Papa Francesco. Pancho è uno di noi. Intervista a Magalì Pizarro dalla Patagonia

di Mina Cappussi -

Ora Italia Radio Nacional argentinaINTERVISTA ESCLUSIVA ALLA CONDUTRICE DI ORA ITALIA SULLA RADIO NAZIONALE ARGENTINA. Attendevano il nuovo pontefice come si aspetta uno di famiglia, a braccia aperte. Jorge Mario Bergoglio è figlio di emigrati. Sa cos’è il dolore di lasciare casa per andare a costruire un futuro altrove. Sa che cos’è la povertà, perchè l’ha vissuta nelle periferie di Bs.As. Sa che cos’è il lavoro e l’umiltà. E’ tutto questo che lo rende così vicino a noi, figli della diaspora.

(UMDI - UNMONDODITALIANI) Per parlare di un Papa che viene dall’Argentina, cosa può esserci di meglio che sentire gli Papa Francesco by Federico CecchinargentinI? Ideatrice e conduttrice di un programma in italiano, Ora Italia, sulla Radio Nazionale Argentina, Magalì Pizarro, da Viedma, ha risposto con entusiasmo alle nostre domande.

Magalì, sarò forse ripetitiva, ma cosa avete provato, in Argentina, nel momento in cui è stato annunciato che il Papa, l’atteso Vescono di Roma, capo della Chiesa universale, era della vostra terra, per di più italiano?

“Dal momento della fumata bianca e poi subito dopo all’annuncio del nome, tantissimi, sulla rete, mi hanno chiesto cosa pensassi di Papa Francesco e come abbia accolto la notizia ieri sera. Devo dire che tutto si può racchiudere in una sola parola: emozione!”

Puoi ripercorre gli attimi che hanno preceduto l’annuncio?

“Ero davanti al computer a lavorare quando ho visto in Piazza San Pietro la fumata bianca. Ho cercato immediatamente una trasmissione online dove poter seguire questo importante e incredibile momento di fede, perchè qui tutti, senza nemmeno immaginare chi potesse essere il prossimo Pontefice, e Magalì Pizarroaccumunati solo in Gesù, attendevano il nuovo pontefice come si aspetta uno di famiglia, a braccia aperte.

La trasmissione Online veniva interrotta continuamente a causa dell’incredibile numero di utenti da tutto il mondo. Sono riuscita a sentire solo “habemus papam”, ma non il resto.

Subito dopo l’ho visto, vestito di bianco, parlare in un italiano molto argentino. Era lui, Bergoglio, uno dei nostri, argentino, anzi italo-argentino. Non trovo le parole per dire altro”.

Il Papa è il riferimento di tutti, in ogi angolo del pianeta. Ma Francesco lo sentite molto vicino, e non solo perchè arriva da Buenos Aires.

“Jorge Mario Bergoglio è figlio di emigrati. Sa cos’è il dolore diMagalì Pizarro lasciare casa per andare a costruire un futuro altrove. Sa che cos’è la povertà, perchè l’ha vissuta insieme a chi più aveva bisogno nelle periferie di Bs.As. Sa che cos’è il lavoro e l’umiltà.

È intelligente, come tanti figli di emigrati nati fra due mondi, che vivono tutta la loro esistenza sempre divisi tra due mondi, la Patria lontana, la terra d’accoglienza, lacerati nel più profondo della loro essenza”.

Ma che cosa, nello specifico, vi fa sentire così intimamente legati al Sommo Magalì Pizarro, giovane conduttrice di Ora Italia programma radiofonicoPontefice?

“Sono tanti i figli di emigrati che con il tempo hanno voluto cercare le proprie radici, tornare o andare per la prima volta nella loro terra d’origine della famiglia. Così ha fatto anche Papa Francesco. Ha sentito la necessità di vedere l’Italia e il paese dei propri bisnonni, per chiudere il cerchio, per cercare di allentare la dolorosa linea di separazione tra questi due mondi di cui parlavamo. Può capirlo, fino in fondo, solo chi è vissuto brancolando tra queste due realtà”

Vicinanza, ma anche speranza. Papa Francesco è il Papa della speranza.

Qualcuno, tra gli emigrati e gli oriundi italiani, è riuscito a riallacciare i fili delle origini. Tanti non hanno mai fatto ritorno in Patria e sono rimasti qui, nella terra “alla fine del mondo” come ha sottolineato scherzosamente Papa Francesco, e hanno lottato per conquistare il proprio posto. Sono essi che hanno infuso in noi figli della diaspora, con il loro esempio, la consapevolezza che tutto è possibile in una terra in cui il 60% degli abitanti è di origine italiana. E’ infatti un riferimento fondante qui, nella nostra Patagonia il Beato Artemide Zatti che, emigrato Viedma Patagonia Argentinainsieme alla famiglia emiliana, venne a Viedma, capoluogo della Patagonia Argentina a scrivere la storia, portando la parola di Dio attraverso azioni di grande umanità, la stessa umiltà del Pontefice, l’immagine divenuta icona di infermiere in bicicletta, sempre accanto a chi più ne aveva bisogno”.

L’Argentina ha una forte tradizione religiosa.

“La nostra terra in particolare, la Patagonia, ha costruito le sue fondamenta sulla Chiesa cattolica. Il primo indios evangelizzato e portato a Roma perchè si formasse in fede e conoscenza, il Beato Ceferino, frequentava la scuola in cui oggi io stessa lavoro, e girava fra le nostre strade, portando l’allegria della sua voglia di vivere e la speranza di un mondo pulito, semplice, diretto, in cui la “fratellanza” dei mondi fosse possibile”.

Cosa vorrebbe dire a Papa Francesco?

“Il Santo Padre ha parlato della nostra terra come della terra alla “fine del mondo” per indicarne la Papa Francesco dall'Argentinalontananza geografica dall’Italia, e ha parlato di “fratellanza”. Da questa parte di mondo, il nostro miglior augurio a “Pancho”, come già gli dicono affettuosamente gli argentini su twitter, è quello di realizzare quella fratellanza reale in grado di avvicinare mondi e cancellare confini, perché possiamo sentirci tutti cittadini del Pianeta, migranti che prendono strade di esplorazione e poi tornano. Se scelgono di farlo”.

® Riproduzione vietata. Consentita solo previa citazione della fonte. Tutti i diritti riservati

UN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINE

Agenzia Stampa, Casa Editrice, Giornale Quotidiano Internazionale, con sede a Bojano, a Campobasso, a Roma (via Zanardelli, 36) e a Viedma, in Patagonia, già autorizzato nel 2006 dal Tribunale di Campobasso N.2/96, come edizione on line de “LA VOCE DEL POPOLO” e nel 2010 come e-magazine umdi UNMONDODITALIANI.COMindipendente. Diretto da Mina Cappussi, sede di STAGE per l’Università Roma Tre,associato al quotidiano ORA ITALIA della Patagonia Argentina e all’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional.

Ora Italia el programa de radio de los italianos en la Patagonia. Producido y realizado por la Asociación Emiliano Romagnola de la Comarca Viedma Carmen de Patagones. En convenio con el periodico "Un Mondo di Italiani".

facebook: mina Cappussi – Mina Cappussi II – Mina Cappussi III – MINA CAPPUSSI FANS CLUBumdi unmondoditaliani.com

Iscriviti al gruppo facebook: Un Mondo d’Italiani

Edita il PRIMO DIZIONARIO DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA www.dizionarioemigrazione.it, sotto l’egida del Ministero Affari Esteri e del Ministero dell’Istruzione.

mi dispiace, perdono, grazie, ti amo

15 / 03 / 2013


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10