BOLOGNA. IL RESTAURO DELLA PALA DELL’ALTARE MAGGIORE PRESENTATO ALLA COMUNITÀ DI SAN DONNINO

di Floriano Roncarati -
IL DIPINTO RESTAURATO SI INSCRIVE NELLA STORIA DELLA NOBILE FAMIGLIA BOLOGNESE DEI GOZZADINI
San Donnino Bologna - Una mattinata eccezionale quella di domenica 20 settembre 2009 per la Comunità di San Donnino, la parrocchia situata in riva alla tangenziale nel Quartiere San Donato: è stato presentato il restauro del quadro dell’altare maggiore.
La Pala “Madonna col Bambino in gloria e i santi Paolo, Biagio, Donnino, Pancrazio e Apollonia” risale al 1526 e tradizionalmente attribuita a Bartolomeo Ramenghi detto il “Bagnacavallo”, studi più recenti invece la collocano nel catalogo di Niccolò Pisano.
La Chiesa di San Donnino ha una storia millenaria, in quanto il primo ricordo documentario risale alla fine del sec. XII: da una pergamena datata 18 ottobre 1198 si apprende che Placidia, Abbadessa del Monastero benedettino di Santa Margherita di Bologna, acquistò un appezzamento di terra di sei tornature “posita in Sancto Dunino” che confinava con altri beni del Monastero.
Le stesse Monache di Santa Margherita ebbero il giuspatronato, in altre parole il diritto di nomina del Parroco di San Donnino fino al XVIII Secolo. Il dipinto restaurato si inscrive nella storia della nobile famiglia bolognese dei Gozzadini: fu commissionato, infatti, da Annibale Gozzadini, quando Rettore di San Donnino era Apollonio Gozzadini, già Canonico di San Petronio e Cavaliere Teutonico; le “sembianze” del donatore, secondo una tradizione dell’epoca, sarebbero raffigurate nel viso di San Pancrazio.
Il lavoro di restauro di questo importante dipinto del Cinquecento bolognese è stato reso possibile dal contributo economico della Fondazione della Cassa di Risparmio in Bologna e dall’intervento della “Banca Popolare dell’Emilia - Romagna”.
Col qualificato intervento del Dott. Nicola Giordani l’opera pittorica è stata sottoposta alle necessarie operazioni di consolidamento della superficie pittorica, notevolmente guastata da fenomeni di sollevamento e caduta del colore, di risanamento del supporto ligneo e di disinfestazione dagli insetti xilofagi, la cui azione aveva procurato diversi danni al dipinto.
Dopo l’intervento introduttivo del Parroco di San Donnino, don Vittorio Zanata, la manifestazione di presentazione è stata condotta dal Dott. Roberto Zalambani, Consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti; al meeting sono intervenuti:
il Prof. Gian Mario Anselmi, nella qualità di Consigliere della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, il quale ha ricordato il ruolo che la Fondazione Carisbo ha assolto per la tutela, il recupero e la valorizzazione del patrimonio artistico petroniano.
La Dott. Anna Maria Bertoli Barsotti, in rappresentanza dell’Ufficio Diocesano Arte Sacra di Bologna, ha evidenziato i nuovi impegni che vengono attribuiti alle Diocesi italiane nel campo del patrimonio artistico in base agli accordi sottoscritti fra lo Stato e la Chiesa.
La Dott. Carla Bernardini, autorevole storica dell’arte, dopo aver illustrato il periodo storico nel quale si contestualizza la Pala di San Donnino, ha messo in rilievo i pregi dell’opera.
Il lavoro di restauro del quadro è stato illustrato dallo stesso autore, il Dott. Nicola Giordani, che con l’ausilio di diapositive ha documentato ai numerosi presenti lo stato di deterioramento in cui versava il dipinto e l’”azione di recupero” della pregiata opera.
Nella foto i relatori (da sinistra a destra) Nicola Giordani , Roberto Zalambani, Anna Maria Bertoli Barsotti, Gian Mario Anselmi.
UN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINE
Il Giornale Quotidiano Internazionale, diretto da Mina Cappussi,diffuso in ogni angolo del pianeta in cui vi sia una comunità italiana,associato al quotidiano ORA ITALIA della Patagonia Argentina e all’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional. Nata come LRA, Estación de Radiodifusión del Estado, ha trasmesso per la prima volta il 6 Luglio 1937 dall’ufficio di Posta e Telegrafia nella città di Bs.As.Oggi è più conosciuta come Radio Nacional e trasmette da Viedma a Ushuaia, da Bs. As a Formosa; ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia su 93.5 FM
facebook: mina Cappussi
Iscriviti al gruppo facebook: Un Mondo d’Italiani
Skype: mina.cappussi
MySpace: mina cappussi
Messenger: mina cappussi


21 / 09 / 2009


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10