Ricerca scientifica: premiati con 500.000 euro 5 eccellenze italiane

di Andrea De Marco -

Assegnato oggi il premio Research to Care di Sanofi Genzyme. Premiati 5 ricercatori italiani.

(UMDI-UNMONDODITALIANI) Una piattaforma che educa il sistema immunitario del paziente a riconoscere il tumore del colon-retto, per studiarne i meccanismi di resistenza e diventarne 'predatore'. Questo il migliore progetto di ricerca, tra i 5 vincitori della prima edizione di Research to Care. Il premio di mezzo milione di euro, promosso da Sanofi Genzyme a favore della ricerca scientifica indipendente italiana, è stato assegnato oggi nella Sala di Santa Maria in Aquiro del Senato.

I premiati

Accanto a quello di Carmine Carbone, ricercatore del Comprehensive Cancer Center dell'Irccs Policlinico Gemelli di Roma, valutato come il miglior progetto in assoluto, a dividere il premio di 500.000 euro saranno altri 4 progetti tra gli oltre 250 candidati. Nell'area dell'oncologia, il premio è andato a Enrica Migliaccio, ricercatrice di oncologia sperimentale dell'Istituto Europeo di Oncologia di Milano e al suo progetto che mira a utilizzare i pesci tropicali Zebrafish per testare in modelli preclinici nuovi farmaci immunoterapici. Per l'area immunologia, è stata premiata Francesca Santoni de Sio, oggi all'Irccs San Raffaele, per uno studio sul ruolo dell'epigenetica nell'artrite reumatoide. Per le malattie rare, a ricevere il premio è stata Alessandra Biffi, che dirige oggi la Clinica di Oncoematologia Pediatrica dell'Ospedale di Padova: la sua ricerca utilizza staminali del sangue per una sperimentazione preclinica nella Gangliosidosi GM1 infantile, malattia degenerativa, dovuta ad accumulo lisosomiale. Infine, per l'area neurologia, il premio è andato a Giovanni Ferrara, ricercatore dell'Irccs San Martino di Genova, per un progetto che mira a investigare gli anticorpi anti-NG2 come biomarker per la progressione della sclerosi multipla. La giuria indipendente, presieduta da Bruno Dallapiccola, direttore scientifico dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, ha assegnato i premi sulla base di una serie di criteri, come la possibilità di tradurre in pratica i risultati ottenuti. Con Research to Care, commenta Enrico Piccinini, general manager di Sanofi Genzyme, "abbiamo voluto premiare la ricerca italiana e indipendente". Oggi, aggiunge, "viviamo una rivoluzione della ricerca medica, in cui terapie sempre più mirate e personalizzate ci consentiranno di sfidare malattie considerate incurabili".

11 / 07 / 2019

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi5@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Andrea-de-Marco, Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri, Grazia-De-Gregorio, Samuele-Doganiero

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola (giornalista OdG)

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10