Sisma Calabria e Sicilia, eruzione vulcano sottomarino Palinuro. Le scosse potrebbero preludere all’atteso terremoto

di Mina Cappussi -

Preoccupati gli esperti, dall’Italia alla Russia, che si sono espressi circa un probabile evento sismico catastrofico, di Enea7.5 gradi della Scala Richter, che potrà colpire l’area tra la Calabria e la Sicilia, nella quale insistono industrie pericolose, chimiche e petrolchimiche, che non sarebbero in grado di resistere ad un sisma di tale portata. Il Direttore dell’Enea di Bologna, l’ing. Alessandro Martelli, Vladimir Kossobokov, dell’Accademia Russa delle Scienze, il prof. Adriano Panza dell’Accademia dei Lincei, il prof. Carlo Doglioni di Roma, il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Messina, Santi Trovato. Mentre sale la preoccupazione e la tensione tra la gente comune, tutto tace a livello istituzionale. Mauro Dolce e Guido Bertolaso, indagati, furono chiamati a Bojano Mauro Dolce per “rassicurare” la popolazione.

(UMDI - UNMONDODITALIANI) Ieri, nella zona tra Avola e Noto, in provincia di Siracusa, la terra ha tremato di nuovo, e la scossa s’è avvertita fin alle Eolie, 2.6 gradi della scala Richter. In Calabria, nella notte fra e venerdì: scossa di magnitudo 3.1 con epicentro fra le province di Catanzaro e Crotone. Più forte quella registrata invece fra Guido BertolasoCalabria e Basilicata, ancora ieri, con epicentro nel Comune tirrenico di Maratea a circa 8 chilometri di profondità: i sismografi hanno segnato 4.3 gradi di magnitudo, e poi un’altra scossa più lieve di poco superiore ai 3 gradi Richter. Il terremoto s’è avvertito anche nella confinante provincia di Salerno. E giovedì, nella zona campana del Cilento, i residenti hanno potuto avvertire gli effetti dell’eruzione del vulcano sottomarino Palinuro, con scosse oltre i 3 gradi. Tanta paura, sebbene non si registrino danni a persone o cose. Il fatto è che la terra continua a tremare in Emilia e il sisma ripetuto a distanza di una settimana, il 20 e il 29 maggio, che ha causato 23 morti, oltre ai feriti e agli sfollati, ha scosso l’opinioneprof Kossobokov Vladimir pubblica. Soprattutto in relazione alle preoccupazioni di esperti che, da più parti, dall’Italia alla Russia, si sono espressi circa un probabile evento sismico catastrofico, di 7.5 gradi della Scala Richter, che potrà colpire l’area tra la Calabria e la Sicilia, nella quale insistono industrie pericolose, chimiche e petrolchimiche, che non sarebbero in grado di resistere ad un sisma di tale portata. In particolare UMDI ha intervistato in esclusiva il Direttore dell’Enea di Bologna, l’ing. Alessandro Martelli, il quale ha confermato le previsioni e i timori legati alla presenza del polo petrolchimico, dell’industria che produce polimeri, delle raffinerie che insistono in quell’area ad alto rischio, dove non si dovevano consentire insediamenti del genere, di Vladimir Kossobokov, dell’Accademia Russa delle Scienzeing Alessandro Martelli circa gli effetti di un sisma atteso, pari a 7.5 della scala Mercalli, del prof. Adriano Panza dell’Accademia dei Lincei, del prof. Carlo Doglioni di Roma, del Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Messina, Santi Trovato “il rischio c’è, ed è elevato, così come è possibile un maremoto”. Dicono tutti la stessa cosa. Si aspettano un terremoto e l’hanno comunicato alle istituzioni italiane, che dovrebbero imporre l’isolamento sismico e la messa in sicurezza delle industrie e degli edifici strategici. Ma, mentre sale la preoccupazione e la tensione tra la gente comune, tutto tace a livello istituzionale, nonostante una interrogazione e una risoluzione presentate dal Presidente della Commissione Camerale, Angelo Alessandri.

