F1: Hamilton vince in Canada, Vettel beffato e furioso

di Andrea De Marco -

Nel Gp del Canada Il tedesco paga 5'' inflittigli dalla giuria per una manovra scorretta: "Non è giusto, ma Lewis merita rispetto". Terzo posto per Leclerc. La Ferrari deve rimandare l’appuntamento con il primo successo stagionale

(UMDI-UNMONDODITALIANI) Lewis Hamilton trionfa nel Gp del Canada, settima prova del Mondiale di Formula 1. Ma che beffa per Vettel. Il pilota inglese della Mercedes, al quinto successo stagionale e al 78esimo della carriera, sale sul gradino più alto del podio grazie alla sanzione che priva Sebastian Vettel della vittoria. Il pilota tedesco della Ferrari, scattato dalla pole position, conduce la gara dal primo all'ultimo metro: nel corso del 48esimo dei 70 giri, però, commette un errore finendo con le ruote sull'erba. Quando rientra in pista, allarga la traiettoria e costringe Hamilton ad alzare il piede dall'acceleratore: la condotta del ferrarista, giudicata scorretta, viene punita con una penalità di 5 secondi. Vettel taglia il traguardo per primo, ma il vantaggio su Hamilton è inferiore ad un secondo. Il pilota inglese centra la quinta vittoria in una stagione caratterizzata sin qui esclusivamente da trionfi Mercedes. La Ferrari, che piazza Charles Leclerc sul gradino più basso del podio, deve rinviare l'appuntamento con il primo successo in un campionato che, prima della pausa estiva, appare già ampiamente deciso.

Dichiarazioni di Vettel

Sono incazzato. Non così, non posso perdere così. Ero in un punto cieco, ero bloccato e praticamente a muro. Dove altro potevo andare? Il pubblico deve contestare questa decisione assurda". Questo lo sfogo di Sebastian Vettel al termine della gara. "Lewis è stato più veloce di me ma siamo stati bravi a stare davanti, sul resto chiedete alla gente cosa pensano - ha proseguito il tedesco che è apparso visibilmente contrariato tanto da non portare neanche la macchina sotto il podio - E' stato un spettacolo fantastico, Lewis mi ha mostrato tanto rispetto. La gente non dovrebbe contestare Lewis".

Analisi di Hamilton

Non è questo il modo in cui avrei voluto vincere. Ho spinto fino alla fine per cercare di superarlo ma l'ho forzato nel commettere un errore", è l'analisi di Lewis Hamilton. "Avevo la strada per passare in curva ma ho dovuto allargare - ha aggiunto il pilota della Mercedes - Ma queste sono le corse. Lui ha diritto di avere la sua opinione, io ho fatto la curva normalmente ma quando torni in pista devi mantenere la sicurezza, non cercare di riprendere la traiettoria". A chi gli chiede se avrebbe potuto superare il tedesco nel finale, Hamilton ha ammesso che "alla fine no, faticavamo con la temperatura ai freni - ha concluso - Le gomme erano buone nel momento in cui ha commesso l'errore, poi ho fatto quel bloccaggio e il gap è di nuovo cresciuto. Sarebbe stato difficile"."C'è una regola e questa regola dice che si deve lasciare una macchina di spazio. Ma noi vogliamo vedere la lotta, è una situazione che dal punto di vista della Mercedes è 60-40% ma se fossi un tifoso italiano, della Ferrari o anche Sebastian Vettel lo vedrei 40-60%: abbiamo molta discussione come nel calcio", commenta il team principal della Mercedes, Toto Wolff. "Credo che oggi il vincitore morale sia Seb. Ha passato il traguardo davanti a tutti. Poi non siamo noi a decidere, anche se si può avere un parere diverso", è la replica del suo omologo ferrarista, Mattia Binotto. "Era importante per noi ritrovare ritmo, abbiamo dimostrato di essere competitivi, torniamo a casa ancor più motivati di prima. Abbiamo tante gare per dimostrare il nostro valore. Ferrari penalizzata? Ci sono state altre occasioni in cui sono stati buoni guardando le ultime gare, ci sono state situazioni come quella di oggi in cui il giudizio è stato diverso. C'è rammarico, dal punto di vista del risultato meritavamo". A proposito dello stato d'animo di Sebastian Vettel, Binotto ha sottolineato che "inizialmente era molto arrabbiato, abbiamo cercato di calmarlo, però è giustificato - ha concluso - Ha spinto a ogni giro, è stata una gara difficile. Sa di non aver commesso errori, nel tornare in pista non c'era nulla di intenzionale, non aveva alternativa".

10 / 06 / 2019

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi5@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Andrea-de-Marco, Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri, Grazia-De-Gregorio, Samuele-Doganiero

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola (giornalista OdG)

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10