Ippocampo, questo sconosciuto. Sabina Iadarola, studentessa di Medicina Unimol alla Camera dei Deputati

di Fernanda Bruno, Franco Iadarola e Giuseppe Priolo

“Sono una semplice studentessa di Medicina”, ma è anche una giornalista, e ha ammaliato la platea di Montecitorio parlando dei danni causati dalle emozioni negative. Quando siamo stressati le ghiandole surrenali, stimolate da ACTH prodotto dall’ipofisi attivano la risposta corporea allo stress, che porta ad una IPERPRODUZIONE DI CORTISOLO, il quale influenza il metabolismo di CARBOIDRATI, GRASSI, PROTEINE. L’IPPOCAMPO è la parte del cervello che mitiga il nostro stress, qui si trovano i più grandi depositi di recettori del cortisolo, una specie di JOLLY da usare UNA TANTUM.

(UMDI – UNMONDODITALIANI) “Cos’è, secondo voi, la felicità?” La domanda, lanciata così, nel riverbero degli stucchi dorati di Montecitorio, ha catturato immediatamente l’attenzione e la curiosità generale. Venti anni, studentessa di Medicina all’università Unimol del Molise, giornalista iscritta all'Ordine regionale, un visetto giovane, ma lo sguardo sicuro di sé, di chi sa dove intende andare e come disegnare la propria vita, Sabina Iadarola ha lasciato tutti a bocca aperta nel corso del suo intervento presso la Camera dei Deputati, Sala Aldo Moro, piazza di Monte Citorio, n. 1 a ROMA, incantando il pubblico numeroso che affollava lo splendido salone, ex Sala gialla, per via della tappezzeria ocra e dei mobili stile rococò provenienti dalla Reggia di Caserta. "La vostra felicità – ha proseguito Sabina ricordando le parole del vescovo di Roma - non ha prezzo e non si commercia; non è una “app” che si scarica sul telefonino: nemmeno la versione più aggiornata potrà aiutarvi a diventare liberi. Papa Francesco non ha avuto peli sulla lingua quando si è rivolto a noi in occasione del Giubileo dei Ragazzi da piazza San Pietro lo scorso aprile. Quelle parole risuonano nella mia coscienza da allora. Per questo oggi ho deciso di parlarvi della felicità.Ma cos’è, secondo voi, la felicità? Se ne parla spesso – ha incalzato la studentessa Unimol - la immaginiamo come una cosa astratta, staccata dal corpo, qualcosa che provi ma non riesci a descrivere. Come studentessa di Medicina mi sto immergendo, letteralmente affascinatane, nei meccanismi che regolano la salute e la malattia, e dunque il funzionamento di questo incredibile veicolo che stiamo guidando: il nostro corpo! E così ho avuto la possibilità di capire come può uno stato d’animo influenzarci fisicamente a tal punto da cambiarci, migliorarci o farci stare male. Lo sapete che esiste un ormone della felicità? Beh, signore e signori, è proprio cosi; nel nostro organismo esiste questo ormone chiamato SEROTONINA, noto anche come ormone del “buonumore”. La serotonina è neurotrasmettitore sintetizzato nei NEURONI SEROTONINERGICI, sia nel sistema nervoso centrale, che nelle cellule enterocromaffini nell'apparato gastrointestinale. Essa è principalmente coinvolta nella regolazione del tono dell'umore e nei ritmi circadiani sincronizzando il ciclo veglia-sonno, nella regolazione della temperatura corporea, nel comportamento alimentare e nella sessualità. I farmaci antidepressivi funzionano inibendo la ricaptazione della serotonina. È stato dimostrato che l’attività fisica è un ottimo antidepressivo perché aumenta la concentrazione di questo ormone “magico”. Molti antidepressivi (come il Prozac) agiscono bloccando il riassorbimento di serotonina, quindi ripristinando e potenziando il suo segnale, che nelle persone depresse è particolarmente scarso”.

CORTISOLO, IPPOCAMPO, CARBOIDRATI, PROTEINE: ECCO COSA ACCADE

“Ma cerchiamo – ha spiegato Sabina - un attimo di capire cosa succede al nostro organismo quando siamo stressati, carichi di energia negativa, bombardati da immagini forti, notizie terribili che popolano i nostri sogni inconsci e fanno partire la giornata con il piede sbagliato o, peggio ci lasciano la sera privi di forze, stanchi, avviluppati da quella sensazione che non sappiamo neppure catalogare, ma che definiamo genericamente “malessere”. Quando siamo stressati le ghiandole surrenali, stimolate da ACTH prodotto dall’ipofisi attivano la risposta corporea allo stress, che porta ad una IPERPRODUZIONE DI CORTISOLO. Il cortisolo influenza il metabolismo dei CARBOIDRATI, dei GRASSI e delle PROTEINE. Se c’è un eccesso di produzione di cortisolo (sovrapproduzione), nel tempo questo può provocare disturbi e problemi di ordine metabolico”.

ABBIAMO UN SOLO JOLLY DA GIOCARE

“L’IPPOCAMPO – ha proseguito Sabina Iadarola - è la parte del cervello che mitiga il nostro stress, qui si trovano i più grandi depositi di recettori del cortisolo. L’ippocampo non è stato “disegnato” per rispondere CONTINUAMENTE allo stress, ma è una specie di JOLLY da usare UNA TANTUM quando si ha realmente necessità (nel caso dovessimo affrontare un grave problema o un trauma, quando nelle caverne dovevamo fuggire dalle fiere e salvare la pelle!). Voi giocate a carte? Quante volte potete giocare il Jolly? Poche vero? E invece nella vita reale, tutti i giorni, che facciamo? Quello che accade oggi a molti di noi è che viviamo continuamente in questo stato di stress scatenato dal surplus di bad news, spazzatura comunicativa, notizie negative, così che l’ippocampo (il nostro Jolly, ricordate, da giocare come ultima carta) è invece chiamato in causa a qualsiasi ora del giorno e della notte senza (quasi) mai rimanere in uno stato di relax. Questa situazione - è piuttosto pericolosa per la nostra salute poiché il cortisolo è un ormone catabolico che, come abbiamo detto, “distrugge” e non rigenera. Distrugge le sostanze che accumuliamo sotto forma di energia e indebolisce le risorse metaboliche, dei tessuti e del sistema immunitario. Questa parte del cervello è responsabile per la memoria corta e lunga, che ci aiuta ad imparare, ed è anche la prima parte del cervello che distrugge l’Alzheimer e la demenza. Per cui i sintomi derivanti da una disfunzione del ritmo circadiano sono: difficoltà a prendere sonno, problemi a restare svegli, cali di energia durante il pomeriggio o in orari strani del giorno, difficoltà ad alzarsi la mattina, problemi di memoria ed apprendimento”.

SOGNARE E’ FONDAMENTALE

“Il cortisolo inoltre – ha concluso la Iadarola - disturba la produzione di melatonina, a causa dell’iperattivismo tipico dei tempi moderni. Ovviamente se siamo carenti di melatonina, il sonno sarà piuttosto disturbato e questo provocherà l’impossibilità di sognare durante la fase di riposo (fase REM). Va beh, direte voi, non è un gran male. E invece no, sognare è fondamentale. Se non sogniamo, il sistema immunitario si indebolirà (e questo farà sì che ci ammaliamo più frequentemente). Ridurre lo stress e quindi diminuire i fattori che causano lo stress emotivo o mentale quali l’iper-esposizione alle notizie negative è senza dubbio uno dei modi migliori per favorire la salute di tutto l'organismo. Certo, tutto questo discorso avrebbe potuto farlo infinitamente meglio, in maniera più approfondita e competente, un medico, un luminare della Medicina, un ricercatore. Io sono una semplice studentessa di MEDICINA. Ma il segnale che intendiamo trasmettere è quello di speranza, certo, ma anche di volontà a prendere le redini del mondo che ci state consegnando e a renderlo migliore. Siamo ZERO PER ORA, ma vogliamo essere cittadini responsabili di questo meraviglioso pianeta che ci ospita! Grazie”.

