Bojano: passa il bilancio, perde Frattura. Tutti gli interventi in aula

di Mina Cappussi e Federica Notte

La comunicazione è fondamentale sempre e un’amministrazione che non comunica con i dipendenti, con i cittadini, con i consiglieri è fallimentare. Quando abbiamo vinto le elezioni ci ha raccomandato di non avere alcuna relazione con Ramacciato. sembra di vivere un film già visto: mi autosospendo fino al 31 luglio. Ci aspettavamo che ripartisse da zero, non che azzerasse l’attività amministrativa. Ma quale firma? Mi rivolgevo a quello che sta affianco a te.

(UMDI – UNMONDODITALIANI) E’ stato il neo assessore esterno Donato Toma ad illustrare il bilancio redatto dal commissario prefettizio Patrizia Perrino nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale tenutosi a Bojano il 7 luglio. “Devo ringraziare il commissario ad acta – ha cominciato Toma – che ha impiegato due mesi solamente per stilare il documento preventivo supportato dalla struttura e da me. Trattandosi di un bilancio preventivo, esso è sempre emendabile. Ovviamente si tratta di un bilancio tecnico, a ridosso della scadenza del Consiglio Comunale che lo deve approvare, che deve consentire agli amministratori di poterlo leggere nei 45 giorni messi a disposizione dal regolamento (art. 20). Una giunta che si rispetti il bilancio lo deve leggere e questo bilancio non è leggibile in poche ore. Io me lo sono letto, anche di notte, e ho manifestato alcune perplessità relativamente ai residui attivi e passivi e alle problematiche legate all’avanzo di amministrazione. Il Comune di Bojano è all’ultimo posto tra tutti i comuni d’Italia con più di 8mila abitanti per affidabilità nella riscossione. Noi produciamo crediti: la percentuale di riscuotibilità mi serve a determinare la percentuale di debiti che devo imputare a dubbia esigibilità.” E ha parlato degli 8milioni che non sarebbero spariti, ma spalmati nei prossimi 30 anni per la “gioia” dei bojanesi che dovranno pagarli, della differenza di 781mila euro sulle entrate, dei debiti fuori bilancio. “I debiti fuori bilancio – ha rimarcato l’assessore – sono lo spauracchio di tutte le amministrazioni. Si tratta di un indebitamento chje il comune ha protratto senza impegno di spesa, ad esempio sentenze ingiudicate.”

Numerose e articolate le dichiarazioni di voto che, dalla maggioranza e dall’opposizione, hanno rivelato i giochi politici orditi nell’imminenza dell’assise.

Roberta SCINOCCA (ex assessore dimissionario, dissidente)

“Ho avuto modo di riflettere sull’amministrazione di questo meraviglioso paese, su come vadano fatte le cose e su un modus operandi che non mi sta bene. La comunicazione è fondamentale sempre e un’amministrazione che non comunica con i dipendenti, con i cittadini, con i consiglieri è fallimentare. Appena entrarti nella Casa Comunale ci siamo dimenticati di coloro che la abitano prima di noi, i difendenti, la cui attività e il cui impegno andavano valorizzati. Abbiamo vinto le elezioni con una maggioranza che non è certo assoluta. 431 elettori mi hanno dato fiducia e ad essi io devo rispondere. Un bilancio tecnico non mi consente di fare quello che mi ero prefissata per i cittadini e per la mia città. Non posso votare un documento privo di programmazione politica.”

Carmen ZUCCARINO (consigliere comunale di maggioranza, dissidente)

“Durante la campagna elettorale Virgilio Spina ci aveva descritto una situazione disastrosa paventando il dissesto finanziario e parlando delle colpe del responsabile del settore. Quando abbiamo vinto le elezioni ci ha raccomandato di non avere alcuna relazione con Ramacciato. All’atto dell’insediamento avevo il terrore di file chilometriche di cittadini insoddisfatti.” E la Zuccarino ha proseguito il suo intervento – dichiarazione di voto in una sorta di diario di questo anno di amministrazione (LEGGI QUI PER INTERO L’INTERVENTO DI CARMEN ZUCCARINO)

