Coronavirus: 8 morti, 270 contagiati in Italia. Ma le frontiere restano aperte per gli Italiani.

di Red. UMDI -

Le autorità locali hanno deciso che l’ingresso nel Paese sarà possibile solo se i passeggeri rientrati in Italia accetteranno di fare un periodo di quarantena attuabile in due ospedali della Capitale. Francia e Svizzera non chiudono le frontiere con l’Italia. Morto un uomo di 84 anni che era ricoverato all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, positivo al test del Coronavirus.

(UMDI - UNMONDODITALIANI) L’epidemia di coronavirus è scoppiata in Cina alla fine del 2019 e da lì si è diffusa in 28 Stati. L’Italia è il terzo Paese al mondo per numero di contagi, dopo la Cina con oltre 77 mila contagi e la Corea del Sud con 763: in base all’ultimo bollettino, sono 270 i casi accertati nel nostro Paese. Quattro persone che avevano contratto il virus sono morte: un uomo di Vo’, in provincia di Padova, Euganeo di 77 anni, una 77enne di Casalpusterlengo, un’anziana di Crema, già debilitata a causa di un tumore e un 84enne di Bergamo che aveva patologie pregresse. Le misure attivate dalle autorità locali per contenere l’epidemia coinvolgono oltre 50 mila persone: i comuni in quarantena sono undici, in Lombardia è in vigore un provvedimento che prevede, tra le altre cose, la chiusura delle scuole. Trovata possibile connessione tra i casi veneti e quelli lombardi. Un agricoltore di Vicenza, frequentatore dei bar di Vo’, era stato a Codogno e in altri centri del lodigiano, focolaio del virus in Lombardia. Potrebbe essere lui l’anello di congiunzione tra i casi di coronavirus lombardi e quelli veneti. Cinema, incassi a picco per paura del contagio. La paura tiene gli spettatori lontani dalle sale cinematografiche (da ieri chiuse in diverse regioni del Nord): il botteghino segna molto di meno rispetto a 7 giorni fa, e meno rispetto alla stessa settimana di circa un anno fa. Aereo proveniente da Roma bloccato alle Mauritius. I passeggeri di un volo Alitalia partito da Roma, sono stati fermati dopo l’atterraggio nell’aeroporto di Mauritius, nell’Oceano indiano. Le autorità locali hanno deciso che l’ingresso nel Paese sarà possibile solo se i passeggeri accettano di fare un periodo di quarantena in due ospedali della Capitale. L’alternativa, per loro, è rientrare subito in Italia. Francia e Svizzera non chiudono le frontiere con l’Italia. Il ministero dei Trasporti francesi ritiene che il blocco delle frontiere tra Italia e Francia non sia indispensabile. Lo ha detto il sottosegretario ai Trasporti francese, Jean-Baptiste. Anche la Svizzera segue la stessa linea: « Non ci saranno limitazioni per le frontiere», ha dichiarato Daniel Koch, dell’Ufficio federale di sanità pubblica elvetico. La Confederazione, ha spiegato Koch, non ha introdotto e non intende introdurre a breve alcun provvedimento nei confronti della libera circolazione delle persone alle frontiere con gli stati dove si sono verificati contagi. La missione Oms in Italia. «In accordo con le autorità italiane, una missione congiunta dell’Oms e dell’Ecdc è partita ieri per l’Italia per valutare la situazione sul terreno»: lo ha annunciato il commissario europeo per la salute e la sicurezza alimentare Stella Kyriakides durante un punto stampa a Bruxelles. Morto a Bergamo un 84enne positivo al coronavirus. «Stanotte è morto un uomo di 84 anni che era ricoverato all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo»: lo ha detto l’Assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera. L’uomo era residente a Villa di Serio ed aveva «altre patrologie», come ha precisato il presidente della Lombardia Attilio Fontana su Radio Rai 1. Si tratta della quarta persona positiva al coronavirus morta in Italia, la terza in Lombardia. La Commissione UE è pronta ad aiutare. «Stiamo seguendo da vicino la situazione in Italia e lodiamo le autorità italiane per la loro azione rapida ed efficiente. La Commissione UE è pronta a fornire supporto», scrive su Twitter il commissario europeo per la salute e la sicurezza alimentare. Sono stati stanziati circa 230 milioni di euro per aiutare la lotta globale contro la diffusione del coronavirus.

*Editing By Ilaria Sabbatino

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi5@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE QUOTIDIANO DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Andrea-De-Marco, Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer.-Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri, Grazia-De-Gregorio, Samuele-Doganiero

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola (giornalista OdG)

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Leonora Faccio, Monica Corda, Maurizio Barba.

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", che raccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale online degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professioni del web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonimo UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e su SKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina. La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica online con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10