsaminia e Ivan Buffa; alle 21, invece, nella stessa location i violinisti Verena Rojc e Oliver Dizdarević proporranno musiche di Paolo Longo, Anna Bofill Levi, Andrea Talmelli, Fabrizio De Rossi Re, Mohammad Amin Sharifi, Paolo Manfrin, Nicolas Vérin e Joseph Pereira.

Quarto concerto domenica 2 giugno, nuovamente a Casa Cavazzini, alle 20.45: Tiziano Cantoni (flauti), Enrico Cossio (oboe) e Nicola Bulfone (clarinetti) eseguiranno brani di Giorgio Colombo Taccani, Bruno Zanolini, Umberto Bombardelli, Davide Pitis, Carla Magnan, Carlo Galante, Annachiara Gedda, Egid Joechl, Jane O’Leary e George Stevenson.

Gran finale lunedì 10 giugno, a Trieste, all'Auditorium della Casa della Musica: sul palco, alle 20.45, Akiko Kozato (mezzosoprano) e Adele D’Aronzo (pianoforte), che interpreteranno musiche di Giuseppe Colardo, Gilberto Bosco, Roberto Andreoni, Carla Rebora, Gabrio Taglietti, Sonia Bo, Keiko Takano, Hunter Coblentz, Mladen Tarbuk, Kirsten Strom e Dimitrios Katharopoulos.

30 / 05 / 2019

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10