Globe Trotter della Sicurezza: Castrense Ganci in viaggio per l’Italia

di Mina Cappussi e Adriana Niro

“Era il 26 gennaio del 2010 quando arrivò la telefonata a casa. Stavano trasportando mio figlio Sergio con l’autoambulanza. Per due volte avevo dovuto togliergli la moto perché l’avevo beccato senza casco, diciamo che gli avevo fatto un Fermo Amministrativo Familiare. Quel casco segnato dall’incidente, con un avvallamento nella zona temporale grande come un pugno, lo porto con me ogni volta che vado a fare lezione e lo mostro ai ragazzi.” L’esperienza di Castrense GANCI e i corsi a Pantelleria, Agrigento, Patti, Milazzo, Monreale, Alcamo, Racalmuto, a Salerno, Castrofilippo, San Giuseppe Iato, San Cipirello, Polizzi Generosa in Sicilia dunque, Calabria, Sardegna e Campania, ma in procinto di coinvolgere altre regioni.

(UMDI – UNMONDODTALIANI) Incidenti mortali, danni permanenti, disattenzione, sicurezza, responsabilità. Il fil rouge che tiene insieme queste terribili realtà si chiama Castrense GANCI, ribattezzato “Il Globe Trotter della Sicurezza”. Il comandante della Polizia Municipale di Monreale (Palermo), noto per l’intransigenza sulla Legalità e le molteplici iniziative portate avanti sul territorio, un prestigioso riconoscimento dell’ASU of New York, l'associazione siciliana di New York del presidente Cav. Angelo SICILIANO, e del Brooklyn Italian Soccer Club di Brooklyn, NY, CHAIRMAN e Presidente Jerry VALERIO, incontra a ritmo serrato le scuole, gli studenti, i giovani, le istituzioni, con l’impegno di fermare la strage che ogni giorno falcia decine e decine di vite sulle nostre strade. Incontri fatti di immagini, spot d’impatto, messaggi, lezioni non convenzionali che calamitano l’attenzione dei ragazzi, li coinvolgono in un ripensamento di quelle che sono abitudini e stili di vita imposti dal contesto, dalla pubblicità, dai media, dal sistema in generale. Castrense GANCI sa come dialogare con i giovani e i suoi corsi di educazione e sicurezza stradale sono seguitissimi.

“Ritengo – GANCI al microfono – che un approccio ai corsi di Educazione e Sicurezza Stradale non possa prescindere dai Corsi di Didattica. Gli insegnanti e gli adulti coinvolti rappresentano il necessario ponte di collegamento con il territorio. Solo così possiamo lavorare a macchia d’olio. Mi piace pensare al concetto de “La matruzza” come è detto in dialetto siciliano il lievito madre che da una piccola quantità genera una massa enorme: dobbiamo essere in tanti per trasmettere il messaggio, per arrivare specificatamente a coloro che hanno bisogno di riflettere, di ricevere quella determinata parola che può cambiare le cose. Alla fine della lezione qualcuno dice che rinuncia al sogno della moto. Io dico che non è questo il senso: si può usare la moto con criterio così come ci si può concedere di bere una volta, ma lasciando il volante a chi è sobrio. E’ questione di misura, di amore per sé stessi e verso chi ci aspetta a casa. Si parte dal codice stradale, ma si arriva a investigare le proprie emozioni, a ragionare su ciò che si vuole nella vita per il futuro”.

Non è un caso se il “Globe Trotter della Sicurezza” riesce a toccare l’animo dei giovani. Nel 2010 il figlio di Castrense GANCI ha avuto un grave incidente stradale:

