La fuga dalla realtà di una mente geniale. Successo al cineforum di Bojano con Prova a Prendermi.

di Samuele Doganiero -

L’appuntamento settimanale con il Cineforum Place of Ideas, Umdi Turchese di Un Mondo d'Italiani, questa volta vede Il dibattito sul film Prova a prendermi, se ci riesci! evento che rientra nell’ambito del progetto Molise Noblesse, Movimento per la Grande Bellezza.

(UMDI UNMONDODITALIANI) Il pentimento e il riscatto di un uomo; Un mito e le sue fragilità; La paura della scelta che spinge l’uomo fragile alla decisione più facile, la fuga dalle stesse; Le infinite maschere che indossiamo per gli altri e per noi stessi. Sono solo alcuni dei temi toccati nell’appuntamento settimanale dei ragazzi del progetto Turchese Molise. Il cineforum, che questa volta ha dato spazio ai temi del film Prova a prendermi, se ci riesci! diretto da Steven Spielberg. Adattamento del romanzo autobiografico Catch Me if You Can, il film si basa sulla vera storia di Frank Abagnale Jr., che tra il 1964 e il 1969 riuscì a incassare centinaia di assegni falsi in 26 paesi del mondo e in tutti gli Stati Uniti. Jeff Nathanson, per la realizzazione di Prova a prendermi, ha adattato il libro cambiando alcuni particolari, ma comunque sempre in collaborazione con Abagnale. L’evento, organizzato dal direttore del quotidiano internazionale UMDI UN MONDO D’ITALIANI, la Dr.ssa Mina Cappussi, è parte di Molise Noblesse: il Movimento per la Grande Bellezza; in collaborazione con Centro Studi Agorà; AITEF Onlus (Associazione Italiana Tutela Emigrati e Famiglie); Servizio Civile Nazionale; Matese Mountain Bike; Matese Arcobaleno; ADIFORM; Via Micaelica Molisana; Il Pentagramma Associazione Musicale; Comune di Bojano; Comune di Fornelli; Corredor Prouctivo; Associazione Onlus ‘’Il Trattutro’’ Campodipietra; Molise Club Melburne; Comune di Campodipietra; Comune di Cerro al Volturno; ASMEF; AICCRE Puglia; Pro Loco Cerrese 1982; Comune di Limosano; Societa' Bagnolese Vancouver; Borghi D'eccellenza; ASMEF. L’appuntamento si è svolto il 10 aprile in località Terre Longhe, Piazza Giovanni Paolo II, a Bojano, in provincia di Campobasso. Il dibattito è stato diretto da Paolo MONACO e Andrea ERRIQUEZ. Ufficio Stampa SABINA IADAROLA e GRAZIA DE GREGORIO, Segreteria Ilenia PERRELLA, grafica Francesco CICCONE, team leader Antonio Pio DI TULLIO e Amedeo MONACO, Responsabile Eventi Piermarino SPINA.

IL DIBATTITO

Il Cineforum “Place of Ideas” nasce dalla voglia di far conoscere alle persone il mondo del cinema e non solo. Fare dibattiti su film di forte impatto emotivo e culturale, mai scontati, e in grado di smuovere le menti. I temi affrontati sono stati di notevole importanza. Riportiamo solo alcuni degli interventi dei ragazzi turchese:

Grazia De Gregorio: “Nella scena in cui Carl chiede a Franky se preferisce vivere nella bugia, appare evidente che anche Franky indossa una maschera, per dimostrare a se stesso di essere una persona importante”;

Ferdinando Del Busso: "Prova a prendermi, se ci riesci. Sembra proprio che il protagonista, nonostante la sua genialità, abbia dei punti fragili, e proprio quelle mancanze lo spingano a comportarsi come un bambino. Divertirsi ad essere inseguiti dall’FBI diventa un motivo di vita, uno sprone all'azione. Si evince una solitudine esistenziale lenita dall'unica persona che teneva davvero al protagonista, ovvero il poliziotto antagonista”;

Ilenia Perrella: "Impressionante quando Carl dice a Franky che nessuno più lo insegue e che non ha senso scappare, e Franky, a conferma che per lui farsi inseguire era diventato un modo per attirare l'attenzione, smette di scappare";

Amedeo Monaco: "Quello che ha impressionato me, è la scaltrezza del protagonista, la sua genialità e allo stesso tempo la sua follia, che gli hanno permesso di aggirare tutti gli ostacoli. Nonostante i suoi errori, sia nel bene che nel male, è stato sempre coerente e questa è una peculiarità che purtroppo manca a molti”;

Andrea Erriquez: "La cosa che mi colpisce, anche perchè spesso capita nella società di oggi, è che i genitori, insoddisfatti della propria vita, cercano di proiettare e imporre i propri sogni sui figli";

Francesco Cornacchione: "La paura della scelta che lo ha spinto a fuggire, il pentimento degli errori e il riscatto di una vita. Problematiche difficili quanto reali.";

Gianluigi Monaco: "Il film mi ha ricordato che tutti hanno un tallone di Achille e che anche le persone più geniali hanno affetti profondi che rispecchiano la loro fragilità";

Antonio Pio Di Tullio: "L'attore protagonista è Leonardo Di Caprio, e questa è già una garanzia. Prima ancora di vederlo, già mi aspettavo che sarebbe diventato presto uno dei miei film preferiti. Inoltre la furbizia e l'intelligenza di Franky nel truffare sistemi quasi perfetti come le banche ha attirato il mio interesse professionale come dottore commercialista".

IL FILM

Prova a prendermi, se ci riesci è un film del 2002, diretto dalla geniale visione del maestro Steven Spielberg, regista in grado di rappresentare i sogni sul grande schermo. Et, Jurrasic Park, A.I – Intelligenza artificiale, o il più recente Ready Player One, portano la sua firma; il regista è considerato la più influente e potentefigura dell’industria cinematografica, che con i suoi film ha segnato i più alti incassi della storia del cinema. Il film, come il racconto autobiografico dal quale è tratto, si svolge negli anni '60: Frank Abagnale Jr è un ragazzo, che vive in un contesto benestante, fino a quando le difficoltà economichedella famiglia e la separazione dei genitori lo costringono a prendere in mano la sua vita e ad andare via di casa. In poco tempo, Frank cambierà tante identità, iniziando la ricerca di un punto fermo. Ad assumere il ruolo di protagonista, Leonardo Di Caprio, inseguito senza tregua da un agente FBI interpretato da Tom Hanks.

12 / 04 / 2019


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10