Bill Burr: svela i motivi per cui inseriamo password lunghe e caratteri strani

- di Antonio Romano

Il problema è che per quanto possiate usare caratteri strani e imprevedibili, una password breve è sempre più facile da violare rispetto a una sequenza di lettere normali, e più facili da ricordare, ma più lunga.

In altre parole Un uomo che si chiama Bill Burr ha detto al Wall Street Journal di essere molto dispiaciuto e di voler chiedere scusa al mondo per una cosa che ha fatto 14 anni fa. Nel 2003, quando era impiegato al National Institute of Standards and Technology, un’agenzia del governo statunitense che promuove l’innovazione e le nuove tecnologie, Burr compilò una guida di otto pagine su come avere password sicure. Tra i suoi consigli c’era creare password con caratteri insoliti, numeri, lettere minuscole e maiuscole. Il suo manuale venne adottato da quasi tutte le società online e le sue regole per creare password sicure sono diventate onnipresenti, dai servizi email agli account di homebanking. Burr e la sua guida sono insomma il motivo per cui molte delle password che usiamo tutti i giorni sono divenute impossibili da memorizzare, perché contengono caratteri complicati e inusuali come “§#£&!”. Il problema è che per quanto possiate usare caratteri strani e imprevedibili, una password breve è sempre più facile da violare rispetto a una sequenza di lettere normali, e più facili da ricordare, ma più lunga. In altre parole: è meglio avere come password una sequenza di parole di senso compiuto e facili da ricordare per chi la conosce, piuttosto che una breve stringa di caratteri incomprensibili e difficilissimi da tenere a mente per un essere umano, ma semplici da indovinare per un computer. Lo spiega molto bene questa vignetta del disegnatore XKCD, usata dal sito Gizmodo per spiegare il problema. Come conclude il disegnatore: «Dopo 20 anni di sforzi siamo riusciti a convincere tutti a usare password difficili da ricordare per gli umani, ma facili da indovinare per i computer». Burr scrisse il suo manuale senza essere un esperto di sicurezza e senza avere una conoscenza approfondita del funzionamento delle password. Oggi ha 72 anni ed è in pensione. Gizmodo comunque sottolinea che Burr ha delle attenuanti. Quattordici anni fa non erano state fatte molte ricerche scientifiche su quali fossero le password più sicure: non era facile capire quale sarebbe stata la password migliore, anche perché non era chiaro che mezzi avrebbero avuto a disposizione le persone intenzionate a rubarla. I ricercatori di oggi, invece, possono basarsi su letteralmente milioni e milioni di esempi diversi. L’ultima guida sulle password pubblicata dal National Institute of Standards and Technology, il vecchio ufficio di Burr, consiglia di creare password formate da lunghe sequenze di lettere e numeri, piuttosto che gli strani ammassi di caratteri che suggeriva Burr. Oggi sappiamo che le password migliori sono quelle lunghe, e non semplicemente quelle difficili da ricordare

10 / 08 / 2017

Ultimi aggiornamenti


 






UMDI UN MONDO D'ITALIANI www.unmondoditaliani.com

COLLABORA CON NOI: scrivi a minacappussi@gmail.com

se ti piace scrivere, se sei determinata/a, volitiva/o, volenterosa/o e soprattutto appassionata/o. Cerchiamo in particolare una/un aspirante giornalista per gli Italiani nel Mondo su BOJANO!

IL GIORNALE quotidiano DI TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO

IN REDAZIONE: Marta-Ucciferri, Kerres, Marucci, Goffredo-Palmerini, Carmelina-Rico, Serena-Lastoria, Angela-Perrella, Giulia-Marzani, Manuela-Forte, Nicoletta-Saccomanno, Carlo-Di-Stanislao, Min.-Cul.-Pop., Stefania-Paradiso, Benedetta-Massoni, Angelo-Sanzò, Federica-Polegri, Gustavo-Vitali, Ugo-Gentile, Simona-Aiuti, Alessio-Papa, Ma.-Nu., Franco-Iadarola, Magalì-Pizarro, Anna-Ovidi, Sabina-Iadarola, Francesco-Luca-Borghesi, Gabriele-Iaconis, Penelope, Pippi, Scipione-L'Aquilano, Maria-De-Michele, Fer. Bru, Vincenza-Alfano, Alejandra-Daguerre, Anna-Maria-Marinelli, Chiara-Landi, Arianna-Braccio, Bartolomeo-Alberico, Dalna-Gualtieri.

CAPOREDATTORE: Sabina Iadarola

Iscriviti all'associazione CENTRO STUDI UN MONDO D'ITALIANI

Università Roma Tre: Corso di Comunicazione sul Web: Direttrice del Master: prof.ssa Franca Orletti

Maurizio Barba, Antonella Cavallo, Lavinia Cicciarelli, Monica Corda. Leonora Faccio,

STAGISTI edizione precedente: già Stefania Paradiso, Marta Colomba (oggi Yahoo - Milano), Ambra Veglia, Mina Mingarelli, Ilaria Ghelfi. - Tutor: Annarita Guidi. -

INVIATO DA MOSCA: Massimo Eccli

INVIATO SPECIALE DI GUERRA: Michel Upmann

Il Giornale telematico quotidiano internazionale diretto da Mina Cappussi, dedicato agli Italiani nel mondo.

Notiziarioufficiale delprogetto Agorà Mediapolis "Un Mondo di Italiani", cheraccoglie storie, ricordi, pensieri, emozioni, sensazioni, di chi è partito, di chi è tornato, di chi non c’è più, con l’obiettivo di lasciare un’impronta alle generazioni future, affinché, alla luce della Memoria, non dimentichino i sacrifici, le aspirazioni, le conquiste, i sogni le speranza, di chi ha dovuto lasciare la propria Terra, le proprie radici, alla ricerca di un futuro migliore.

Il giornale on line degli Italiani in ogni parte del mondo, un faro sempre puntato, pronto a raccontare le storie di straordinaria ordinarietà, a fornire notizie, indicazioni, informazioni, aggiornamenti.

Il giornale che, partendo da una delle più piccole regioni d'Italia, il Molise, collega idealmente tutti gli italiani in ogni angolo del pianeta, offrendo ospitalità, notizie, indagini, servizi, un forum di discussione.

Sede di stage per l'Università Roma per l’Università Roma Tre, Master post laurea in Scrittura, traduzione e comunicazione nelle professionidel web, del cinema e della televisione, collabora con l’emittente televisiva TRSP con il programma omonino UN MONDO D’ITALIANI visibile a breve in chiaro e suSKY in tutto il mondo, associato al quotidiano ORA ITALIA che..scopre l'Italia su Radio Nacional 93.5 FM, network e programma di Radio in etere per Radio Nacional Viedma, nella Patagonia Argentina . La ciudad de Viedma, capital de la provincia de Río Negro, se alza en la punta este del territorio arrogándosela descripción deportal de ingreso a la Patagonia Argentina, al límite con la región más austral de Buenos Aires, ha sottoscritto un accordo con Radio Emilia Romagna, RER, per il programma Ora Italia www.oraitalia.blogspot.com

Da oggi LE RUBRICHE: UN MONDO D'ARCHEOLOGIA a cura di Adriana Niro

Unmondoditaliani.com -


www.unmondoditaliani.com - www.unmondoditaliani.it- di Mina Cappussi - email minacappussi@gmail.com

testata giornalistica on-line con autorizzazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10.