Bojano news. L'anima gentile di Lello Muccilli, stroncato da un infarto

di Mina Cappussi -

Lello Muccilli, bojanoLello se ne è andato in punta di piedi, senza fare rumore, senza dolore, aveva conservato uno spirito bambino. Odontotecnico presso lo studio del fratello in via Calderari, era nato l'8 gennaio del 1967.

(UMDI - UNMONDODITALIANI) "Gli presentavano dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono. Gesù, al vedere questo, s'indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso». E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, imponendo le mani su di loro". Abbiamo voluto attingere alla Parola, nella testimonianza di Matteo e di Marco, per ricordare Lello Muccilli, stroncato da un infarto a soli 52 anni, impiegato come odontotecnico presso lo studio del fratello in via Calderari. Lello era nato l'8 gennaio del 1967, terzogenito di Angela e Gennaro, storico segretario delle locali Scuole Superiori di Bojano. Ma a dispetto dell'età anagrafica, Lello aveva conservato uno spirito bambino, esattamente quello di cui parla Gesù quale requisito per accedere al Regno dei Cieli, fatto di tenerezza, di ingenuità, di meraviglia, di dolcezza e di semplicità. Lello era tutto questo, un'anima buona, un eterno ragazzo, un condensato di bontà, incapace di mentire, di vedere il male. La delicatezza della persona lo ha accompagnato fino alla fine: Lello se ne è andato in punta di piedi, senza fare rumore, senza dolore. Il cuore ha smesso semplicemente di battere, all'improvviso, senza dare segnali premonitori. Il dolore, immenso, è quello inconsolabile di una morte improvvisa che ha stretto nella morsa inconsolabile la mamma Angela, il papà Gennaro, i fratelli Gino (che fa l'insegnante a Torino) e Oreste (odontotecnico a Bojano), la cognata Agata e gli amati nipoti, assieme a tutta la popolazione di Bojano, a quanti lo conoscevano e amavano.

"Non c’era volta in cui, - scrive in un post su facebook, Eliana Cappussi -Lello Muccilli giovane incontrandoti, tu non mi dicessi “siamo fatti così, siamo nati lo stesso giorno, lo stesso anno, alla stessa ora”. Era qualcosa che sapevo avresti detto eppure l’aspettavo tutte le volte. Buona strada Lello, che quel che viene dopo sia per te leggero come la tua anima e il tuo sorriso buono. Un abbraccio...

I funerali si terranno domani, domenica 10 febbraio 2019, alle 16.00 nella chiesa Cattedrale.

Ciao Lello, la terra ti sia lieve...

09 / 02 / 2019


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/o, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo-Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. Tutor: Annarita Guidi.

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziario ufficiale del progetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore. Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti. Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione. Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it - di Mina Cappussi - email: minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10