Ovidio e i Fasti. Casa dei Carraresi a Treviso

di Redaz. UMDI -

Ovidio e i Fasti. Memorie dall'antico. Il 12 e 13 febbraio Casa dei Carraresi terrà un convegno a Treviso. L'iniziativa è stata voluta dalla Fondazione Cassamarca, in occasione dell'anniversario della morte di uno dei più grandi poeti e narratori latini

(UMDI - UNMONDODITALIANI) Casa dei Carraresi, il 12 e 13 febbraio, ospiterà un convegno di studi dedicato a “Ovidio e i Fasti. Memorie dall’antico. Un’iniziativa voluta dalla Fondazione Cassamarca, che giunge dopo le celebrazioni per il bimillenario dalla morte di uno dei più grandi poeti e narratori latini. Lo scorso anno molte sono state le iniziative a lui dedicate, culminate in una grande mostra alle Scuderie del Quirinale. Nel quadro delle celebrazioni, i Fasti sono rimasti un po’ nell’ombra e per questo la Fondazione Cassamarca ha voluto celebrare a Treviso questo grande poeta affrontando proprio quest’opera, da sempre considerata uno dei suoi lavori più originali. Sono stati riuniti i maggiori esperti delle discipline coinvolte, ai quali è affidato il compito di realizzare la traduzione completa e l’analisi critica dell’opera, con successiva pubblicazione dei risultati.

I Fasti opera preziosissima

I Fasti sono da sempre considerati una miniera preziosissima per chi voglia scoprire la vita di Roma, anche in epoca arcaica, sotto diversi punti di osservazione: politico, religioso, sociale, artistico, ecc. Con la sua narrazione straordinaria, Ovidio ci conduce dalla viva voce di un protagonista, attraverso la conoscenza della storia della ritualità romana dalla prospettiva di un uomo dell’età augustea. E’ possibile, attraverso la lettura dei Fasti, ricostruire la storia dei riti e delle cerimonie romane legate alla religiosità ancestrale che affonda le proprie radici nell’età pre romana. Ovidio, attraverso questo lavoro, ci fornisce anche un panorama sulle conoscenze astronomiche del tempo, perché lega eventi terreni allo scorrere del tempo e racconta l’origine dei nomi degli astri. Molteplici sono dunque gli spunti di riflessione per un evento che è aperto al pubblico.

Interventi

Il Convegno si aprirà mercoledì pomeriggio, alle ore 15, con il saluto del presidente della Fondazione Cassamarca Luigi Garofalo, che presiederà la prima sessione dei lavori con questi interventi:

Manlio Pastore Stocchi, La fortuna dei “Fasti nel Medioevo e nel Rinascimento. Introduzione ai lavori.

Diego Poli, Il termine ‘fasti’ nell’antichità

Francesco Bruni, Il termine ‘fasti’ in epoca post antica

Paolo Mastrandrea, La fortuna del testo nella tarda antichità

Francesca Ghedini e Giulia Salvo, Muse e misteri celesti.

La seconda sessione di lavori si aprirà giovedì 13 febbraio alle ore 10, presieduta da Alessandro Barchiesi.

Questi gli interventi in programma:

Gianluigi Baldo – Antonella Duso, Il genere letterario dei ‘Fasti’ e la tradizione poetica

Federica Toniolo – Chiara Ponchia, Dai calendari istoriati alle stelle: i ‘Fasti’ e due tradizioni iconografiche a confronto

Paola Lambrini, Ovidio ‘giurista’

Mattia Milani, Ovidio sotto accusa

Chiara Buzzacchi, Il dio Terminus nei ’Fasti’ di Ovidio: prospettive dal diritto

Luigi Garofalo, Ovidio e la sacralità dei confini

Il convegno si concluderà alle 13.30 con la discussione.

Dichiarazione di Luigi Garofalo

Sono molto lieto di questa iniziativa che si avvia – ha dichiarato il presidente della Fondazione Cassamarca Luigi Garofalo – Essa occuperà studiosi di notevole livello per il tempo necessario alla realizzazione della traduzione e del commento critico di un’opera di importanza fondamentale. Per la prima volta i “Fasti” di Ovidio saranno indagati sotto tutti i profili: storico, filosofico, artistico, della scienza e anche del diritto. E’ solo in primo di una serie di eventi altamente interdisciplinari che la Fondazione ha in animo di realizzare” .

12 / 02 / 2020

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi5@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE QUOTIDIANO DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Andrea-De-Marco, Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer.-Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri, Grazia-De-Gregorio, Samuele-Doganiero

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola (giornalista OdG)

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Leonora Faccio, Monica Corda, Maurizio Barba.

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", che raccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale online degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professioni del web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonimo UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e su SKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina. La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica online con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10