Brexit: il CQIE chiede diritti per cittadini italiani residenti nel Regno Unito. Che accadrà dopo l’uscita dall’Europa?

di Jack

Sono oltre 300mila i nostri connazionali che risultato iscritti all'Aire, ma stime credibili evidenziano che potrebbero essere altri 300 mila. Bisogna rafforzare la macchina consolare. Le prime misure riguarderanno il rafforzamento dell'organico del consolato di Londra e la riapertura del consolato generale di Manchester.

(UMDI – UNMONDODITALIANI) Mentre il primo ministro britannico, Theresa May è ottimista sui trattati con l’Unione Europea, ma ha ammesso comunque una probabile uscita dall’euro senza un accordo, ci si domanda quali saranno gli effetti della Brexit sugli italiani residenti in Inghilterra. “Iscriveteviall’Aire” è l’appello del sottosegretario agli Esteri, Vincenzo Amendola. “Sono oltre 300mila i nostri connazionali che risultato iscritti all'Aire – continua Amendola - ma stime credibili ci dicono che gli italiani non emersi che vivono stabilmente in Gran Bretagna e in Galles potrebbero essere altri 300 mila. Il messaggio che deve arrivare è di iscriversi all'Aire, perché così abbiamo una capacità migliore per lavorare con loro durante il negoziato. Abbiamo un problema di sommerso, ricordo che l'iscrizione all'Aire non è facoltativa e ci permette di avere una radiografia aggiornata di quanti siamo e di fare sistema. Dobbiamo mettere rapidamente in sicurezza i diritti dei nostri cittadini in Gran Bretagna: servirebbe anche a sdrammatizzare le tensioni relative alla trattativa per la Brexit. Non è un lavoro che si può concludere entro poche settimane, bisogna insistere sfruttando ogni occasione utile: è importante portare avanti una azione unitaria e compatta a livello di Sistema Italia. Al commissario Barnier è stato fatto presente che non potremo mai accettare un accordo che comprometta il rispetto di tutti i diritti. In particolare temiamo che vengano a modificarsi le procedure di acquisizione dei diritti relativi per esempio al lavoro e all'assistenza sanitaria”.

Bisogna rafforzare la macchina consolare

“Dobbiamo rafforzare la macchina consolare – ha proseguito Amendola - in seguito all'aumento delle richieste di servizi dopo la Brexit. Le prime misure riguarderanno il rafforzamento dell'organico del consolato di Londra: si tratta di soluzioni temporanee ma che dimostrano quanto urgente sia la situazione. Lavoriamo con il Mef affinché possano essere approvate nella prossima legge di bilancio delle assunzioni per fronteggiare al meglio l'emergenza. Ma anche la riapertura del consolato generale di Manchester diventa una priorità”.

Diritti per i cittadini italiani residenti nel Regno Unito

Intanto, lo scorso 5 ottobre, il Comitato per le questioni degli italiani all'estero ha approvato all'unanimità la risoluzione sugli effetti che la Brexit avrà per gli italiani residenti in Inghilterra. “La risoluzione – ha dichiarato il presidente del CQIE, il sen. Claudio Micheloni - impegna il Governo ad adoperarsi, insieme ai partner dell’Unione europea, affinché si raggiunga al più presto un accordo che garantisca in ogni caso i diritti acquisiti dei cittadini italiani residenti nel Regno Unito e dei cittadini britannici residenti nei 27 paesi UE; a richiedere al Governo del Regno Unito il riconoscimento dell'iscrizione all'Aire come elemento di certificazione della residenza in Gran Bretagna; a vigilare, nel processo negoziale sui diritti dei cittadini, affinché le nuove norme per l'ottenimento del certificato di residenza risultino semplici, rapide e non introducano alcuna forma di discriminazione tra le diverse nazionalità dei cittadini europei residenti nel Regno Unito; ad evitare che in fase di applicazione dell’accordo sui diritti dei cittadini siano introdotte a livello amministrativo disposizioni volte a limitare fortemente tali diritti, in particolare eventuali certificazioni sulla conoscenza della lingua inglese o attestazioni di permanenza ininterrotta nel tempo, peraltro difficili da reperire. Il Comitato, inoltre, ha chiesto che la risoluzione venga al più presto calendarizzata e votata in aula prima che il Presidente del Consiglio riferisca sul vertice europeo del 19-20 ottobre. Ringrazio tutti i componenti del CQIE e i gruppi per la collaborazione”.

10 / 10 / 2017

PER LA TUA PUBBLICITA' SUL QUOTIDIANO INTERNAZIONALE UN MONDO D'ITALIANI RIVOLGITI ALNOSTRO UFFICIO COMMERCIALE, +39 392 958 1181 o direttamente al 338 8918 290. Condizioni speciali di abbonamento. Sostieni il quotidiano che arriva direttamente al cuore, nato dalla passione, fatto con professionalità.

________________________________

®© Riproduzione vietata. Consentita solo previa citazione della fonte. Tutti i diritti riservati

UN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINE

Agenzia Stampa, Casa Editrice, Giornale Quotidiano Internazionale, con sede a Bojano, a Roma (via Zanardelli, 36) e a Viedma, in Patagonia, già autorizzato nel 2006 dal Tribunale di Campobasso N.2/96, come edizione on line de “LA VOCE DEL POPOLO” e nel 2010 come e-magazine indipendente. Diretto daMina Cappussi,diffuso in ogni angolo del pianeta in cui vi sia una comunità italiana,sede di STAGE FORMATIVI per l’Università Roma Tre,associato al quotidianoORA ITALIAdellaPatagonia Argentinae all’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional,Ora Italia el programa de radio de los italianos en la Patagonia. Producido y realizado por la Asociación Emiliano Romagnola de la Comarca Viedma Carmen de Patagones. En convenio con "Un Mondo di Italiani" el periodico online del Molise y con la "Radio Emilia Romagna" la radio de la Región en Podcast.

facebook: Mina Cappussi – Mina Cappussi II – Mina Cappussi III – Mina Cappussi Cinque

Iscriviti ai gruppi facebook: Un Mondo d’Italiani , TG facebook

Pagine facebook:MINA CAPPUSSI FANS CLUB, Traduci Detti Molisani in Inglese, Mina Cappussi 4

Edita il PRIMO DIZIONARIO DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA www.dizionarioemigrazione.it, mi dispiace, ti prego perdonami, grazie, ti amo

Pua mai au mai ka po iloko o ka malamalama

sito mina cappussi artista:

http://www.minacappussiartista.it

http://www.premioceleste.it/artista-ita/idu:76841/

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/a, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: già Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo - Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. - Tutor: Annarita Guidi. -

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziarioufficiale delprogetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore.

Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti.

Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione.

Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it- di Mina Cappussi - email minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10.