Carlo PERRELLA

Stasera sembra di vivere un film (già visto, gli hanno suggerito dalla prima fila del pubblico). Abbiamo degli attori che pur di scaricare colpe l’uno sull’altro cercano il Carlo Perrella di turno che li tiri fuori da questo imbarazzo. Bravissima Roberta Scinocca: due passaggi del suo intervento mi hanno colpito. Primo, che in questo Consiglio Comunale persone di grossa esperienza politica abbiamo votato contro e mi auguro che il sindaco domani cambi metodo. L’unico discorso chiaro è stato quello di Massimo Romano che ha chiarito bene il suo no di posizione elettorale. Io sono coordinatore di un movimento di destra. Un sindaco che ufficialmente mi dice che questa è una componente civica che si sta aprendo a destra mi riempie di gioia. Voto stasera a favore del bilancio perché toglie il cappello a Frattura, che oggi, di fatto, ha perso un altro suo baluardo. Attendo anche che il sindaco Di Biase dia attuazione a quanto asserito circa l’azzeramento della giunta. Sono convinto, conoscendo Marco da 30-35 anni, che andrà avanti dritto, perché quando si mette una cosa in testa non cede. D’altronde il 31 luglio ci sarà un altro importante consiglio comunale se Di Biase non è andato oggi a casa potrebbe andarci allora. Annuncio al gruppo Bojano Domani (capogruppo Massimo Romano, ndr) che mi autosospendo fino al 31 luglio, trattandosi di un gruppo civico e avendo assunto io una posizione in seguito alle dichiarazioni del sindaco di apertura a destra e di una giunta di salute pubblica. In questo modo intendo togliere Massimo Romano dall’imbarazzo, sia come capogruppo che come fondatore di un movimento nazionale.”

Maria Cristina SPINA

“E io? Io nell’imbarazzo ci devo rimanere?” è intervenuta sarcasticamente Maria Cristina Spina, scherzando sull’uscita di Carlo Perrella.

Carlo PERRELLA

“Ovviamente intendo entrambi. Diranno che Carlo Perrella ha salvato l’amministrazione? No, ho solo tolto Frattura da Bojano.

Massimo ROMANO

“Confermo il voto contrario al bilancio e prendo atto della posizione differente di Carlo Perrella, nonché della sua decisione di autosospendersi. Reputo che la sua decisione sia sbagliata, non condivido ma rispetto. Il nostro voto contrario è alla responsabilità politica. In questo anno perso, perché di un anno perso si è trattato, non sono in discussione l’impegno e l’amore profusi, ma ciò che emerge è un sentimento di delusione perché la città ha registrato il vuoto. I risultati elettorali, del 37 per cento, 30 per cento, 20-25 per cento, hanno disegnato una geografia elettorale che ha portato il nostro gruppo a rivolgere un invito al sindaco affinché prendesse atto che ci troviamo ad amministrare una comunità divisa. Non condividiamo la decisione di portare alla paralisi amministrativa la città e di aprire la strada al commissario. Quando, come primo atto, vi affidaste a strutture di revisione esterne, noi non ci opponemmo. Bojano aveva un nuovo sindaco, con nessuna esperienza politica e istituzionale compensata da una brillante esperienza aziendale di gestione. Ci aspettavamo che ripartisse da zero, non che azzerasse l’attività amministrativa. Le elezioni non si devono solo vincere, ma si deve sapere come governare. Continuo a vedere latitante l’assessore Michelina Iannetta, il terzo assessore esterno su 9 consiglieri di maggioranza. Vorrei sapere se non c’è perché assente o se non è più in giunta. In quest’ultimo caso credo che abbiamo il diritto di esserne informati. L’assessore ai Lavori Pubblici un elenco l’ha fatto, al 90 per cento si tratta di opere della passata amministrazione, ma almeno l’ha fatto. Lei che ha fatto? Bojano aveva la fortuna di una lista in accordo con il governo regionale e invece non ho visto in questo anno una tangibile presenza istituzionale. Oggi, il dottor Toma ha semplicemente fatto da portavoce al commissario prefettizio. Il bilancio previsionale per l’anno in corso lo avete approvato ed era quello della vecchia amministrazione Silvestri-Policella. Non ho visto un atto di programmazione culturale, non un investimento su un’idea. Nel nostro programma elettorale avevamo inserito iniziative a costo zero, che potevamo mettere a disposizione. Sarebbe stato meglio se l’avventura di questa amministrazione si fosse esaurita qui restituendo parola ai cittadini.

