Greenpass burocratico non sanitario. Merluzzi: "Sembra un teatro"

Green Pass burocratico non sanitario. Merluzzi: “Sembra un teatro”

Attualità Notizie Nazionali

Green Pass continua a sollevare polemiche. Con l’avanzare dell’ipotesi di estendere la validità fino ai 12 mesi avanzano le critiche. Secondo Pregliasco è un criterio prettamente burocratico

Green Pass ancora al centro di controversie. Questa volta a causa dell’ipotesi di allungamento di validità del certificato: da 9 a 12 mesi. Pregliasco commenta “Non c’è un dato di riferimento. Si sta studiando, mancano ancora articoli scientifici”.

Green Pass per 12 mesi

Fabrizio Pregliasco, igienista e medico dell’Università di Milano ammette la mancanza di criterio scientifico nel protrarre la validità del certificato verde fino a 12 mesi. “Il dato effettivo lo avremo a un annetto dai primi vaccinati e dai trial clinici, – afferma Pregliasco – altrimenti è un modello matematico ma non è l’oggettività e l’efficacia sul campo, perché non c’è solo da misurare la quantità di anticorpi ma vedere anche la probabilità di come ti ammali“.

Meluzzi: è un teatro

Per Meluzzi, psichiatra, è tutto un teatro: “Sembra di assistere ad una pièce teatrale. Ma di cosa stiamo parlando? Locatelli, presidente del CTS, dice che bisogna allungare il tempo del green pass perché ragionevolmente se anche fossero diminuiti gli anticorpi potrebbero andar bene lo stesso.”

Leggi altro

Eliza Kiemiesz

Eliza Kiemiesz, studentessa di Lettere e Beni Culturali all'università del Molise. Madrelingua polacca e poliglotta. Amo particolarmente gli animali ed il contatto con la natura; acque dolci o salate sono il mio ambiente preferito. La mia passione è la scrittura e, di conseguenza, la lettura. Innamorata dell'arte e di tutto ciò che mi fa meravigliare; adoro particolarmente il femminile.