FOIBE. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, NAPOLITANO, CONTESTATO DA CHI NON DIMENTICA

di Luigi Cortese *

FOIBE, CRIMINE DEI TITINI, le forze partigiane al comando di TitoDa italiano mi aspetto l’annullamento dell’onorificenza concessa ad un assassino. Ma soprattutto le scuse per le umiliazioni subite dagli Italiani che per anni sono stati marchiati e ghettizzati come esuli Istriani. Voglio ricordare Norma Cossetto violentata e seviziata dai Partigiani, i nostri Fratelli Italiani uccisi con l’unica colpa di essere “Italiani”. Il bacio del Presidente Pertini sulla bara di Tito, un sanguinario assassino.

(UNMONDODITALIANI) Il 10 Febbraio del 2004 è stato istituito il “Giorno del Ricordo”, il giorno in cui dovrebbe essere ricordato l’eccidio delle “Foibe”, ma come ogni anno questo giorno passa in sordina, una misera commemorazione istituzionale e nient’altro.

Il nostro caro Presidente della Repubblica Napolitano, oggi ha fatto una dichiarazione che a mio avviso poteva anche risparmiarsela, si parla di non essere schiavi del passato e si sta parlando di nostri Fratelli Italiani uccisi con l’unica colpa di essere “Italiani”: perché questo discorso non lo si fa con gli Ebrei?

Se proprio devo scegliere chi ricordare preferico ricordare uomini efoiba, sezione. Qui vennero torturati e gettati tantissimi italiani dalle forze comuniste di Tito donne italiani uccisi senza alcuna colpa, voglio ricordare Norma Cossetto violentata e seviziata dai Partigiani, la cui unica colpa era l’essere figlia di un possidente fascista.

Ma tralasciamo i cenni storici ormai conosciuti anche se solo in parte, arriviamo al dopoguerra quando il Governo Italiano ha appoggiato la Jugoslavia di Tito, riconoscendo anche una pensione con diritto di reversibilità piena a chiunque era in grado di dimostrare di aver combattuto contro gli Italiani, in effetti oggi ci ritroviamo a pagare migliaia e migliaia di Euro a personaggi che hanno ucciso dei nostri connazionali.

Abbiamo assistito inermi al bacio del Presidente Pertini della bara di Tito , un Pertini affranto dal dolore per la perdita del suo caro gli infoibati nella simbologia comunistacompagno.

Credo che tutto abbia significato continuare ad uccidere giorno dopo giorno chi è stato ucciso in un modo orribile senza avere alcuna colpa, perché morire in una Foiba dev’essere la cosa più brutta che c’è, ci sono voluti ben 59 anni per arrivare a non far finta che tutto ciò non sia stato.

Abbiamo dimenticato per decenni quelli che sono riusciti a scappare, che arrivati in Italia sono stati messi in campi profughi per anni, che sono stati dimenticati dallo Stato che quasi non voleva riconoscerli. Abbiamo assistito alla consegna dell’Onoreficenza Cavaliere di gran croce decorato di gran cordone dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana” a chi si èNorma Cossetto, violentata, seviziata, barbaramente uccisa dai partigiani e infoibata macchiato di immondi delitti. Immaginate solo quale umiliazione hanno dovuto sopportare coloro i quali, per mano di quell’essere, hanno perso tutto, famiglia, casa ed averi.

Ecco perché la dichiarazione del nostro Presidente non ci sta bene, non possiamo dimenticare perché cancelleremmo un importante verità storica.

Da italiano mi aspetterei una rivisitazione di tutto questo e magari anche l’annullamento dell’onorificenza concessa ad un assassino.

Ma soprattutto le scuse per le umiliazioni subite dagli Italiani che per anni Tito, l'assassino mandante dei delitti degli italiani infoibati, con Stalin e Molotovsono stati marchiati e ghettizzati come esuli Istriani.

* Luigi Cortese Vice Segretario Nazionale – Movimento Patria Nostra

UN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINEIl Lungo esodo, Istria, le persecuzioni, le foibe, l'esilio, nel libro di Raul Pupo. Una pagina vergognosa della nostra storia

www.unmondoditaliani.com

www.dizionarioemigrazione.it

Agenzia Stampa, Casa Editrice, Giornale Quotidiano Internazionale, con sede a Bojano, a Roma (via Zanardelli, 36) e a Viedma, in Patagonia, già autorizzato nel 2006 dal Tribunale di Campobasso N.2/96, come edizione on line de “LA VOCE DEL POPOLO” e nel 2010 come e-magazine indipendente. Diretto da Mina Cappussi,diffuso in ogni angolo del pianeta in cui vi sia una comunità italiana, sede di STAGE FORMATIVI per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professioni del web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e su SKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA della Patagonia Argentina e Giustizia per i ventimila italiani infoibati e uccisi di Istria, Venezia Giulia, Trieste, Fiume e Dalmazia dalle forze comuniste titineall’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional.Nata come LRA, Estación de Radiodifusión del Estado, ha trasmesso per la prima volta il 6 Luglio 1937 dall’ufficio di Posta e Telegrafia nella città di Bs.As.Oggi è più conosciuta come Radio Nacional e trasmette da Viedma a Ushuaia, da Bs. As a Formosa; ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia su 93.5 FMunmondoditaliani.com quotidiano internazionale diretto da mina cappussi

www.oraitalia.blogspot.com. Ora Italia el programa de radio de los italianos en la Patagonia. Producido y realizado por la Asociación Emiliano Romagnola de la Comarca Viedma Carmen de Patagones. En il rinvenimento dei cadaveri degli italiani infoibati dai partigianiconvenio con "Un Mondo di Italiani" el periodico online del Molise y con la "Radio Emilia Romagna" la radio de la Región en Podcast.

scrivi a minacappussi@gmail.com

facebook: mina Cappussi – Mina Cappussi II – Mina Cappussi III – MINA CAPPUSSI FANS CLUB

Iscriviti al gruppo facebook: Un Mondo d’Italianihttp://www.facebook.com/group.php?gid=37063563859Foibe Rosse, di Ferdinando Sessi, Vita di Norma cossetto, uccisa in Istria nel 43

IL FAN CLUB FACEBOOK:

http://www.facebook.com/mina.cappussi#!/pages/MINA-CAPPUSSI-FANS-CLUB/115534231816194?ref=sgm

Edita il PRIMO DIZIONARIO DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA sotto l’egida del Ministero Affari Esteri e del Ministero dell’Istruzione.

mi dispiace, perdono, grazie, ti amo

10 / 02 / 2011


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi5@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Andrea-de-Marco, Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri, Grazia-De-Gregorio, Samuele-Doganiero

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola (giornalista OdG)

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10