Home Page | Network Nigiara
Email






Femminicidio, violazione dei diritti umani delle donne

Di Simona Aiuti

La prima causa di uccisione nel Mondo delle donne tra i 16 e i 44 anni è l’omicidio.Il termine nacque per indicare gli omicidi della donna “in quanto donna”. Che cosa accomuna tutte queste donne? Solo il fatto di essere state uccise “in quanto donne”, ma non è poco.

(UMD UNMONDODITALIANI)La loro colpa è stata quella di aver trasgredito al ruolo ideale di donna imposto dalla tradizione , di essersi prese la libertà di decidere cosa fare delle proprie vite, di essersi sottratte al potere e al controllo del proprio padre, partner, compagno.

Chi ha deciso la loro condanna a morte? Basta un solo uomo che si è incaricato di punirle nel solo modo che gli è possibile, uccidendole, ma anche la società non è esente da colpe.

Il femminicidio è un problema strutturale, che va aldilà degli omicidi delle donne, riguarda tutte le forme di discriminazione e violenza di genere che sono in grado di annullare la donna nella sua identità e libertà non soltanto fisica, ma anche nella dimensione psicologica, nella società, e nella vita pubblica.

L’Unione Europea ha riconosciuto che il femminicidio riguarda tutti gli Stati del mondo.

E’ fondamentale che anche da noi si rivendichi che la violenza maschile sulle donne è una violazione dei diritti umani e che spetta alle Istituzioni attivarsi per prevenire il femminicidio, attraverso un’azione culturale e un’adeguata protezione delle donne che scelgono di uscire da tutte le forme di violenza, domestica o meno.

Una ricerca ha evidenziato che più del 70% delle vittime di femminicidio era già nota per avere contattato le forze dell’ordine, ovvero per aver denunciato, o per aver esposto la propria situazione ai servizi sociali.

E’ emblematico che all’Italia non sia stato chiesto di introdurre il reato di femminicidio, come è stato chiesto a Messico e Guatemala: qui da noi il problema è culturale, e si ripercuote sull’efficacia dell’azione istituzionale.

Inutile dire che i passi avanti in questi anni ci sono stati e l’attenzione alla formazione e alla protezione delle donne che decidono di uscire da situazioni di violenza è sempre maggiore: tuttavia ancora troppe donne vengono ammazzate perché manca una reazione collettiva e sentita a una cultura assassina, che riporta in auge pregiudizi e stereotipi antichissimi, legati alla virilità, all’onore, al ruolo di uomini e donne nella coppia e nella società.

Per sconfiggere la cultura patriarcale occorre una presa di posizione netta da parte di tutti i politici ed i personaggi pubblici, ed una collaborazione fortissima con la società civile.

Il quadro politico e giuridico frammentario e la limitatezza delle risorse finanziarie per contrastare la violenza sulle donne, ostacolano un’efficace ottemperanza dell’Italia ai suoi obblighi internazionali.

L’attuale situazione politica ed economica dell’Italia però, non può essere utilizzata come giustificazione per la diminuzione di attenzione e di risorse dedicate alla lotta contro tutte le manifestazioni della violenza su donne e bambine in questo Paese.

Se oggi l’ONU (e di conseguenza l’informazione di massa) parla di femminicidio anche in relazione all’Italia, è perché ci sono state donne che qui ed oggi, da anni, hanno reclamato il riconoscimento anche per le donne, in quanto donne, di quei i diritti umani affermati a livello universale, ed in particolare del diritto inalienabile alla vita e all’integrità psicofisica.

Parlare di femminicidio e richiamare le linee guida internazionali in materia, e le raccomandazioni all’Italia, è utile per evitare che, ottenebrati dalla logica dell’emergenza, si guardi il dito che indica la luna, e si perda di vista la luna.