Gaetano POLICELLA (consigliere di minoranza, ex vicesindaco della passata amministrazione)

“Saluto l’assessore Toma che ha illustrato il bilancio. Finora il sindaco non ci aveva dato questa opportunità, sebbene il regolamento comunale specifichi che le nomine degli assessori vadano sempre ufficializzate. Che possiamo fare? Se anche volessimo emendare, non c’è più tempo. Se il sindaco aveva questa necessità, ha fatto bene. Anche perché non dimentico di essere stato alla guida dell’amministrazione assieme a Silvestri. Però, non c’è stata la possibilità di un confronto, di emendare, di lavorare con l’amministrazione. Mi complimento per quelle iniziative che avevo proposto io, la fontana, le rotatorie in città. Ma ci sono problematiche urgenti, per esempio quello della polizia municipale, con un organico di sole 12 persone. Anzi, mi complimento con il capitano Colalillo, che riesce ad assicurare i servizi anche in emergenza di organico.”

Silvio PERRELLA (assessore dimissionario, dissidente)

“Le mie sono considerazioni tra etica e politica. Mi dispiace che non sia presente stasera chi ha redatto materialmente il bilancio. Non possiamo strumentalizzare il dato, come soffrenza della passata amministrazione. Massimo Romano sei bravissimo, fantastico quando parli…”

Sindaco DI BIASE

“Quante volte in un anno hai partecipato ai Consigli?”

Silvio PERRELLA

“Non c’è la trasparenza, non era ammesso il contraddittorio, per questo mi sono allontanato. Non abbiamo un ufficio stampa, non abbiamo fatto un solo articolo sul giornale, né una proposta. Si aspettavano un cambiamento e non glielo abbiamo dato.”

E Silvio Perrella ha raccontato l’episodio in cui veniva richiesta la sua presenza per una firma congiunta che poi di fatto si è rivelata l’unica firma e dunque l’unico avallo al documento.

Sindaco DI BIASE

“Ma quale firma?”

Silvio PERRELLA

“Non dico a te, ma a quello che sta al tuo fianco (Virgilio Spina, ndr).”

Il Consiglio si è concluso alle 23.25. Il bilancio è stato approvato, ma con grande amarezza.

17 / 07 / 2017

PER LA TUA PUBBLICITA' SUL QUOTIDIANO INTERNAZIONALE UN MONDO D'ITALIANI RIVOLGITI ALNOSTRO UFFICIO COMMERCIALE, +39 392 958 1181 o direttamente al 338 8918 290. Condizioni speciali di abbonamento. Sostieni il quotidiano che arriva direttamente al cuore, nato dalla passione, fatto con professionalità.

________________________________

®© Riproduzione vietata. Consentita solo previa citazione della fonte. Tutti i diritti riservati

UN MONDO D'ITALIANI -- ITALIAN INTERNATIONAL DAILY MAGAZINE

www.unmondoditaliani.com

www.unmondoditaliani.it

www.minacappussiartista.it

Agenzia Stampa, Casa Editrice, Giornale Quotidiano Internazionale, con sede a Bojano, a Roma (via Zanardelli, 36) e a Viedma, in Patagonia, già autorizzato nel 2006 dal Tribunale di Campobasso N.2/96, come edizione on line de “LA VOCE DEL POPOLO” e nel 2010 come e-magazine indipendente. Diretto daMina Cappussi,diffuso in ogni angolo del pianeta in cui vi sia una comunità italiana,sede di STAGE FORMATIVI per l’Università Roma Tre,associato al quotidianoORA ITALIAdellaPatagonia Argentinae all’emittente radiofonica pubblica del sud America, Radio Nacional,Ora Italia el programa de radio de los italianos en la Patagonia. Producido y realizado por la Asociación Emiliano Romagnola de la Comarca Viedma Carmen de Patagones. En convenio con "Un Mondo di Italiani" el periodico online del Molise y con la "Radio Emilia Romagna" la radio de la Región en Podcast.

Scrivi a minacappussi@gmail.com

facebook: Mina Cappussi – Mina Cappussi II – Mina Cappussi III – Mina Cappussi Cinque

Iscriviti ai gruppi facebook: Un Mondo d’Italiani , TG facebook

Pagine facebook:MINA CAPPUSSI FANS CLUB, Traduci Detti Molisani in Inglese, Mina Cappussi 4

Edita il PRIMO DIZIONARIO DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA www.dizionarioemigrazione.it, mi dispiace, ti prego perdonami, grazie, ti amo

Pua mai au mai ka po iloko o ka malamalama

sito mina cappussi artista:

http://www.minacappussiartista.it

http://www.premioceleste.it/artista-ita/idu:76841/

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/a, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: già Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo - Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. - Tutor: Annarita Guidi. -

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziarioufficiale delprogetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore.

Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti.

Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione.

Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it- di Mina Cappussi - email minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10.