Consiglio Regionale del Molise, ki t muort!

di Mina Cappussi -

...e chi t'è stramuort! Il nuovo cittadino molisano è futurista esistenzialista stile minimalista che lascia messaggi immediatamente intellegibili. I manifestanti lanciano pomodori, melanzane e fette di mortadella, e qualcuno a Bojano lascia, davanti al portone del municipio, un cumulo di…merda! Sì, lo stile comunicativo sta cambiando!

(UNMONDODITALIANI) “Consiglio Regionale del Molise: ki v’è muort!” E’ la scritta, apposta da un anonimo writer, sulla targa d’ingresso alla palazzina che oggi ospita uffici del Consiglio Regionale del Molise, un tempo sede della Presidenza e della Giunta di Michele Iorio.

Chi t'è mmuort, con la variante rafforzativa chi t'è stramuort, è una espressione tipica, un insulto nei confronti degli antenati, in uso in Campania e in Molise.

A Roma “Mortacci tua” o “li mortacci tua” letteralmente significa "gli spregevoli defunti tuoi, della tua famiglia" ormai diffusa anche in altre regioni italiane.

In Puglia l'espressione analoga è: li murte tuue, in Salento è li muèrti tua o "li muèrti de mammata li muerti de sorda" di tua madre, di tua sorella, con rafforzamenti quali "chi t'ha stramuertu", "li muerti toi squagghiati, in Calabria: chi t'è mmuartu o anche chi t'è stramuartu, in Veneto: ti ta morti. Lo stesso poeta romanesco, Giuseppe Gioachino Belli, ha usato questa espressione nel sonetto Li cancelletti, nel quale un popolano maledice bonariamente il Papa Re Leone XII, reo di aver proibito il consumo di alcolici all'interno dei locali:

« Ne po' ppenzà de ppiú sto Santopadre,

pozzi avé bbene li mortacci sui…

Tornando al nostro “writer”, si tratta, evidentemente, di un cittadino molisano (“ki v’è muort”, e non “Mortacci tua” o “chi v'è stramuartu”), il quale hascelto una modalità comunicativa, un “registro” direbbero taluni, improntata alla schiettezza, piuttosto che ai salamelecchi e alle smancerie lessicali della burocrazia. Quelli ai quali ci hanno educato “illustrissimo Sig”, “egregia signora”, “pregiatissimo” e “Signoria Vostra Illustrissima ridotto a S.V.Ill.ma”.

Il “nuovo cittadino molisano” è un futurista esistenzialista stile minimalista, e in quel “ki t’è muort” ha messo tutta la rabbia, il dolore, la delusione per una rappresentanza democratica che non lo rappresenta più, fatta di consiglieri che pensano ad aumentarsi o comunque a mantenere stipendi vergognosi, 15.000 euro al mese in una regione in cui moltissime famiglie stanno sperimentando la povertà. Consiglieri che, nonostante l’esempio offerto dai due rappresentanti del M5S, Antonio Federico e Patrizia Manzo, che ogni mese rinunciano a circa 10.000 euro degli emolumenti a loro riservati, perseverano nella condotta che li distanzia sempre più dalla gente.

La stessa rabbia dei manifestanti che, nei giorni scorsi, davanti alla sede del Consiglio Regionale, hanno lanciato pomodori, zucchine, fette di mortadella e…monetine! Tutti a riprovare il gesto dei cittadini, le frasi offensive, gli ortaggi disseminati lungo il vialetto d'ingresso al Consiglio, nessuno che si sia fermato a riflettere sul fatto che la gente sta arrivando monetine donate ai consiglieri regionali del moliseall'esasperazione e quelle modalità "forti", per così dire, sono la cartina al tornasole di una situazione che rischia di precipitare. Nemmeno Mariantonietta poteva immaginare, qualche giorno prima, che il popolo avesse il coraggio di ribaltare il potere far rotolare qualche testa!

Il cittadino futurista esistenzialista che ha mandato un educato messaggio ai Consiglieri Regionali ha un collega a Bojano, dove il messaggio all’Amministrazione Comunale retta da Antonio Silvestri è stato, forse, ancora più immediato e “minimalista”: davanti al portone del Municipio, infatti, il cittadino che ha messo da parte la referenzialità ha lasciato un biglietto da visita immediatamente intellegibile, un cumulo sterco davanti alla porta del municipio di Bojanodi merda, ops sterco. Beh, certo, i giornalisti si adeguano allo stile minimalista, perché cercare sinonimi tra i vari letame, concime, stabbio, escrementi, stallatico, quando si può efficacemente esprimere lo stesso concetto in sole 5 lettere?

________________________________

® Riproduzione vietata. Consentita solo previa citazione della fonte. Tutti i diritti riservati

UN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINE

ia. Producido y realizado por la Asociación Emiliano Romagnola de la Comarca Viedma Carmen de Patagones. En convenio con el pe riodi co "U n Mondo di Italiani".

Scrivi a minacappussi@gmail.comunmondoditaliani

facebook: Mina Cappussi – Mina Cappussi II – Mina Cappussi III –Mina Cappussi Cinque

Iscriviti al gruppo facebook: Un Mondo d’Italiani , TG facwww.unmondoditaliani.com

Agenzia Stampa, Casa Editrice, Giornale Quotidiano Internazionale, con sede a Bojano, a Campobasso, a Roma (via Zanardelli, 36) e a Viedma, in Patagonia, già autorizzato nel 2006 dal Tribunale di Campobasso N.2/96, come edizione on line de “LA VOCE DEL POPOLO” e nel 2010 come e-magazine indipendente. Diretto da Mina Cappussi, sede di STAGE per l’Università Roma Tre,associato al quotidiano ORA ITALIA della Patagonia Argentina e all’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional.

Ora Italia el programa de radio de los italianos en la Patagonebook, Molisani nel Mondo,

Pagine facebook:MINA CAPPUSSI FANS CLUB, Traduci Detti Molisani in Inglese, Mina Cappussi 4

Edita il PRIMO DIZIONARIO DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA www.dizionarioemigrazione.it, sotto l’egida del Ministero Affari Esteri e del Ministero dell’Istruzione.

mi dispiace, perdono, grazie, ti amo

09 / 10 / 2013


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10