Direttore

UN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINE

www.unmondoditaliani.com

www.dizionarioemigrazione.it

Agenzia Stampa, Casa Editrice, Giornale Quotidiano Internazionale, con sede a Bojano, a Roma (via Zanardelli, 36) e a Viedma, in Patagonia, già autorizzato nel 2006 dal Tribunale di Campobasso N.2/96, come edizione on line de “LA VOCE DEL POPOLO” e nel 2010 come e-magazine indipendente. Diretto da Mina Cappussi, diffuso in ogni angolo del pianeta in cui vi sia una comunità italiana, sede di STAGE FORMATIVI per l’Università Roma Tre,Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professioni del web, del cinema e della televisione,massociato al quotidiano ORA ITALIA della Patagonia Argentina e all’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional che ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia su 93.5 FM

www.oraitalia.blogspot.com. Ora Italia el programa de radio de los italianos en la Patagonia. Producido y realizado por la Asociación Emiliano Romagnola de la Comarca Viedma Carmen de Patagones. En convenio con "Un Mondo di Italiani" el periodico online del Molise y con la "Radio Emilia Romagna" la radio de la Región en Podcast.

scrivi a minacappussi@gmail.com

facebook: mina Cappussi – Mina Cappussi II – Mina Cappussi III – MINA CAPPUSSI FANS CLUB

Iscriviti al gruppo facebook: Un Mondo d’Italiani

Edita il PRIMO DIZIONARIO DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA sotto l’egida del Ministero Affari Esteri e del Ministero dell’Istruzione.

UN MONDO D’ITALIANI – Italian International daily magazine www.unmondoditaliani.com

Il Direttore

Mina Cappussi

+39 338 8918 290 Tim mobile; +39 328 6925 800 wind mobile; +39 0874 778802 home; +39 0874 409456 office



Ultimi aggiornamenti


Altre news

  • La disoccupazione giovanile italiana sale al 43,7%
    ( lavoro.okpedia.org - 31/07/2014 )
  • Zooey Deshanel per la prima foto dal set di ´Rock the Kasbah´
    ( www.ecodelcinema.com - 31/07/2014 )

Contatti

Per contattare la redazione del sito Italianinelmondo scrivere all'indirizzo email minacappussi@tiscali.it

 

VIOLENZA DONNE


italianinelmondo

iscriviti al Centro Studi UMDI

Ambiente

Italiani nel Mondo

Storia

150° UNITA' D'ITALIA

UMDI unmondoditaliani.com International Daily Magazine quotidiano internazionale d'informazioneUMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/a, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Goffredo Palmerini, Carmelina Rico, Serena Lastoria, Angela Perrella, Giulia Marzani, Manuela Forte, Nicoletta Saccomanno, Carlo Di Stanislao, Min. Cul. Pop., Stefania Paradiso, Benedetta Massoni, Angelo Sanzò, Federica Polegri, Gustavo Vitali, Ugo Gentile, Simona Aiuti, Alessio Papa, Ma. Nu., Franco Iadarola, Magalì Pizarro, Anna Ovidi, Francesco Luca Borghesi, Gabriele Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione L'Aquilano, Maria De Michele, Fer. Bru, Vincenza Alfano, Alejandra Daguerre, Anna Maria Marinelli, Chiara Landi, Arianna Braccio, Bartolomeo Alberico, Dalna Gualtieri.

CAPOREDATTORE: (da nominare)

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web:

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio, Elena Graziosi, Nadia Giannini, Dafne Inzaina, Danilo Menghi, Lorenzo Planamente, Annalisa Santamaria, Martina Spada, Valentina Stati, Masako Takagi, Luzmila Vargas, Andrea Vignoni, Chiara Jommy Selleri

STAGISTI edizione precedente: già Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo - Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi.

Tutor: Annarita Guidi.

Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto daMina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziarioufficiale delprogetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", che raccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore.

Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti.

Il giornale on line che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione.

Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE:

STORIA

a cura dell’avvocato Alessio Papa

PAGINE D’ITALIA

a cura di Simona Aiuti


COSI' VA IL MONDO

a curadi Carlo Di Stanislao


QUI MOSCA

di Massimo Eccli


SPECIALE USA


QUI CANADA, CERVELLO IN FUGA

Arianna Braccio


EVENTI, MOSTRE SU ROMA

Giulia Marzani


MUSICA, CONCERTI

Serena Lastoria


GIUDIZIARIA, MONDO DONNA

a cura dell'avv. Anna Maria Marinelli


SPORT, CALCIO

Angela Perrella, Gabriele Iaconis



Unmondoditaliani.com -

 

www.unmondoditaliani.com - - testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10.

www.unmondoditaliani.com di Mina Cappussi - email minacappussi@tiscali.it -