Home Page |
Home | Email

L’unione fa la forza. Tutti insieme per gridare “cammina Molise!”

Di Angelica Calabrese -

Grande entusiasmo da parte dei partecipanti del progetto, che armati di forza, di coraggio e soprattutto di cappellini, hanno percoso sotto il sole cocente delle prime ore pomeridiane sentieri ripidi alla ricerca di antiche tradizioni paterne.

(UMDI – UNMONDODITALIANI) Anche quest’anno il progetto “cammina, Molise” ha riscosso un grande successo tra la pololazione molisana, ma anche tra coloro che da tutte le parti d’Italia, si apprestano a giungere nel piccolo centro alla ricerca di tranquillità. Provenienti soprattuto dal Lazio, sono stati quasi 200 gli iscritti alla diciasettesima edizione di “cammina, Molise”, volta alla conoscenza della piccola regione e alla difesa dell’ambiente. Convinti che solo rivalutando le proprie radici, si possa valorizzare il futuro di un territorio, i partecipanti hanno mostrato spirito di volontà nel camminare per quattro giorni, anche nelle ore più torbide, sotto il sole cocente, per arrivare a destinazione. Ospiti dell Grand Hotel Europa, i turisti il primo giorno hanno visitato il vecchio centro medioevale bojanese, alias Civita Superiore, cedendo importanza alle antiche case e tradizioni che lo caratterizzano. Balli, canti e vari assaggini di prodotti locali li hanno accompagnati fino al famoso rifugio di Sant Egidio, per poi giungere a San Massimo e a Cantalupo, dove era prevista una visita al centro storico, che però non ha preso luogo a causa di inaspettatti ritardi che hanno lasciato insoddisfatti molti partecipanti. Il giorno successivo vi è stata la visita a Santa Maria Del Molise, luogo turistico molto ambito grazie al famoso laghetto e al verde che lo circonda, a Macchiagodena e a Sant’ Elena Sannita. “cammina, Molise è fatto di assaggini, balli e canti!”, dicono i partecipanti che considerano il progetto, oltre che un buon modo per stare a contatto con la natura e con se stessi , anche un ottimo modo per socializzare e condividere una sorta di “spirito di sopravvivenza”, che ha visto un elevato numero di persone, soprattutto di una certa età, aiutarsi per arrivare dalla pianura alla montagna. Un dettaglio da sottolineare è infatti che i ragazzi presenti al progetto potevano essere contati sulle punta delle dita. Vi era una stragrade maggiornaza di gente matura, seppur il progetto sia nato per i giovani, per acculturale i ragazzi molisani sulla nascita della loro terra e per aiutarli a rivalutarla. E’ quindi un progetto volto al futuro, come illustra il nome stesso. E’ ben chiaro che la nuova generazione sia la vittima diretta degli sbagli compiuti in passato, ma i giovani, quasi indispettiti, mostrano indifferenza a qualsiasi progetto riparatorio. Lunedì scorso invece i paesi a cui è stata arrecata visita sono stati Casalciprano, Busso e Baranello, mentre il giorno seguente Vinchiaturo e Colle D’Anchise. Tra le visite di centi archelogici, di cui molti Molisani non conoscono neanche l’esistenza, e commemorazioni, il progetto anche quest’anno è volto a termine con la proiezione di un film ideato e diretto da Stefano Sabetti, dal titolo “Cammina, Molise! L’ULTIMO DON CHICHOTTE. Con il Molise negli occhi ne cuore… sotto i piedi”. “Un film “camminato” fra paesaggi mozzafiato, fra salite e discese di un Molise da old west,bellissimo, nascosto e incontaminato, seguendo per quattro giorni, a piedi, l'allegra e scanzonata marcia dei partecipanti. Sopratutto, il racconto di una folle e “salubre” idea di un gruppo di amici che, innamorati della Terra dei padri, decidono di riscoprirla e onorarla in modo originale: cammionandoci sopra e raggiungendo così ogni possibile nuova meta.”Pieni di formaggi ed insaccati caserecci, i visitatori, sono tornati nelle loro case, esausti, ma felici per la calda accoglienza tipica del Sud e soddisfatti di aver fatto del bene ad una piccola regione, quasi del tutto allo sbaraglio.® Riproduzione vietata. Consentita solo previa citazione della fonte.

Tutti i diritti riservat iUN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINEwww.unmondoditaliani.comAgenzia Stampa, Casa Editrice, Giornale Quotidiano Internazionale, con sede a Bojano, a Campobasso, a Roma (via Zanardelli, 36) e a Viedma, in Patagonia, già autorizzato nel 2006 dal Tribunale di Campobasso N.2/96, come edizione on line de “LA VOCE DEL POPOLO” e nel 2010 come e-magazine indipendente. Diretto da Mina Cappussi, sede di STAGE per l’Università Roma Tre,associato al quotidiano ORA ITALIA della Patagonia Argentina e all’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional.Ora Italia el programa de radio de los italianos en la Patagonia. Producido y realizado por la Asociación Emiliano Romagnola de la Comarca Viedma Carmen de Patagones. En convenio con el periodico "Un Mondo di Italiani".Scrivi a minacappussi@gmail.comfacebook: mina Cappussi – Mina Cappussi II – Mina Cappussi III – MINA CAPPUSSI FANS CLUBIscriviti al gruppo facebook: Un Mondo d’ItalianiEdita il PRIMO DIZIONARIO DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA www.dizionarioemigrazione.it, sotto l’egida del Ministero Affari Esteri e del Ministero dell’Istruzione.mi dispiace, perdono, grazie, ti amo

10 / 08 / 2012



Ultimi aggiornamenti

Scrivi il tuo commento sulla pagina
' L’unione fa la forza. Tutti insieme per gridare “cammina Molise!” '


Il tuo nome (facoltativo)

Contatti

Per contattare la redazione del sito Italianinelmondo scrivere all'indirizzo email minacappussi@gmail.com

 

UNIONE FORZA


italianinelmondo

iscriviti al Centro Studi UMDI

Ambiente

Italiani nel Mondo

Storia

150° UNITA' D'ITALIA

UMDI unmondoditaliani.com International Daily Magazine quotidiano internazionale d'informazioneUMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/a, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: (da nominare)

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web:

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio, Elena Graziosi, Nadia Giannini, Dafne Inzaina, Danilo Menghi, Lorenzo Planamente, Annalisa Santamaria, Martina Spada, Valentina Stati, Masako Takagi, Luzmila Vargas, Andrea Vignoni, Chiara Jommy Selleri

STAGISTI edizione precedente: già Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo - Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi.

Tutor: Annarita Guidi.

Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto daMina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziarioufficiale delprogetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", che raccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore.

Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti.

Il giornale on line che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione.

Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE:

STORIA

a cura dell’avvocato Alessio Papa

PAGINE D’ITALIA

a cura di Simona Aiuti


COSI' VA IL MONDO

a curadi Carlo Di Stanislao


QUI MOSCA

di Massimo Eccli


SPECIALE USA


QUI CANADA, CERVELLO IN FUGA

Arianna Braccio


EVENTI, MOSTRE SU ROMA

Giulia Marzani


MUSICA, CONCERTI

Serena Lastoria


GIUDIZIARIA, MONDO DONNA

a cura dell'avv. Anna Maria Marinelli


SPORT, CALCIO

Angela Perrella, Gabriele Iaconis



Unmondoditaliani.com -

 

www.unmondoditaliani.com - - testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10.

www.unmondoditaliani.com di Mina Cappussi - email minacappussi@gmail.com -