MEDIC, IL MOVIMENTO PER LA DIFESA DEL CROCIFISSO. LA PRINCIPESSA SILVIA DI SAVOIA DUCHESSA DI AOSTA. UN NOME, UNA GARANZIA.

di Mina Cappussi –

METTO A DISPOSIZIONE IL MIO NOME, ME STESSA PER QUESTA AZIONE FORTE DEL MEDIC IN CUI CREDO PROFONDAMENTE. E’ UNA BATTAGLIA A DIFESA DELLE RADICI. E DIFENDERE LE RADICI È UN COMPITO FONDAMENTALE, CHE NON PUÒ ESSERE DELEGATO. SONO STATA EDUCATA, SONO CRESCIUTA ALL’OMBRA DI CERTI VALORI. IL MEDIC SI STA INCARDINANDO NELLE ISTITUZIONI DEI PAESI CHE SI RICONOSCONO NEI VALORI DEL CRISTIANESIMO, DELLA LIBERTÀ, DELLA CONDIVISIONE, PERCHÉ DIFENDERE IL CROCIFISSO SIGNIFICA DIFENDERE LA NOSTRA STESSA IDENTITÀ DI ITALIANI ED EUROPEI.

(UNMONDODITALIANI) ROMA - Sua Altezza Reale Principessa Silvia Ottavia Costanza Maria di Savoia, Duchessa d’Aosta, seconda moglie del Duca d’Aosta, l'erede riconosciuto dalla nobiltà italiana al trono dei Savoia, figlia di Vincenzo Paternò di Spedalotto, sesto Marchese di Regiovanni e sua moglie Rosanna Bellardo e Ferraris. Bella, elegante, solare, la Duchessa d’Aosta ha aperto i lavori della conferenza stampa che si è tenuta nei giorni scorsi a Roma, presso la Sala Sistina dell’Hotel Michelangelo, a pochi passi dal Vaticano, per il battesimo ufficiale del Medic, il Movimento Etico per la Difesa Internazionale del Crocifisso, di cui è Presidente onorario. A passarle la parola, e il microfono, il Segretario Generale del Medic, l’architetto Roberto Mezzaroma. “Mi sento di ringraziare Roberto – ha iniziato a parlare la nobildonna – che ci ha dato l’opportunità di portare avanti una battaglia a difesa delle radici. Difendere le radici è un compito fondamentale, che non può essere delegato. Sono stata educata, sono cresciuta all’ombra di certi valori, perciò, quando mi è stato offerto di essere la presidente onoraria del movimento ho accettato con gioia. Metto a disposizione il mio nome, me stessa per questa azione forte del Medic in cui credo profondamente”.

Mezzaroma e Silvia Paternò non si sono negati ai fotografi che hanno letteralmente pre d’assalto l’incontro. Il Movimento Etico per la Difesa Internazionale del Crocifisso ha urgenza di arrivare in ogni casa, in ogni angolo della terra, orientare l’opinione pubblica, mantenere desta l’attenzione sull’attesa sentenza della Grande Chambre, che dovrà pronunciarsi sul ricorso contro l’assurda sentenza della Corte europea, che ha vietato l’esposizione del crocifisso nelle scuole italiane. Il Medic si sta incardinando nelle istituzioni dei Paesi che si riconoscono nei valori del Cristianesimo, della Libertà, della Condivisione, perché difendere il crocifisso significa difendere la nostra stessa identità di italiani ed europei, significa rimarcare un sistema di valori che ha sempre orientato la crescita sociale e umana del vecchio continente. Senza quei valori verrebbe meno lo spirito d’appartenenza, scolorirebbero al fuoco del materialismo, il verde, il bianco e il rosso della bandiera per la quale tanti hanno dato la vita. All’appello hanno risposto in tanti, un mare di adesioni che la dice lunga sul sentimento degli italiani, in Italia e nel mondo, nei riguardi dei simboli della cultura, della tradizione, religiosi e civili dell’Europa. La Duchessa d’Aosta, principessa di Savoia, anche questa volta, non si è tirata indietro. Attiva, come tradizione per le donne di Casa Savoia, nella Croce Rossa Italiana, ha partecipato a numerose missioni all'estero insieme ai contingenti militari italiani, in Romania, Kenya, Iraq, e in Italia (em. Profughi Kossovari; em. Terremoto in Molise ecc.).. Insignita dei titoli: Dama di Gran Croce dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro, Dama di Gran Croce dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio, Dama d'Onore e Devozione del Sovrano Militare Ospedaliero Ordine di Malta. Presidente Onoraria del Circolo Raimondo Montecuccoli di Modena, che opera soprattutto in favore dei bambini bisognosi di cure (ultima missione Bulgaria). E' Presidente Onoraria dell'Associazione Donatori S.Andrea, che si occupa di promuovere le donazioni di sangue, midollo, cordone ombelicale. E' Presidente Onoraria, insieme con S.A.R. la Principessa Fadwa dell'Arabia Saudita, della Associazione AIWA (Arab Italian Women Association), che riunisce le donne arabe e italiane, per promuovere la conoscenza e la comprensione reciproche, Presidente Onoraria dell'Associazione "principessa Mafalda di Savoia e principessa Giovanna di Savoia". Medaglia di Bronzo al Merito C.R.I. (missione in Romania). Premio "Profilo Donna", Modena, 2002, Nel 2008 è stata insignita del Premio Coraggio dall’Ande (Associazione Nazionale Donne Elettrici), Sezione di Brescia, presieduta da Gianna Spada.

UN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINE

www.unmondoditaliani.com

Il Giornale Quotidiano Internazionale, con sede a Bojano, e a Roma (via Zanardelli, 36) già autorizzato nel 2006 dal Tribunale di Campobasso N.2/96, come edizione on line de “LA VOCE DEL POPOLO” e nel 2010 come e-magazine indipendente, diretto da Mina Cappussi,diffuso in ogni angolo del pianeta in cui vi sia una comunità italiana, sede di STAGE FORMATIVI per l’Università Roma Tre,Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professioni del web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e su SKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA della Patagonia Argentina e all’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional.Nata come LRA, Estación de Radiodifusión del Estado, ha trasmesso per la prima volta il 6 Luglio 1937dall’ufficio di Posta e Telegrafia nella città di Bs.As.Oggi è più conosciuta come Radio Nacional e trasmette da Viedma a Ushuaia, da Bs. As a Formosa; ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia su 93.5 FM

Da oggi UN MONDO D’ITALIANI E TRSP A SERVIZIO DELLA GENTE: OGNI GIORNO.

Nei prossimi giorni, su TRSP, il programma televisivo settimanale UN MONDO D’ITALIANI in collaborazione con questo magazine.

www.oraitalia.blogspot.com

Ora Italia el programa de radio de los italianos en la Patagonia. Producido y realizado por la Asociación Emiliano Romagnola de la Comarca Viedma Carmen de Patagones. En convenio con "Un Mondo di Italiani" el periodico online del Molise y con la "Radio Emilia Romagna" la radio de la Región en Podcast.

scrivi a minacappussi@gmail.com

facebook: mina Cappussi

Iscriviti al gruppo facebook: Un Mondo d’Italiani http://www.facebook.com/group.php?gid=37063563859

IL FAN CLUB FACEBOOK:

http://www.facebook.com/mina.cappussi#!/pages/MINA-CAPPUSSI-FANS-CLUB/115534231816194?ref=sgm

11 / 07 / 2010


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10