| Il quotidiano internazionale  | diretto da Mina Cappussi | International daily magazine | www.unmondoditaliani.com | E' ATTIVO IL NUOVO FORUM
  Home | INVIACI LA TUA STORIA | COLLABORA CON NOI | STORIE DI EMIGRAZIONE | UN MONDO D'ITALIANI | passato presente e futuro Archivio | Email | Italianinelmondo
Italiani nel Mondo
il giornale del cuore
IL FAN CLUB su Facebook
Gruppo su Facebook
COMMENTA SUL FORUM LE NEW





Cerca nel sito





La “scoperta” archeologica di Vincenzo Galiè

di Stefania Paradiso *
La figura di uno "scienziato" della ricerca archeologica, un innovatore rivoluzionario don vincenzo galièdel metodo di ritrovamento delle città antiche ignorato ed escluso dalla "casta" del mondo accademico ufficiale che fa finta di non accorgersi delle sue scoperte, segnalatoci da Carlo Gentili, per far luce sulla bravura di un archeologo dimenticato.
(UMDI UNMONDODITALIANI) Lo storico che ha ritrovato le città romane di Ricina, Colonia, Truentum, Pausolae, Novana, Cluana, Cluentum, vive nelle Marche ignorato ed escluso dalla "casta" del mondo accademico ufficiale. Grande innovatore della ricerca con il georadar, utilizza un metodo alla Sherlock Holmes applicato all’archeologia. Quando il mondo accademico italiano si accorgerà delle sue strabilianti scoperte? In oltre 70 tra studi e pubblicazioni ha individuato porti antichi, anfiteatri romani e castelli navali. Ha localizzato città romane e strade imperiali con un metodo antico quanto rivoluzionario. In qualsiasi altro Paese al mondo il suo criterio di indagine sarebbe studiato come strumento innovativo e d’avanguardia per individuare città antiche dimenticate e per aprire nuovi percorsi nella ricerca archeologica. Eppure, lo studioso di archeologia Vincenzo Galiè, ubicatore delle città romane di Ricina, Colonia, Truentum, Pausolae, Cluentum, vive disconosciuto da accademici, funzionari, burocrati e responsabili ufficiali dei beni artistici e archeologi preposti. Vincenzo Galiè è un innovatore audace nel campogeoradar della ricerca archeologica, studioso di documenti antichi verificati sul territorio con il metodo del georadar, una sorta di scanner che legge gli strati del territorio fino a quattro metri di profondità. Con tale metodo ha individuato recentemente tre anfiteatri romani sepolti nel terreno. “Come ricercatore sono circondato dal silenzio - precisa Galiè - dall’indifferenza, dalla noncuranza del mondo scientifico preposto alla ricerca e alla diffusione del sapere. Un mondo scientifico ufficiale amorfo, immotivato e refrattario a qualsiasi ricerca innovativa”. Mentre il sistema di studio degli accademici è principalmente rivolto allo studio del già noto, Galiè utilizza mappe antiche, carte geografiche e documenti per individuare sul territorio realtà ancora sottoterra e poi, come dicevamo, grazie all’aiuto del georadar ne verifica la presenza sotterranea. “Continuo a ricercare in silenzio - precisa ancora Galiè - nella certezza che un giorno anche il mondo accademico di una società culturale più attenta ed aperta apprezzerà tanto sforzo e i risultati ottenuti”. Per quanto tempo ancora il mondo accademico ufficiale chiuso nel proprio circuito autoreferenziale oscurerà questo innovatore? Per quanto tempo ancora, gelosie, sospetti e paure della perdita dei propri privilegi prevarranno sulla ricerca innovativa e sul riconoscimento di un metodo rivoluzionario di indagine archeologica?
ateneo roma tre*stagista per conto dell’Università Roma Tre
® Riproduzione vietata. Consentita solo previa citazione della fonte. Tutti i diritti riservati
UN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINE
www.dizionarioemigrazione.it
Agenzia Stampa, Casa Editrice, Giornale Quotidiano Internazionale, con sede a Bojano, a Roma (via Zanardelli, 36) e a Viedma, in Patagonia, già autorizzato nel 2006 dal Tribunale di Campobasso N.2/96, come edizione on line de “LAUMDI unmondoditaliani.com quotidiano internazionale VOCE DEL POPOLO” e nel 2010 come e-magazine indipendente. Diretto da Mina Cappussi,diffuso in ogni angolo del pianeta in cui vi sia una comunità italiana, sede di STAGE FORMATIVI per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professioni del web, del cinema e della televisione, associato al quotidiano ORA ITALIA della Patagonia Argentina e all’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional, chetrasmette da Viedma a Ushuaia, da Bs. As a Formosa; ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia su 93.5 FM
www.oraitalia.blogspot.com. Ora Italia el programa de radio de los italianos en la Patagonia. Producido y realizado por la Asociación Emiliano Romagnola de la Comarca Viedma Carmen de Patagones. En convenio con "Un Mondo di Italiani" el periodico online del Molise y con la "Radio Emilia Romagna" la radio de la Región en Podcast.
facebook: mina Cappussi – Mina Cappussi II – Mina Cappussi III – MINA CAPPUSSI FANS CLUB
Iscriviti al gruppo facebook: Un Mondo d’Italianihttp://www.facebook.com/group.php?gid=37063563859
IL FAN CLUB FACEBOOK:
Edita il PRIMO DIZIONARIO DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA sotto l’egida del Ministero Affari Esteri e del Ministero dell’Istruzione.
mi dispiace, perdono, grazie, ti amo


17 / 08 / 2011





Contatti

Per contattare la redazione del sito Italianinelmondo scrivere all'indirizzo email minacappussi@tiscali.it

 

VINCENZO GALIE GEORADAR INNOVAZIONE MONDO ACCADEMICO


italianinelmondo

iscriviti al Centro Studi UMDI

Ambiente

Italiani nel Mondo

Storia

150° UNITA' D'ITALIA

UMDI unmondoditaliani.com International Daily Magazine quotidiano internazionale d'informazioneUMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/a, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Goffredo Palmerini, Carmelina Rico, Serena Lastoria, Angela Perrella, Giulia Marzani, Manuela Forte, Nicoletta Saccomanno, Carlo Di Stanislao, Min. Cul. Pop., Stefania Paradiso, Benedetta Massoni, Angelo Sanzò, Federica Polegri, Gustavo Vitali, Ugo Gentile, Simona Aiuti, Alessio Papa, Ma. Nu., Franco Iadarola, Magalì Pizarro, Anna Ovidi, Francesco Luca Borghesi, Gabriele Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione L'Aquilano, Maria De Michele, Fer. Bru, Vincenza Alfano, Alejandra Daguerre, Anna Maria Marinelli, Chiara Landi, Arianna Braccio, Bartolomeo Alberico, Dalna Gualtieri.

CAPOREDATTORE: (da nominare)

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web:

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio, Elena Graziosi, Nadia Giannini, Dafne Inzaina, Danilo Menghi, Lorenzo Planamente, Annalisa Santamaria, Martina Spada, Valentina Stati, Masako Takagi, Luzmila Vargas, Andrea Vignoni, Chiara Jommy Selleri

STAGISTI edizione precedente: già Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo - Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi.

Tutor: Annarita Guidi.

Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto daMina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziarioufficiale delprogetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", che raccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore.

Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti.

Il giornale on line che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione.

Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE:

STORIA

a cura dell’avvocato Alessio Papa

PAGINE D’ITALIA

a cura di Simona Aiuti


COSI' VA IL MONDO

a curadi Carlo Di Stanislao


QUI MOSCA

di Massimo Eccli


SPECIALE USA


QUI CANADA, CERVELLO IN FUGA

Arianna Braccio


EVENTI, MOSTRE SU ROMA

Giulia Marzani


MUSICA, CONCERTI

Serena Lastoria


GIUDIZIARIA, MONDO DONNA

a cura dell'avv. Anna Maria Marinelli


SPORT, CALCIO

Angela Perrella, Gabriele Iaconis



Unmondoditaliani.com -

  portale di Mina Cappussi (ITM) pagina pubblicata in 1 secondi

www.unmondoditaliani.com - - testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10.

Note Legali: questo sito web è di proprietà di Mina Cappussi a cui va la piena e unica responsabilità dei contenuti testuali e grafici pubblicati sul sito - email minacappussi@tiscali.it -
dati e generalità del proprietario del presente dominio sono disponibili pubblicamente presso l'ente internazionale di registrazione domini.
Alcune foto presenti sul sito sono state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio
Per chiedere la rimozione di foto o contenuti scrivere alla redazione del sito - Il network a cui il sito è affiliato non è responsabile dei contenuti pubblicati sui singoli siti.