Il Molise non esiste? I giovani di Bojano rispondono con Vi raccontiamo di noi. Un anno di…Baci e Abbracci

di Sabina e Franco Iadarola -

Se ne infischiano se Crozza dice che il Molise non esiste. Loro rispondono che il Molise esiste ed è nobile. E organizzano una serata di video, interviste, ricordi, immagini, interventi, gag, scenette teatrali, con musica e canzoni interpretati da artisti di talento. BACI & ABBRACCI sta per Bellezza, Amicizia, Creatività, Impegno, e Altruismo, Buonumore, Bravura, Responsabilità, Accoglienza, Condivisione, Cultura, Ideali. Presenti i rappresentanti regionali, per dimostrare la vicinanza delle istituzioni a coloro che saranno i cittadini di domani. Le premiazioni Instagram delle Notti Turchese al Matese Friend Festival

(UMDI – UNMONDODITALIANI) Il Molise non esiste. Il doodle virale è rilanciato da Crozza per parlare dell’abusivismo edilizio. I giovani molisani rispondono al personaggio Tv rimboccandosi le maniche e preparando “Vi raccontiamo di noi. Un anno di…BACI e ABBRACCI”, per ribadire che il Molise esiste eccome, ed è nobile! Vi raccontiamo di noi, un titolo semplice, accattivante, un po’ misterioso, per lo speciale appuntamento che avrà luogo a Bojano (che era la capitale dei Sanniti, quelli che tennero testa all’impero romano!) venerdì 9 novembre alle 19.30, a Terre Longhe, presso la redazione del quotidiano internazionale “Un Mondo d’Italiani” UMDI Place of Ideas in Piazza Giovanni Paolo II, dove Baci e Abbracci sta per Bellezza, Amicizia, Creatività, Impegno, e Altruismo, Buonumore, Bravura, Responsabilità, Accoglienza, Condivisione, Cultura, Ideali. I giovani di Bojano incontreranno la popolazione, per ripercorrere la propria esperienza sul territorio, con la gente, tra la gente. Video, interviste, ricordi, immagini, interventi, gag, scenette teatrali, musica, canzoni per “raccontare” un anno di Servizio Civile nei progetti Turchese e Argento, un anno di eventi, di impegno, di passione, un vissuto straordinario, fatto di collaborazione, coesione, intraprendenza, amicizia, curiosità, crescita, innovazione. Ragazze e ragazzi che si sono messi in gioco, che si sono reinventati, che hanno attinto a tutta la loro creatività, oggi intendono dimostrare quanto ha contato questo anno di servizio alla collettività, cosa ha significato, cosa porteranno con loro di questa esperienza, nel cammino di vita che si apprestano a percorrere. E lo faranno con il contributo di artisti locali di talento, Piermarino Spina (tamburo e percussioni), Luciana Patullo (arpa e voce), Alexia di Rienzo (voce), Fabrizio Spina. Saranno presenti rappresentanti istituzionali sensibili al movimento culturale che si è sviluppato attorno a questo nucleo di giovani del Servizio Civile UMDI Turchese e che hanno sentito il dovere di dimostrare la vicinanza delle istituzioni, delle più alte istituzioni regionali, all’operato di quelli che saranno i cittadini di domani.

La serata vedrà anche le premiazioni Celtagram delle Notti Turchese al Matese Friend Festival. Quelli che avranno postato su Istagram e Facebook saranno premiati con una maglietta esclusiva del MFF.

Organizzato da Centro Studi Agorà, quotidiano internazionale UMDI Un Mondo d’Italiani diretto da Mina Cappussi, Servizio Civile Nazionale, Agenzia Agorà, Casa Molise, Ippocrates, AITEF, con Regione Molise presidenza del Consiglio, Università del Molise Cattedra di Storia Contemporanea, Istituto Italiano Studi Filosofici, Accademia musicale Il Pentagramma, ViviBojano, Compagnia Stabile del Molise, Matese Mountain Bike, Matese Arcobaleno, Casa Ricovero SS Cuori di Gesù e Maria, S. Maria della Libera, Galtam, I Suoni del Molise, nell’ambito di Molise Noblesse, il Movimento per la Grande Bellezza di una piccola regione, nato in risposta al doodle “il Molise non esiste”, “Vi raccontiamo di Noi è un contenitore, un film-rouge emozionale sugli eventi che hanno caratterizzato gli ultimi dodici mesi. Perché queste ragazze e questi ragazzi hanno scritto una pagina della storia di Bojano, del Molise e dell’Italia nel mondo.

