Sicurezza sul lavoro e migrazione. Da Matera, capitale della Cultura

Italiani Nel Mondo

Su proposta dell’ ANMIL Provinciale di Campobasso e dell’Associazione Giuseppe Tedeschi è stato approvato e pubblicato il BANDO” Sicurezza sul lavoro e migrazione Ieri e Oggi”, rivolto alle Scuole Superiori con l’intento di coinvolgere gli studenti nelle riflessioni sulla sicurezza nei luoghi di lavoro

(UMDI-UNMONDODITALIANI) Approvato e pubblicato il BANDO “Sicurezza sul lavoro e migrazione Ieri e Oggi”, rivolto alle Istituzioni Scolastiche Superiori teso a coinvolgere gli studenti nelle riflessioni sul tema della sicurezza sul lavoro, con particolare riferimento alla maggiore esposizione al rischio dei lavoratori che emigrano. Il Bando è stato proposto dall’ANMIL Provinciale di Campobasso e dall’Associazione Giuseppe Tedeschi.

Evento di riferimento

L’evento preso a riferimento è la strage mineraria di Monongah in West Virginia del 6 dicembre 1907 in cui morirono 361 operai di cui 171 italiani quasi tutti meridionali (87 molisani e 6 lucani), partendo dal testo di Josef D’Andrea, Console Onorario d’Italia di Pittsburgh (Pennsylvania) originario di Roccamandolfi (IS), che ha dedicato 20 anni di studi e ricerche per riportare alla luce il più grande disastro del mondo del lavoro americano per numero di vittime. Per il Molise, ma più in generale per l’Italia, è utile riflettere anche nella cornice di “MATERA Capitale Europea della Cultura 2019” di sicurezza sul lavoro e maggior esposizione al rischio dei migranti in ogni epoca storica, ieri a Monongah negli Stati Uniti e oggi nelle campagne e nei cantieri edili italiani, del Metaponto e del Basso Molise. Per questa ragione l’ANMIL, l’Associazione “Giuseppe Tedeschi” e le Direzioni INAIL di Basilicata e Molise ringraziano gli Uffici Scolastici delle due Regioni per aver accolto la proposta e per essersi impegnati a coinvolgere le Scuole Superiori di Molise e Lucania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *