Passato, presente, futuro. Il tempo al Cineforum UMDI. Dibattito partecipato. E se tornassimo indietro? Cosa cambieremmo

di Grazia De Gregorio

Cosa faresti, se potessi cambiare il tempo? Scegliere di vivere nel passato, presente, o futuro, modificando il tempo secondo le nostre regole. I ragazzi Turchese hanno affrontato un dibattito tra effetto farfalla e elusione temporale

(UMDI UNMONDODITALIANI) Un altro successo per il Cineforum UMDI Place of Ideas: dibattito interessante sui temi del film Durante la Tormenta. Un appuntamento settimanale che è diventato consuetudine per tutti gli appassionati di cinema e scambi di opinioni costruttive. L’evento è organizzato dal quotidiano internazionale Un Mondo d'Italiani diretto da Mina Cappussi, dal Centro Studi Agorà per Molise Noblesse, Movimento per la Grande Bellezza, Casa Molise, Ippocrates, Servizio Civile Universale, Borghi della Salute, Borghi d’Eccellenza. Ultimo appuntamento con l’amore e i suoi tempi, sui temi della pellicola spagnola Durante la Tormenta, film di genere drammatico-thriller del 2018 e distribuito dalla piattaforma americana Netflix. Protagonista è Vera, che attraverso un'anomala spaccatura dello spazio-tempo riesce a salvare la vita Nico, un ragazzino che 25 anni prima viveva nella sua casa. Il problema, è che così facendo Vera perde sua figlia, e farà l'impossibile per riaverla con sé. Passato e presente s'intrecceranno in un unico filo non privo di conseguenze, secondo la regola che “ad ogni azione corrisponde una reazione”. E' il meglio conosciuto butterfly effect (effetto farfalla): “persino il banale e delicato battito delle ali di una farfalla è in grado di scatenare un uragano dall'altro lato del mondo”.

IL DIBATTITO

Le argomentazioni trattate dal film sono state soggetto di discussione. Il Cineforum Place of Ideas, d’altronde, nasce dalla voglia di far conoscere alle persone il mondo del cinema e non solo; parlando di film di forte impatto emotivo e culturale, mai scontati, e in grado di spostare il nostro punto di vista per dare campo fertile a riflessioni sulla realtà che ci circonda; proprio questo è successo quando tutti i partecipanti si sono riuniti in cerchio; ognuno ha manifestato la propria impressione, portando alla luce temi differenti. Anteposto al dibattito, un breve filmato di Luis Sal, giovane youtuber italiano che ha parlato dell’importanza delle idee, che non devono rimanere solo nella testa. I corti prima del dibattito devono fare da sprono e trampolino di lancio per i giovani. Poi, sotto la guida dei conduttori Kaory Ruggeri e Facchino Valerio, si è dato il via alla discussione vera e propria, che ha portato ad uno scambio di idee e punti di vista tra i ragazzi Turchese e gli ospiti presenti. Passato, presente, futuro: cosa cambiereste del tempo? Poi, la domanda di Grazia, che ha chiesto come ci comporteremmo se avessimo la possibilità di sapere il nostro futuro. Qui, le testimonianze, tra ironia e serietà:

GIANLUIGI

“Dipende solo da cosa dovrei cambiare…Da come si è svolta la tua vita. Cioè, dovresti recuperare una vita che si è persa, tipo la protagonista che doveva recuperare quella della figlia, e alla fine ci è riuscita. Io recupererei il tempo che ho perso. Il mio futuro, bè vorrei saperlo… Vorrei sapere se un mio amico vince la schedina, e magari giocare quei numeri!”

PIERMARINO

“Anche io recupererei il tempo perso… Ma il futuro non vorrei saperlo, perché sono troppo ansioso! E poi vorrei vivere nel passato, ma da spettatore esterno, per vedere come sono riuscito a fare determinate cose!”

FRANCESCO

“Io non recupererei niente. Le cose che ho fatto in passato, le rifarei. Non vorrei sapere il futuro, ma vorrei tornare indietro e vivere di nuovo quelle esperienze! Non da spettatore esterno.”

GRAZIA

“Anche io non recupererei nulla, perché le cose successe in passato, belle o brutte, mi sono servite per crescere come persona. Non vorrei sapere il futuro, forse rivivrei il passato, ma per ora mi godo il presente, che mi piace così com’è!”

VALERIO

“Se potessi, recupererei del tempo, per evitare alcuni sbagli passati…”

KAORY

“Io cambierei degli errori che o fatto e sono sicura che avrei un presente diverso”

CLARA

“Recupererei le occasioni perse. Ma non vorrei sapere il mio futuro!”

GIUSEPPE

“Non cambierei nulla del mio passato… E per quanto riguarda la domanda, se volessi sapere il mio futuro, Ho la curiosità di saperlo… Però così non mi godrei il presente a 365 gradi Non c’è più la sorpresa o l’emozione.”

18 / 09 / 2019


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi5@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Andrea-de-Marco, Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri, Grazia-De-Gregorio, Samuele-Doganiero

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola (giornalista OdG)

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10