IL MOLISE ESISTE ED È NOBILE. E I NUMERI LO DIMOSTRANO

Circa 100 iniziative, 42 tra convegni, conferenze, dibattiti, giornate di studio, visite guidate e appuntamenti di promozione territoriale del Molise in Italia e nel resto del mondo, 35 cineforum, 7 collegamenti in diretta con l’estero (Philadelphia, Mar del Plata, Buenos Aires, Parigi, New York, Charlottesville), 6 corsi di Genealogia, 8 studi scientifici avviati, 12 nazioni coinvolte, 1 sito web dedicato, 1 brand, 1 premio di risonanza nazionale fuori dai confini regionali, 13,1 K lettoriUMDI redazione Turchese virtuali, 5 pagine e 12 gruppi facebook, 30 giovani molisani nell’organizzazione, decine di associazioni e federazioni di Molisani nel Mondo che hanno sposato l’idea. Sono questi i numeri di MoliseNoblesse Festival, di cui non è possibile non aver sentito parlare, tanto vasta è l’eco delle attività che, fino ad oggi, senza soluzione di continuità, hanno movimentato il tessuto sociale a Bojano, in tutto il Molise, e sulla scena internazionale. Ci voleva una risposta forte al doodle sul Molise che non esiste, e la risposta è Salvatore Micone presidente Consiglio Regionale del Molisestata fortissima, incredibile, eclatante, coinvolgente!

LE PRESENZE ISTITUZIONALI

Saranno presenti il presidente del Consiglio Regionale del Molise, Salvatore Micone, l’assessore alla Cultura della Regione Molise, Vincenzo Cotugno, il direttore responsabile di Agenzia Agorà, ente di prima classe per il Servizio Civile Nazionale, Raffaele D’Elia, il direttore UMDI Un Mondo d’Italiani, referente del progetto Turchese e formatore accreditato di servizio civile, Mina Cappussi, il prof. Giuseppe Pardini, docente di Storia Contemporanea all’Università Unimol, il prof. Giulio de Jorio Frisari dell’Istituto Italiano Studi Filosofici, Maurizio Varriano coordinatore nazionale Borghi d’Eccellenza, Emilia Petrollini referente I Suoni del Molise, già dirigente Regione Molise, responsabili e delegati delle Associazioni di Bojano. Ma la vera novità sarà la presenza dei ragazzi che hanno chiesto di entrare nella grande famiglia Turchese, coloro che hanno presentato domanda di Servizio Civile e ai quali sarà passato il testimone.

LE TESTIMONIANZE

Ci aspettiamo di vedere la gente di Bojano – spiegano Santina e Mattiaperché sentiamo di doverci accomiatare pubblicamente da questa esperienza per continuare la nostra strada e sperare di restare nella nostra regione”.

Siamo orgogliosi per la presenza del presidente del Consiglio Regionale, dell’assessore regionale alla Cultura, del responsabile dell’Agenzia Agorà – commenta Francesco perché significa che danno importanza a ciò che facciamo”

Un’esperienza incredibile la mia – si inserisce Martina mai avrei immaginato di innamorarmi degli anziani!”

Ho dato tutta me stessa – si commuove Valentina di Fornelli, autrice di una tesi di laurea in Architettura sul Castello di Macchia d’Isernia – e mi rendevo conto che più davo, più ricevevo. Mi sono occupata della grafica degli eventi, e tutte le locandine che vedrete in sede le ho fatte in parte io, in parte Francesco”

E prima di Valentina era Massimiliano il grafico del team

Non pensavamo di poter fare tutto quello che abbiamo fatto – il commento di Angela, Lorenza, Clorinda Alessandrae lo dobbiamo a Mina Cappussi se siamo riuscite a tirare fuori il meglio di noi!”

Ho scritto decine di articoli giornalistici – interviene Romina e dunque tantissimi eventi portano la mia firma. Anche questo significa orgoglio di sentirsi molisani”

“Il mio ruolo di Social Web Manager mi appassiona” spiega Andrea.

La formazione di Servizio Civile è unica – concludono Andrea, Gianni, Carminece la portiamo addosso come una divisa!”

Io ho svolto il servizio Turchese due anni fa. Mi sono laureata, mi sono iscritta ad un master a Milano – precisa Marta da Sant’Agapito – ma ciò che ho imparato nella redazione UMDI con Mina equivale a dieci master contemporaneamente!”

“Ho svolto il servizio civile Turchese l’anno precedente – aggiunge Federica – e mi prende la malinconia ogni volta che guardo la nostra sede.

“Si resta sempre Turchese” sussurrano Rocco, Adriana, Carmelina, Antonio, Angela, Serena.

Continuiamo a fare gli Olp – aggiungono Giuseppe, Sabina, Tony, Bartolomeoed è come se stessimo ancora in servizio”.

“Lo rifarei ancora – ci dice Franco – con la consapevolezza di oggi”

Insomma, non resta che andare a vedere cosa hanno preparato questi ragazzi. Appuntamento a Bojano in piazza Giovanni Paolo II, venerdì 9 novembre alle 19.30. Invitato anche Crozza, perché il Molise…esiste!

07 / 11 / 2018

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10