MONICA MONACO, MINA CAPPUSSI, GIUSEPPE ABBATI

Ce n’è voluto per riprendersi dal turbinio di emozioni evocate dal discorso di Sabina Iadarola, che si è innestato nel parterre di alto livello, costituito da personaggi della cultura, della politica, dello spettacolo, dell’arte, del giornalismo, delle istituzioni e dell’associazionismo, dell’università, della ricerca, insieme ai giovani, che hanno cercato di tracciare una fotografia della realtà e una linea di azione comune per “sopravvivere” al surplus di notizie negative di cui siamo bombardati ogni giorno, grazie alla campagna V.E.L. (Vivi Emozioni Libere) ideata da Monica Paola Monaco, presidente Nazionale dell’AEM ITALIA (Associazione Emotional Manager) in collaborazione con Mina Cappussi, direttore della testata giornalistica UMDI (Un mondo d’Italiani) uno dei pochissimi quotidiani al mondo dedicati agli Italiani ovunque, con la collaborazione fattiva del Presidente Aitef, Giuseppe Abbati.

I PROMOTORI AICCREPUGLIA (Associazione Italiana Consigli Comuni e Regioni d’Europa), presidente Giuseppe Valerio, AITEF onlus (Associazione Italiana Tutela Emigranti e Famiglie), presidente Giuseppe Abbati, e da AIC ( Associazione Italiana Coltivatori) Presidente Giuseppino Santoianni, AEM ONLUS (Associazione per la tutela delle vittime/conseguenze del malessere emozionale), vice presidente Giovanni Mattiaccio, CENTRO STUDI AGORÁ (Associazione di promozione sociale), coordinatrice nazionale Sabina Iadarola, AEM RAIMBOW (Associazione Onlus per la tutela dell’ambiente), presidente Pier Paolo Monaco, FAPI (Federazione Artigiani Pensionati Italiani) presidente Luigi Sciotto, FONDAZIONE MATTEOTTI onlus, presidente Angelo Sabatini. Aderiscono: ASMEF (Associazione Mezzogiorno Futuro) presidente Salvo Iavarone; FIDAPA BPW nazionale (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari e Business Professional Women) Presidente naz Pia Petrucci; AIDE (Associazione Italiana Donne Europee) presidente Anna Silvia Angelini, Calcutta onlus – Fammi Rinascere, referente Isabella MORO, Ti Amo da Morire onlus presidente Serenella SESTITO, Comune di FORMIA ass. Patrizia MENANNO, comune di BRACCIANO ass Roberta ALIMENTI.

L’ISOLA EMOZIONALE, e-MOVO PROJECT EMOTIONAL ART, ZERO PER ORA

Nel corso dell’evento è stata presentata la prima Isola Emozionale d’Italia (altre stanno nascendo nei comuni che aderiscono man mano), il Cammino delle Emozioni lungo i nodi energetici, l’e-MOVO Project Emotional Art e il Cammino di EVA con il Manifesto dell’avanguardia, gli Zero per Ora che hanno consegnato alla presidente della Camera, Laura Boldrini, il testimone delle loro speranze riposte in un futuro migliore. Sono intervenuti: Mina CAPPUSSI - Direttore quotidiano UMDI Un Mondo d’Italiani, Monica Paola MONACO - Presidente nazionale AEM e Giuseppe VALERIO - Presidente AICCRE Puglia, l’avv. Giuseppe MOGGIA dell’Università di Bari illustrerà il CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE, gli “ZERO PER ORA”, giovani artefici di una proposta per un futuro migliore, per l’Italia, Sabina IADAROLA, studentessa di Medicina Unimol e Francesco MATTIACCIO, Mariantonietta ROMANO per la staffetta delle Emozioni Via Micaelica, Marta UCCIFERRI con l’e-MOVO art, gli attori Paola CERIMELE e Lello LOMBARDI con la lettura del Manifesto dell’avanguardia artistica.