"Uno sciame sismico come quello dell'Aquila - la testimonianza delvittime terremoto L'Aquila prof. Vladimir Kossobokov alla sedicesima udienza del processo contro la Commissione Grandi Rischi - poteva essere precursore di una forte scossa di terremoto".

Le scosse di lieve entitàche hanno interessato la Calabria in questi giorni potrebbero essere un fenomeno isolato, che si esaurirà in pochissimo tempo,ma potrebbero anche rappresentareuna sorta di bradisismo che prelude a uno scossone più forte. A San Giuliano di Puglia, la notte prima del 31 ottobre, numerose scosse lievi avevano preoccupato la cittadinanza,ma il Sindaco aveva rassicurato tutti, nonostante fosse stata inaugurata da pochi giorni lascelleratavittime terremoto L'Aquila sopraelevazione, in cemento armato, della scuola Jovine in muratura.

A L’Aquila gli studenti universitari telefonavano quasi ogni giorno alla Protezione Civile e alle autorità locali denunciando crepe nei muri della Casa dello studente, che si facevano più evidenti ad ogni scossa, durante il lungo periodo di attività sismica che ha interessato l’Abruzzo prima della scossa del 6 aprile 2009 che ha distrutto interi comuni facendo centinaia di morti.mamme di Bojano incatenate 18 mesi per rivendicare la sicurezza delle scuole

A Bojano Mauro Dolce e Guido Bertolaso dissero che nelle scuole cittadine avrebbero mandato i propri figli, ma quelle strutture furono poi tutte abbattute perché rivelarono la stessa tipologia costruttiva di San Giuliano, con una struttura in muratura sopraelevata in cemento.

E oggi la Commissione Grandi Rischi è sotto inchiesta e i suoi sette componenti rinviati a giudizio, per aver minimizzato il rischio all’Aquila, accusati di omicidio colposo plurimo e lesioni. Gli stessi che nelle scuole poi abbattute di Bojano avrebbero mandato i area a rischio sismicopropri figli, rispondendo alla richiesta di aiuto dell’allora sindaco, che si trovò a combattere le mamme delle Scuole Sicure capeggiate dalla prof. Maria Grazia Tagliaferri, abbandonato dal resto dell’Esecutivo. A Mauro Dolce fu poi commissionata, pura coincidenza, la verifica sismica di quelle scuole che furono poi dichiarate inagibili.

L’area a cui si guarda in questi giorni con maggiore preoccupazionearea dove ci si attende un terremoto distruttivo di 7.5 gradi della scala Richter è quella a sud della Calabria, intorno allo Stretto, fra Messina e Reggio Calabria. Proprio quella che, nel 1908, fu colpita da un terremoto devastante, con conseguente tsunami e circa 100mila morti.

® Riproduzione vietata. Consentita solo previa citazione della fonte. Tutti i diritti riservati

UN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINE

Agenzia Stampa, Casa Editrice, Giornale Quotidiano Internazionale, con sede a Bojano, a Campobasso, a Roma (via Zanardelli, 36) e a Viedma, in Patagonia, già autorizzato nel 2006 dal Tribunale di Campobasso N.2/96, come edizione on line de “LA VOCE DEL POPOLO” e nel 2010 UMDI unmondoditaliani.com International Daily Magazine fondato e diretto da Mina Cappussicome e-magazine indipendente. Diretto da Mina Cappussi, sede di STAGE per l’Università Roma Tre,associato al quotidiano ORA ITALIA della Patagonia Argentina e all’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional.

Ora Italia el programa de radio de los italianos en la Patagonia. Producido y realizado por la Asociación Emiliano Romagnola de la Comarca Viedma Carmen de Patagones. En convenio con el periodico "Un Mondo di Italiani".

facebook: mina Cappussi – Mina Cappussi II – Mina Cappussi III – MINA CAPPUSSI FANS CLUB

Iscriviti al gruppo facebook: Un Mondo d’Italiani

Edita il PRIMO DIZIONARIO DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA www.dizionarioemigrazione.it, sotto l’egida del Ministero Affari Esteri e del Ministero dell’Istruzione.

mi dispiace, perdono, grazie, ti amo

03 / 06 / 2012


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10