Forks over knives. Il cancro si combatte a tavola. Grande interesse per il film-documentario al Cineforum UMDI a Bojano

di Romina Nocera -

Esiste un legame stretto tra l’alimentazione e le patologie moderne. Ci sono abitudini alimentari che dovremmo modificare nel mondo occidentale. Forks over Knives è il film-documentario che chiarisce molti aspetti forse poco conosciuti sui rischi di una dieta sbagliata. Il consueto appuntamento settimanale ha portato non pochi spunti di riflessione su una tematica di importanza fondamentale.

(UMDI-UNMONDODITALIANI) - Un altro successo per il Cineforum UMDI “Place of Ideas”, svoltosi giovedì 2 novembre 2017, nella sede della redazione di “Un Mondo d’Italiani”, a Bojano. Un appuntamento settimanale che è diventato una tradizione per tutti gli appassionati di cinema. L’evento, creato e patrocinato da Mina Cappussi, organizzato da Centro Studi Agorà e dalla testata UNMONDODITALIANI Umdi con i ragazzi del Servizio Civile all'interno del progetto Molise Noblesse Festival. Il Cineforum Turchese è un “posto delle idee” al pari del Caffè Letterario Turchese. Questa settimana è stato scelto di proiettare “Forks over Knives”, film-documentario del 2011 ideato e diretto da Lee Fulkerson. Quanto incide l’alimentazione nell’insorgere delle malattie? Ci sono abitudini alimentari che dovremmo modificare nel mondo occidentale? Il film sostiene l'efficacia per la salute di una dieta che, a differenza delle tipiche abitudini americane, escluda gli alimenti di origine animale e si basi invece su quelli vegetali e integrali, per favorire la prevenzione e cura di numerose patologie. A condurre vivacemente il dibattito il direttore della Redazione Umdi Mina Cappussi e Federica Notte.

Il dibattito

Il Cineforum “Place of Ideas” nasce dalla voglia di far conoscere alle persone il mondo del cinema e non solo; proiettando film di forte impatto emotivo e culturale, mai scontati, e in grado di smuovere le menti. Si riesce così a far partire riflessioni sulla realtà che ci circonda Ed è proprio quello che è successo a seguito della visione di Forks over knives quando tutti i partecipanti si sono riuniti in cerchio, dando sfogo alle impressioni ed emozioni che il film ha scatenato in loro. La prima domanda, posta da Mina Cappussi riguardava il contenuto del documentario e cosa avesse effettivamente suscitato. A turno ogni spettatore ha indicato un aspetto. Qualcuno ha messo in risalto l’importanza della carne nella vita umana, contrastando l’ideologia visibilmente vegana che domina l’intero documentario. Siamo stati tutti d’accordo però sull’asserire che una alimentazione vigile e bilanciata sia l’ideale per ogni fascia di età. Nonostante le grosse possibilità di informazione, attraverso social e mezzi di comunicazione, la società contemporanea è ancora vittima dell’ignoranza. La fretta che regna incontrastata nelle nostre vite ci porta a consumare pasti semplici e poco nutrienti, la maggior parte delle volte composti da soli carboidrati. Colpisce come gli stessi personaggi del mondo dello spettacolo abbiano dichiarato di aver adottato una dieta vegana dopo aver visto il documentario e sono Ozzy Osbourne, Russell Brand (già in precedenza vegetariano), Eliza Dushku, Jason Mraz, Kristen Bell (già in precedenza vegetariana) e DaxShepard.

La conclusione

I temi affrontati sono di notevole importanza e ci hanno portato a introiettare la tematica. Chiedendoci in primis se la nostra stessa alimentazione sia adeguata e sana. Bisogna abbattere la disinformazione leggendo libri e perché no, seguendo documentari come questo. Il Cineforum UMDI “Place of Ideas” è nato proprio dalla voglia di infondere, nelle persone che vi prendono parte, la consapevolezza dei falsi miti, canoni e “specchi per allodole” che ci propina continuamente la società, attraverso i media, la pubblicità, certa politica populista. Il Cineforum UMDI “Place of Ideas” è quindi un evento settimanale da non perdere, che omaggia il grande cinema dando la libertà di esprimere la propria opinione. E’ Aperto a chiunque voglia partecipare e confrontarsi gratuitamente!

Per saperne di più

The China Study, preso in considerazione nel documentario, è un libro pubblicato nel 2005 dal nutrizionista T. Colin Campbell, basato su dati epidemiologici raccolti in Cina, l'autore, responsabile della ricerca, trae una serie di conclusioni sui benefici per la salute che deriverebbero da alcuni regimi alimentari. Campbell interpreta i dati affermando una relazione tra cibo e malattie cardiovascolari, cancro e diabete e la possibilità di ridurre il rischio di contrarre queste patologie, o arrestarne e invertirne lo sviluppo in corso, attraverso l'alimentazione, giungendo alla conclusione che una dieta basata su cibi vegetali riduce in modo drastico la possibilità di sviluppare malattie cardiovascolari, diabete, cancro e obesità. La validità di tali conclusioni, tuttavia, è stata soggetta a numerose critiche per gli errori metodologici del libro. Ovvio che una società che lucra sulla malattia delle persone avrebbe serie difficoltà ad ammettere le ragioni di Campbell. A questo punto, dunque, ognuno dovrà tirare le somme e fare le proprie considerazioni. Tenendo presente che l’industria della carne ha ridotto in schiavitù milioni di animali, portandoci a credere che l'essere umano ne abbia necessariamente bisogno.

13 / 11 / 2017

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/a, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: già Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo - Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. - Tutor: Annarita Guidi. -

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziarioufficiale delprogetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore.

Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti.

Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione.

Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it- di Mina Cappussi - email minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10.