Alla TAVOLA ROTONDA hanno preso parte: On. Cosimo MARIA FERRI, Sottosegretario alla Giustizia; On. Gerardo BIANCO, Presidente Associazione ex Parlamentari; On. Franco NARDUCCI, FAIM (Federazione Associazioni Italiani nel Mondo); Arch. Pia PETRUCCI, Presidente nazionale FIDAPA BPW Business Professional Women; Gian Maria FARA, Presidente EURISPES; Gennaro PETRECCA, avvocato, collettore d’arte; Salvo IAVARONE, Presidente Asmef (Assoc Mezzogiorno Futuro); Angelo SABATINI, Presidente Fondazione Matteotti e Maurizio VARRIANO, Presidente Borghi d’Eccellenza.

Lo staff organizzativo ha visto all’opera Giulia Enrica D'Ambrosio, Federica Poddi (fotografa), Franco Iadarola, Gianclaudio Mattiaccio, Federica Lucarelli, Valentina e Paolo Monaco.

* Foto esclusive UMDI per gentile concessione Federica Foddi. Le immagini dal monitor Tv sono prese dalla trasmissione televisiva su Rete 4. Sabina Iadarola è con il sottosegratario alla Giustizia, On. Cosimo Maria Ferri e con gli Zero X Ora.

24 / 05 / 2017

PER LA TUA PUBBLICITA' SUL QUOTIDIANO INTERNAZIONALE UN MONDO D'ITALIANI RIVOLGITI ALNOSTRO UFFICIO COMMERCIALE, +39 392 958 1181 o direttamente al 338 8918 290. Condizioni speciali di abbonamento. Sostieni il quotidiano che arriva direttamente al cuore, nato dalla passione, fatto con professionalità.

________________________________

®© Riproduzione vietata. Consentita solo previa citazione della fonte. Tutti i diritti riservati

UN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINE

www.unmondoditaliani.com

www.unmondoditaliani.it

www.minacappussiartista.it

Agenzia Stampa, Casa Editrice, Giornale Quotidiano Internazionale, con sede a Bojano, a Roma (via Zanardelli, 36) e a Viedma, in Patagonia, già autorizzato nel 2006 dal Tribunale di Campobasso N.2/96, come edizione on line de “LA VOCE DEL POPOLO” e nel 2010 come e-magazine indipendente. Diretto daMina Cappussi,diffuso in ogni angolo del pianeta in cui vi sia una comunità italiana,sede di STAGE FORMATIVI per l’Università Roma Tre,associato al quotidianoORA ITALIAdellaPatagonia Argentinae all’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional,Ora Italia el programa de radio de los italianos en la Patagonia. Producido y realizado por la Asociación Emiliano Romagnola de la Comarca Viedma Carmen de Patagones. En convenio con "Un Mondo di Italiani" el periodico online del Molise y con la "Radio Emilia Romagna" la radio de la Región en Podcast.

Scrivi a minacappussi@gmail.com

facebook: Mina Cappussi – Mina Cappussi II – Mina Cappussi III – Mina Cappussi Cinque

Iscriviti ai gruppi facebook: Un Mondo d’Italiani , TG facebook

Pagine facebook:MINA CAPPUSSI FANS CLUB, Traduci Detti Molisani in Inglese, Mina Cappussi 4

Edita il PRIMO DIZIONARIO DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA www.dizionarioemigrazione.it, mi dispiace, ti prego perdonami, grazie, ti amo

Pua mai au mai ka po iloko o ka malamalama

sito mina cappussi artista:

http://www.minacappussiartista.it

http://www.premioceleste.it/artista-ita/idu:76841/

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10