Nigeria: crolla una scuola. Almeno 10 i bambini morti

di Grazia De Gregorio

E’ tragedia in Africa. Crolla un edificio di tre piani a Lagos, Nigeria. Il palazzo ospitava una scuola, molti gli studenti intrappolati sotto le macerie. Almeno 10 bambini morti. Per la polizia ‘’E’ una strage di minori’’.

(UMDI UNMONDODITALIANI) Crolla una scuola a Lagos, in Nigeria, sono almeno dieci i bambini morti nel crollo. La tragedia si è verificata intorno alle 10, ora locale, mercoledì 13 marzo. L'istituto si trovava all'ultimo piano del palazzo, che ospitava 100 allievi e si teme, che ci possano essere diverse vittime sepolte sotto le macerie. Il palazzo ospitava diversi appartamenti, oltre alla scuola all'ultimo piano. L’edificio è improvvisamente crollato, in pieno giorno, davanti agli occhi dei presenti. ‘’Sono almeno 10 i bambini dentro l'edificio’’ ha detto un soccorritore, di nome Derin, all'Afp; dalle macerie sono state estratte oltre venti persone. Gli studenti superstiti, feriti,vengono trasportati negli ospedali della zona, mentre i genitori affollano il luogo del disastro in cerca dei propri figli. ‘’Crediamo che ci siano molte persone intrappolate sotto le macerie – ha detto alla Bbc il portavoce dell'agenzia nigeriana per le Emergenze Ibrahim Farinloyetra le quali anche bambini". I soccorritori sono ancora sul posto. È ancora difficile stabilire le cause del crollo e un bilancio delle vittime: sul luogo dell'incidente regna una grande confusione. Sono in corso le operazioni di soccorso. La polizia teme una vera e propria strage di minori. Il governatore dello Stato di Lagos, Akinwunmi Ambode, ha riferito che almeno 25 bambini sono stati salvati dalle macerie. Citando una fonte ufficiale dei soccorritori, il sito della Bbc scrive di circa ''40 bambini estratti dalle macerie'', e il sito del quotidiano Daily Post, indica con almeno 50 quelli salvati. Tuttavia, il governatore, nel presentare le proprie condoglianze ai parenti delle vittime, non ha precisato quante persone sono morte.

UN CASO NON ISOLATO

In Nigeria non sono rare notizie come questa. Negli ultimi anni si sono verificati altri drammatici casi simili, avvalorate dal’utilizzo di materiali scadenti, per la costruzione degli edifici. Solo nel 2016 più di 100 persone sono morte in seguito al crollo di una chiesa nel sud-est del Paese. Sempre quell'anno a Lagos un edificio di cinque piani ancora in costruzione si sgretolò, uccidendo almeno 30 persone. L'edificio crollato ospita non solo la scuola elementare, che sarebbe privata, ma anche alcuni appartamenti residenziali su altri piani. Non c'è un dato certo sui numeri del disastro.

14 / 03 / 2019


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10