Era il 26 gennaio del 2010 – ricorda con apparente distacco – quando arrivò la telefonata a casa. Stavano trasportando Sergio con l’autoambulanza. Sergio aveva una moto 125 nuova, mi ripetevo come un mantra, sperando che avesse indossato il casco. Per due volte avevo dovuto togliergli la moto perché l’avevo beccato senza casco, diciamo che gli avevo fatto un Fermo Amministrativo Familiare. Invece, indossava un casco integrale che gli aveva regalato da poco la fidanzata. Se non lo avesse messo avrebbe avuto conseguenze neurologiche molto gravi. Quel casco segnato dall’incidente, con un avvallamento nella zona temporale grande come un pugno, lo porto con me ogni volta che vado a fare lezione e lo mostro ai ragazzi. Spiego loro che è fatto di un materiale particolare, tante piccole cellette, come fossero dei minuscoli air-bag capaci di fare la differenza tra vita e morte o tra una vita normale e una riduzione permanente delle proprie capacità. Spiego anche che non si devono usare solventi per la pulizia del casco perché il solvente arriva a penetrare attraverso lo strato più esterno e scioglie questi piccoli contenitori di aria. I ragazzi non si aspettano prediche, ma segnali”.

I corsi di Educazione e Sicurezza Stradale si tengono in tutta Italia, recenti quelli di Pantelleria, Agrigento, Patti, Milazzo, Monreale, Alcamo, nel paese natale di SCIASCIA, Racalmuto, a Salerno, Castrofilippo, San Giuseppe Iato, San Cipirello, Polizzi Generosa (paese nativo di Domenico DOLCE dell’omonimo marchio con Stefano GABBANA), in Sicilia dunque, Calabria, Sardegna e Campania, ma in procinto di coinvolgere altre regioni.

Quella di Castrense GANCI è una sorta di PUBBLICITA’ PROGRESSO, a volte forte e anche violenta nelle immagini di incidenti stradali e di tragedie; ma il non voler vedere ci rende ancora più fragili ed esposti. Una informazione consapevole ti può salvare la vita!

18 / 02 / 2016

PER LA TUA PUBBLICITA' SUL QUOTIDIANO INTERNAZIONALE UN MONDO D'ITALIANI RIVOLGITI AL NOSTRO UFFICIO COMMERCIALE, REFERENTE DR.SSA MONACO +39 392 958 1181. Condizioni speciali per la pubblicità elettorale.

________________________________

®© Riproduzione vietata. Consentita solo previa citazione della fonte. Tutti i diritti riservati

UN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINE

www.unmondoditaliani.com

www.unmondoditaliani.it

http://www.minacappussiartista.it/

Agenzia Stampa, Casa Editrice, Giornale Quotidiano Internazionale, con sede a Bojano, a Roma (via Zanardelli, 36) e a Viedma, in Patagonia, già autorizzato nel 2006 dal Tribunale di Campobasso N.2/96, come edizione on line de “LA VOCE DEL POPOLO” e nel 2010 come e-magazine indipendente. Diretto daMina Cappussi,diffuso in ogni angolo del pianeta in cui vi sia una comunità italiana,sede di STAGE FORMATIVI per l’Università Roma Tre,associato al quotidianoORA ITALIAdellaPatagonia Argentinae all’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional,Ora Italia el programa de radio de los italianos en la Patagonia. Producido y realizado por la Asociación Emiliano Romagnola de la Comarca Viedma Carmen de Patagones. En convenio con "Un Mondo di Italiani" el periodico online del Molise y con la "Radio Emilia Romagna" la radio de la Región en Podcast.

Scrivi a minacappussi@gmail.com

facebook: Mina Cappussi – Mina Cappussi II – Mina Cappussi III – Mina Cappussi Cinque

Iscriviti ai gruppi facebook: Un Mondo d’Italiani , TG facebook

Pagine facebook:MINA CAPPUSSI FANS CLUB, Traduci Detti Molisani in Inglese, Mina Cappussi 4

Edita il PRIMO DIZIONARIO DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA www.dizionarioemigrazione.it, mi dispiace, ti prego perdonami, grazie, ti amo

Pua mai au mai ka po iloko o ka malamalama

sito mina cappussi artista:

http://www.minacappussiartista.it/

http://minacappussiartista.oneminutesite.it/

http://www.premioceleste.it/artista-ita/idu:76841/

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi5@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Andrea-de-Marco, Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri, Grazia-De-Gregorio, Samuele-Doganiero

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola (giornalista OdG)

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10