Zes Adriatica: Molise e Puglia, una sola anima

di Redaz.UMDI -

A Foggia, presso la sala convegni Fantini, è stato organizzato un seminario tecnico sulla ZES. Tra i relatori anche il presidente della Regione Molise Donato Toma

(UMDI-UNMONDODITALIANI) Confindustria Foggia ha organizzato, nel pomeriggio, un seminario tecnico sulla ZES presso la Sala convegni Fantini. Presente, fra gli altri, Ugo Patroni Griffi, presidente Autorità di sistema portuale Mare adriatico meridionale, al quale sono state affidate le conclusioni.

Presidente Toma tra i relatori

Fra i relatori, il presidente della Regione Molise, Donato Toma, che è intervenuto su “Attuazione delle ZES in Molise e sinergie con la Regione Puglia”. Riguardo alla ZES Adriatica che, com’è noto, coinvolge Molise e Puglia, Toma ha sottolineato un dato estremamente positivo, vale a dire la considerazione che le due regioni sono riuscite, in tempi brevi, a chiudere insieme un momento importante della loro programmazione e delle loro ambizioni strategiche.

Puglia e Molise molto affini tra loro

Il governatore ha ricordato le ragioni culturali, storiche, di affinità, di vicinanza tra i due territori, che hanno consentito di attivare una programmazione ZES condivisa. Sinergie che si esplicano su più fronti, a partire da un nuovo posizionamento del porto di Termoli, che sarà fortemente integrato con la rete portuale pugliese. Un accenno, poi, alla semplificazione normativa, in quanto Toma, quale presidente della Regione Molise, ha ricevuto l’incarico dal Ministero della Coesione di coordinare tutte le regioni italiane interessate dalle ZES ai fini di migliorare le capacità attrattive in termini di significativa semplificazione per ogni tipologia di permessi e autorizzazioni necessarie.

Piano di miglioramento infrastrutturale

E poi, il Piano di miglioramento infrastrutturale, soprattutto per le aree industriali del Molise centrale, che scontano un livello decisamente inadeguato, Piano attualmente sui tavoli del Ministero delle Infrastrutture. In prospettiva, si lavora ad avere un'immagine unica, segno di un’offerta vincente di accompagnamento e garanzia di allocazione nei termini e nei modi migliori, e a condividere la gestione di un form unitario di richiesta. Si valuterà, infine, congiuntamente, la possibilità di mettere in campo anche azioni di accompagnamento, che abbiano a riferimento sistemi d’incentivazione e di supporto, di natura similare, in modo di far percepire un’immagine di forte omogeneità e una sola identità di ZES Adriatica.

09 / 11 / 2019

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi5@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Andrea-de-Marco, Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri, Grazia-De-Gregorio, Samuele-Doganiero

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola (giornalista OdG)

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10